Conferenza dei Comitati Consultivi- Bollettino di Gennaio 2014
versione Web | Archivio Bollettini vai | Aggiungi Comitato Consultivo alla tua rubrica
header CCC


Bollettino n. 1 del 31 Gennaio 2014

Agira


Nella splendida cornice della Chiesa Reale Abbazia di San Filippo d’Agira, la sezione comunale dell’Associazione Volontari Italiani Sangue ha organizzato, lo scorso 30 dicembre, il Concerto di Natale.
L’iniziativa aveva lo scopo di ricordare alla comunità agirina i valori della solidarietà e, in particolare, la difficile condizione dei talassemici e di quanti restano condizionati dalla carenza di sangue, collegandoli con una importante manifestazione di alto livello culturale che prevedeva  l’esibizione di numerosi valenti pianisti e del coro polifonico, impegnati in canti prettamente natalizi.

Bagheria

Il salone della Parrocchia Maria Santissima Immacolata di via Bagnara ha ospitato la piacevole serata organizzata dalla sezione comunale di Bagheria dell’Associazione Volontari Italiani Sangue per lo scambio degli auguri natalizi.
    Nello spirito dell’altruismo e della solidarietà, i donatori, con le famiglie e tanti amici, sono intervenuti numerosi e si sono intrattenuti per la “Tombolata di beneficenza”, seguita da una maxi estrazione finale che ha permesso di raccogliere un discreto ricavato,  utilizzato per  finanziare il pranzo di solidarietà che, nei giorni seguenti, è stato offerto ad alcune famiglie particolarmente bisognose. Ribadendo, anche in questo modo, il motto “È donando che si riceve…” che ha contraddistinto, anche quest’anno, l’impegno e le attività degli avisini di Bagheria e delle realtà limitrofe.
    Al festoso appuntamento natalizio non poteva, ovviamente, mancare un simpaticissimo e rumoroso Babbo Natale che, per la gioia dei tanti bambini che hanno animato la sala, non ha lesinato dolciumi e giocattoli.    

Canicattini Bagni

Uno degli stand allestiti all’interno del locale Palazzetto dello Sport, lo scorso 6 gennaio, per la manifestazione “I colori della solidarietà”, era animato dalla sezione comunale Avis che non ha voluto mancare ad un evento che ha visto le realtà più importanti ed attive nel campo sociale e della solidarietà dar vita ad una festa che ha coinvolto grandi e piccini  sui temi del vivere civile e comunitario.
    Attraverso il gioco e l’intrattenimento sono stati riaffermati, efficacemente, i valori della solidarietà, dell’integrazione e della legalità. Al riguardo, e tra le tante iniziative proposte nel corso del pomeriggio, la raccolte firme del  Presidio “Salvatore Raiti” di Libera per la proposta di legge d’iniziativa popolare, alla quale aderisce anche il Comune di Canicattini Bagni, per il riordino del “Gioco d’Azzardo”, che oggi rappresenta uno degli strumenti di impoverimento di tante famiglie e una patologia da curare per i tanti “malati da gioco”, oltre che un rischio per le fasce più deboli della popolazione, come gli adolescenti.

Chiaramonte Gulfi

Il successo dell’iniziativa ha imposto più aperture, rispetto a quelle previste, della “Casa di Babbo Natale” allestita in via Blanca, vicino la chiesa di San Giovanni. 
    Riscontro evidente della riuscita (e non solo tra i bambini) di questo ennesimo evento di promozione e di sensibilizzazione alla cultura del volontariato e della donazione di sangue, organizzato dalla sezione comunale di Chiaramonte Gulfi. Una indiscutibile conferma, dunque, del sempre crescente radicamento sul territorio della realtà avisina, che ha portato, a fine 2013, a superare abbondantemente il traguardo delle 950 sacche di sangue raccolte nel corso dell’anno.

Corleone

Hanno dovuto fare non pochi sacrifici e saputo resistere alle golose tentazioni del pranzo di Natale ed alle lusinghe degli accattivanti dolci del periodo per restare nei “limiti” e non far sballare i valori che ammettono alla donazione di sangue, ma la volontà di essere presenti fino all’ultimo è stata più forte. E così, per l’ultimo appuntamento dell’anno, fissato per venerdì 27 dicembre, un bel gruppetto di donatori si è presentato nella sede di via Neve per portare ancora più avanti la risposta che la sezione di Corleone ha saputo dare, anche quest’anno, ai bisogni di sangue del territorio. Con dedizione ed impegno, nonostante oggettivi condizionamenti e con la speranza di potere al più presto concretizzare il sogno della realizzazione di un centro fisso di raccolta.

Enna

Sotto l’albero dell’Avis Comunale di Enna ci sono stati 500 grandi regali in più: sono i 500 nuovi soci donatori che quest’anno hanno deciso di  fare un dono preziosissimo: donare parte di loro a chi ne ha più bisogno.
Il 2013 è stato un anno ricco e produttivo per la sezione riguardo alla promozione e  diffusione di una cultura di solidarietà sociale.
Specifici progetti, curati da Paola Silvano e Veronica Arena, sono stati indirizzati verso i giovani, la scuola,  l’università e la società civile per un modello di vita culturale improntato alla solidarietà e all’associazionismo. Con il risultato di veder crescere del 50%, rispetto all’anno precedente, il numero dei donatori (ora 1.300) e delle donazioni, che sono state più di 1400.
In questo sforzo si è sentita forte la vicinanza delle istituzioni, nonché del Personale Medico e Sanitario del Centro Trasfusionale, che con impegno professionale e tanta dedizione hanno supportato la sezione nel percorso di crescita.
Determinante è stato anche il ruolo svolto dalla Consulta Giovani, , così come quello dei Presidenti  della Rete Associativa, di cui l’ Avis di Enna fa parte. Un plauso particolare agli atleti e agli sportivi soci donatori  che con il simbolo dell’AVIS impresso sulla maglia hanno onorato, in giro per il mondo, l’AVIS COMUNALE di Enna diffondendo la mission dell’ associazione.
Tanti, quindi, i motivi per festeggiare; e così è stato: la grande festa del donatore si è svolta in un noto locale ennese, il 20 dicembre, concludendosi simpaticamente con l’elezione di  Miss Avis 2013 (Alessia Messina) e Mister Avis 2013 (Luciano Di Stefano).

Geraci Siculo

“Fai il tuo più bel regalo di Natale: DONA IL SANGUE …DONI LA VITA!!”: coerentemente allo slogan adottato per queste festività, un discreto numero di donatori della sezione comunale Avis di Geraci Siculo si sono ritrovati, la vigilia di Natale, presso  il poliambulatorio di via San Salvatore per l’ultima donazione di sangue del programma 2013. Poi tutti, con famiglie ed amici, si sono dati appuntamento, domenica 5 gennaio, in un rinomato locale, per celebrare la IX Giornata del donatore.
    Nel corso dell’amichevole incontro conviviale, con animazione, giochi, musica e balli, sono stati consegnati attestati di benemerenza ai donatori della sezione per i traguardi conseguiti e strenne natalizie a tutti i partecipanti.

Giarratana

La simpatica festa della Befana che è stata organizzata, lo scorso 6 gennaio presso il Centro Diurno per Anziani, è stata l’ultima delle iniziative che la sezione comunale Avis di Giarratana ha portato avanti nel periodo natalizio.
    Il programma ha previsto, infatti, prima di Natale, divertenti tombolate presso la scuola primaria e secondaria della cittadina e, subito dopo, la visita alla locale Casa di riposo “Madre Teresa di Calcutta” per portare agli ospiti, oltre agli auguri di buon anno, anche un messaggio di solidarietà e di amicizia.
Questa politica di essere presente in modo costante in mezzo alla gente ha portato tanti, soprattutto giovani, ad avvicinarsi all’associazione, consentendo così, anno dopo anno, l’incremento del numero di nuovi donatori e delle unità di sangue raccolte: nel 2013 è stato, addirittura, superato il prestigioso tetto delle 1.000 sacche.

Montelepre

Ormai è vicino il traguardo del ventennale: la sezione Avis Comunale di Montelepre venne, infatti, costituita il 7 giugno del 1994 da 20 pionieri che scommisero sull’impegno di sensibilizzare i monteleprini al nobile gesto della donazione, attraverso l'organizzazione periodica della raccolta del sangue.
    Oggi il sodalizio conta circa 300 soci attivi,  ha una sede (ospitata nei locali della Parrocchia di S. Antonio) ed un centro fisso di raccolta operativo nei locali della Guardia Medica di via Largo Ospedale dove vengono organizzate, ogni mese, le raccolte di sangue. Ha, già da tempo, una significativa presenza anche nella vicina Grisì, piccola frazione del Comune di Monreale, in prevalenza abitata da oriundi monteleprini che vi si stabilirono a metà del '900 per coltivare le fertili terre della zona. Ed in due distinti momenti, a Grisì (il 21 gennaio presso la sala del Grisius) ed a Montelepre (il 22 dicembre presso la sala congressi Giulian’s castel),  è stata organizzata la festa “Un donatore tira l’altro”, per consegnare riconoscimenti e benemerenze ai donatori che hanno raggiunto particolari traguardi nel numero delle donazioni effettuate.
Piazza Armerina
Si è concluso lunedì 6 gennaio con l’evento “Befana Avis”, organizzato anche per festeggiare il primo anno della nuova sede “La Casa del Donatore”, il calendario delle iniziative del “Natale 2013 in Avis”, pianificato dalla sezione dei donatori di sangue di Piazza Armerina.
Diversi i momenti che lo hanno animato: a partire dal bel presepe allestito nella piazzetta del volontario - ex I.T.I.S. ed inaugurato domenica 8 dicembre, seguito (dal 16 al 24 dicembre)  dalla tradizionale Novena di Natale e, come prima ricordato, dall’incontro del 6 gennaio che è servito per festeggiare il “primo” anniversario della struttura (inaugurata proprio il giorno dell’Epifania del 2013) e per fare un bilancio dell’attività svolta e dei risultati conseguiti.
S. Croce Camerina
Si apre davvero bene il 2014 per la sezione comunale di Santa Croce Camerina dell’Associazione Volontari Italiani Sangue: la prima raccolta di sangue, avvenuta il 5 gennaio, ha fatto registrare, infatti, la presenza di ben 44 donatori. Un buon inizio per l’anno che segna il traguardo dei trenta anni di attività (inaugurata, infatti, il 4 gennaio 1984). Dai tempi della prima sede di via Camerina n. 23 e, poi, della sede di piazza Vittorio Emanuele e, soprattutto, della “sede storica” di via Camerina 37, la sezione è sempre cresciuta, consolidando una struttura ed un’organizzazione che hanno permesso di acquistare la nuova sede di via Settembrini, progettata per venire incontro alle esigenze che le prescrizioni della nuova normativa in materia e la dovuta attenzione ai donatori richiedono.
     Un lungo impegno, fattivo e concreto, che consegna, nell’anno del trentennale, un esaltante risultato: il superamento delle 20.000 sacche di sangue raccolte in questi anni.

S. Stefano Quisquina
Tanti sono stati i motivi per i quali essere soddisfatti della XV Festa del donatore della sezione Avis di S. Stefano Quisquina. Per la bella festa in sé, come momento di aggregazione e di intrattenimento della comunità; per il riconoscimento dato ai tanti soci che, nell’anno, hanno raggiunto significativi traguardi nel numero delle donazioni; per il regalo da parte della famiglia Chiarelli di Aragona di un defibrillatore che la sezione ha messo a disposizione della cittadinanza; per l’avvio dell’iniziativa di prevenzione cardiaca “Progetto Cuore” e per un più che sacrosanto motivo di legittimo orgoglio legato al risultato del 2013, che ha registrato ben 859 sacche di sangue raccolte: un dato notevole che permette all’associazione di trovarsi ai primi posti nella speciale classifica nazionale che tiene conto del rapporto donazioni-popolazione del Comune di riferimento.
Scicli
L'Assemblea degli Associati dell'Avis Comunale di Scicli è convocata per il giorno Sabato 1 febbraio, alle ore 16.00, in prima convocazione, e alle ore 16.30 in seconda, presso i locali dell'Ex Camera del Lavoro, siti in Via Nazionale n. 35, con il seguente ordine del giorno:
    1)   Costituzione Ufficio di Presidenza e nomina questori di sala; 2)   Nomina Comitato Elettorale ; 3)   Relazione del Presidente per il Consiglio; 4)   Conto Consuntivo anno 2013; 5)   Preventivo finanziario anno 2014; 6)   Relazione Collegio Revisori dei Conti; 7)   Relazione del Direttore Sanitario; 8)   Dibattito; 9)   Lettura Verbale Commissione Verifica Poteri;  10) Votazione per approvazione Relazione del Presidente per il Consiglio; del conto consuntivo 2013 e per la ratifica del preventivo finanziario 2014; 11) Votazione per nomina dei delegati all'Assemblea Provinciale Avis e candidati delegati per le Assemblee Avis Regionale e Nazionale; 12) Varie ed eventuali.            
Scordia
Con un sentito corteo che, partito dai vecchi locali di piazza Umberto I, è arrivato nella nuova sede di via Libera Scavo,  si è celebrata lo scorso 21 dicembre la festa di inaugurazione della Casa del Donatore di sangue di Scordia.
    Una struttura progettata, principalmente, per creare un ambiente confortevole ed adeguato per quanti decidono di donare sangue ma anche per "aprire" l'associazione ad altre iniziative di carattere sociale.
    Realizzata in pochissimo tempo (la posa della “prima pietra” venne benedetta da S.E. mons. Calogero Peri il 13 novembre 2011) con le risorse economiche della stessa associazione e con contributi provenienti dall'azienda Oranfrizer, da Banca Unicredit e dalla provincia di Catania, è stata edificata in un'area di circa 340 mq, assegnata dal Comune, su due livelli. Il pianoterra della struttura ospita uffici, centro di raccolta sangue e sale di accoglienza dei donatori, di ristoro post donazione e di supporto sanitario, mentre al primo piano  sono dislocati la sala conferenze e altri spazi per la vita associativa.
Villafrati
La donazione di 30 sacche di sangue, il 29 dicembre, in un paesino che conta, complessivamente, circa 3.000 abitanti è un risultato  a dir poco  strepitoso. È quanto sono riusciti a fare i donatori avisini di Villafrati, dando prova, ancora una volta, di grandi risultati nell’impegno solidaristico.
    Presenti nelle campagne di sensibilizzazione e prevenzione, hanno dato vita solo pochi mesi addietro alla costituzione del gruppo Volontari Protezione Civile Avis Villafrati che rappresenta un importante presidio sociale per la comunità locale. Il gruppo, infatti, tra le sue principali attività, mira a garantire il servizio di trasporto infermi con ambulanza propria, a definire uno studio accurato di tutto il territorio comunale che può essere interessato da calamità naturali e a concretizzare  una serie di corsi di formazione rivolti ai volontari, e non solo.

seguici su

L'invio di questa newsletter è un servizio gratuito fornito da Conferenza dei Comitati Consultivi e
Comitato Consultivo "AOU “Policlinico – Vittorio Emanuele” di Catania ". I contenuti riportati nella newsletter e nei siti http://conferenzacomitaticonsultivi.overblog.com/ e http://www.policlinicovittorioemanuele.it/comitaticonsultivi sono di proprietà degli stessi ma sono liberamente diffondibili ed utilizzabili con l'accortezza di citarne la fonte.

Trattamento dati personali: link

e cancellazione dalla newsletter: link

Informazioni legali: link