facebook twitter
ccc yt
costruire salute
header CCC

AIC

Presidenza Nazionale

Dopo l’approvazione alla Camera della Legge sul cosiddetto “Dopo di Noi” delle persone con disabilità, il presidente nazionale dell’ANFFAS Roberto Speziale parla di «un primo e importante passo verso la tutela del diritto all’autonomia e alla vita indipendente delle persone con disabilità e verso quella serenità che tanti genitori aspettano da tempo», pur ricordando che «il sì dell’Aula di Montecitorio non risolve di certo totalmente le problematiche del “Durante” e del “Dopo di Noi”»
«Possiamo esprimere soddisfazione per questo primo e importante passo in avanti su un tema che dovrebbe rientrare oggi tra le priorità dell’agenda politica, sia per dimensione del fenomeno che per complessità, ma al tempo stesso vogliamo ricordare a tutti gli attori istituzionali e non che il sì dell’Aula di Montecitorio non risolve di certo totalmente le problematiche del “Durante” e “Dopo di Noi”, della de-istituzionalizzazione delle persone con disabilità, anche non gravi, e delle centinaia di migliaia di persone e famiglie che quotidianamente vedono non adeguatamente applicate e finanziate le tante leggi esistenti troppo spesso causa di emarginazione ed esclusione sociale, nonché angoscia per un presente e un futuro pieno di incertezze e paure». È questo il commento “a caldo” di Roberto Speziale, presidente nazionale dell’Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale, dopo l’approvazione ad ampia maggioranza alla Camera e prima del passaggio definitivo al Senato, della Legge sul cosiddetto “Dopo di Noi” delle persone con disabilità, testo che ha unificato sei diverse Proposte di Legge e il cui iter la stessa ANFFAS ha seguito con attenzione sin dagli inizi, «monitorandone le evoluzioni – come si legge in una nota dell’Associazione – e intervenendo per far sì che il risultato dei lavori parlamentari corrispondesse il più possibile alle esigenze dei diretti interessati e fosse rispettoso di quanto previsto dalla nostra Costituzione e dalla Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità».
Sin dall’avvio del suo pluridecennale percorso, del resto, e anche attraverso la propria Fondazione Nazionale ANFFAS Dopo di Noi, l’Associazione si è impegnata nel raccogliere le istanze, i desideri e le preoccupazioni delle famiglie delle persone con disabilità intellettiva e/o relazionale rispetto al futuro dei propri congiunti, tutelando – anche con risposte concrete – il diritto di queste persone ad avere una casa e una famiglia, anche quando quella d’origine non c’è più o non è più in grado di prendersene cura.
«Questa Legge – aggiunge Speziale – è un punto di partenza importante e fornisce un primo impianto per la realizzazione di adeguate e innovative risposte nel quadro di un concreto progetto globale di vita della persona con disabilità, partendo sin dal “Durante Noi” e preparando la persona stessa a percorsi di vita autonoma e indipendente nella massima misura possibile. Se anche le Regioni e gli Enti Locali faranno bene la loro parte, vi sarà finalmente per le persona con disabilità la possibilità di vivere in soluzioni abitative a dimensione di famiglia, a partire dalla propria casa di abitazione, e per quelle che attualmente vivono in situazioni segreganti e istituzionalizzanti, di poter, finalmente, trovare risposte più idonee e civili. E in ogni caso la nostra attenzione continuerà ad essere massima».
Da segnalare che nei prossimi giorni l’ANFFAS diffonderà un approfondimento in materia a disposizione di quanti – persone con disabilità e familiari – desidereranno avere il massimo delle informazioni possibili e conoscere nel dettaglio la posizione dell’Associazione. (S.B.- Superando)

Sicilia

Il 19 marzo, in tutta Italia, torna l'appuntamento annuale della Giornata Nazionale della Disabilità Intellettiva e/o Relazionale. La manifestazione nazionale è promossa e organizzata da Anffas Onlus per sensibilizzare, con una formula Open Day, sui temi della disabilità intellettiva e/o relazionale.
Le strutture associative di tutta Italia apriranno le porte dei propri servizi e delle proprie sedi per accogliere tutti coloro che vorranno trascorrere una giornata all’insegna dell’inclusione sociale attraverso visite guidate, convegni, spettacoli e tante altre manifestazioni, il tutto con il diretto coinvolgimento e la partecipazione attiva delle persone con disabilità, dei soci, degli operatori, dei volontari e di quanti operano con e per l’Associazione.
Le associazioni siciliane dell’Anffas hanno già avviato i preparativi per ripetere e possibilmente migliorare i positivi riscontri che la “giornata” ha avuto nell’edizione del 2015.

Brolo

Ormai da anni il Carnevale di Brolo assume una valenza sempre crescente.
Anche l’edizione 2016 del  “Carnival in Wonderland” non è stata da meno, ed ha, addirittura ed ancora una volta, superato le aspettative per il ricco  ed interessante programma che lo hanno animato.
Tra le tante iniziative: il Carnevale per i bambini, il pranzo in maschera per gli “over 65”, la maccheronata in piazza, animazione, balli, sfilate di gruppi e di carri, con una coinvolgente adesione dell’intera cittadinanza.
Anche i ragazzi ed i volontari del “Centro la Rosa Blu” hanno partecipato attivamente al Carnevale brolese, meritando perfino una targa per il contributo apportato. La Cooperativa Sociale "Brolo IntegrAzione" a marchio Anffas Onlus invita a votare il progetto "Autonomo? SI!" sulla piattaforma di Aviva per realizzare il loro sogno di una vita autonoma ed inclusa nella comunità! https://community-fund-italia.aviva.com/voting/progetto/vista/90

Catania

Diverse associazioni etnee aderenti alla Federazione Italiana Superamento Handicap hanno partecipato alla prima tappa di Happy Hand in Tour che è stata ospitata il 30 e 31 gennaio nel Centro Commerciale Katanè di Gravina di Catania.
L’evento rientra nel Progetto promosso dall’I.G.D. - Immobiliare Grande Distribuzione, dal C.I.P. Comitato Italiano Paralimpico e dalla stessa F.I.S.H. finalizzato a diffondere  una nuova cultura della disabilità in tanti centri commerciali del Paese, attraverso lo sport, la musica e l’espressione creativo-artistica.
L’articolata manifestazione del Centro Katanè ha previsto lo svolgimento di tante seguite e gradite esibizioni. Particolarmente apprezzati il concerto del Coro S. M. Jaqueline du Prè dell’associazione Sclerosi Multipla S.M.@L.L. e la sintesi dello spettacolo “Ciatu” rappresentato dall’associazione culturale “Neon” .

Favara

Ormai sta diventando tradizione per le “Associazioni in Festa” che ogni avvenimento dell’anno diventi occasione d’incontro e di festa per i numerosi utenti che frequentano i Centri per diversamente abili che operano sul territorio di Favara. Anche in occasione del Carnevale 2016 è stato programmato un pomeriggio di sano divertimento. Ad organizzare le “Associazioni in Festa” in sinergia con: Aido, Aism, Misericordia, Anffas, Mano Amica, Ad maiora, Bona Valetudo, Unione Ciechi Euopa, Cioppy Group, Tenda del Padre Abramo Fra Giuseppe Maggiore e il Gruppo musicale Route 66. L’appuntamento è stato fissato per il pomeriggio dell’8 febbraio nel salone delle feste della Chiesa Ss. Pietro e Paolo concesso da don Carmelo La Magra. Salone i cui spazi sono stati preparati per l’occasione dai volontari delle associazioni con addobbi festosi e colorati.

Modica

Sono continuate, nel corso del mese di febbraio, le “uscite” alla scoperta del territorio, così come le esperienze, per i ragazzi dell’Anffas Onlus di Modica.
Tutte belle ed interessanti, certamente.
Ma, con ogni probabilità, quella che viene ricordata con maggiore simpatia è stata la gita a Palazzolo Acreide, il 9 febbraio scorso, in occasione del martedì grasso di Carnevale.
Gran divertimento condiviso con gli amici della locale Anffas e festoso girovagare per il centro cittadino, facendo sfoggio delle pregevoli (ed ammirate) maschere da loro stessi preparate, con grande maestria, nei giorni precedenti.

Palazzolo Acreide

Il laboratorio per i “cestini di Pasqua” era stato avviato ancor prima, ma, dopo la pausa di Carnevale, è partito alla grande.
D’altra parte le giornate del carnevale palazzolese, il più antico della Sicilia, presentavano tante attrattive e, per il martedì grasso, i ragazzi del Centro hanno avuto, graditi ospiti, gli amici dell’Anffas di Modica per condividere, in allegria, la festa.
Nei giorni seguenti grande impegno ed i graziosi manufatti sono stati confezionati.
Il vasto e simpatico campionario dei cestini di Pasqua sarà, di sicuro, una delle attrattive della mostra  che sarà allestita l’ormai vicino 19 marzo, in occasione dell’Anffas Open Day che, anche quest’anno aprirà le porte alla comunità per promuovere l’inclusione sociale.

Palermo

Roberto Speziale, presidente nazionale dell’Anffas, ha dato il suo qualificato contributo al confronto con i rappresentanti delle istituzioni sul tema "La scuola e la persona con disabilità: dal piano educativo al progetto individualizzato di vita"che si è svolto a Palermo nella sala Cocchiara del Centro Nazionale Ricerche lo scorso lunedì 8 febbraio.
Moderato dalla garante regionale della disabilità Giovanna Gambino, il convegno ha dibattuto i vari aspetti connessi alla garanzia dei diritti e la qualità dei servizi ai ragazzi con disabilità a partire dalla scuola ma anche nell'ottica di un progetto individuale di vita che li accompagni quando saranno adulti.

Patti

•    Giovedì 28 Gennaio 2016 nell'ambito del progetto di incontri con le scuole dell'Anffas Onlus di Patti il presidente Dott. Antonino Zampino partecipando ad una manifestazione sul volontariato con i ragazzi delle scuole medie di Gioiosa Marea e San Giorgio ha parlato con Piergiorgio e Giuseppe di ciò che l'Anffas di Patti oggi fa per le persone con disabilità intellettive e relazionali e ha presentato il cortometraggio "Oltre le Parole".
•    Sabato 30 Gennaio i ragazzi dell'Anffas Onlus di Patti sono stati ospiti della Pizzeria Damatusa di Castel di Tusa per un pranzo in condivisione, la giornata è stata organizzata dall'Associazione Nehemia.
•    Sanato 20 febbraio - I lavori al "Dopo di Noi" continuano, gli operai hanno finito di gettare il massetto e a breve inizieranno la pavimentazione del piano terra, inoltre è stata quasi completata la posa degli infissi. Un sogno sta per diventare realtà!

Vittoria

•    L’edizione 2016 del “Ricicarnevale”, organizzato da Grotte Alte Vittoria in collaborazione con Anonimo Vittoriese e Factori, ha visto un grande coinvolgimento dei ragazzi dell’Anffas Scoglitti di Vittoria. Sia nella fase di preparazione sia nello svolgimento delle diverse iniziative in programma la loro partecipazione, impegnata e divertita, ha contribuito a caratterizzare un evento di alta valenza che, ancora una volta, ha voluto e saputo coniugare aspetti diversi, ma parimenti importanti, del vivere civile. I carri, le maschere, i vestiti e gli accessori della festa avevano, infatti, la particolarità di provenire da materiale riciclato.
•    Da segnalare inoltre che l’Anffas ha siglato un accordo di solidarietà  con la PMG Italia S.P.A, società promotrice del “Progetto Mobilità Garantita". Il progetto ha come oggetto la consegna in comodato d'uso gratuito, per la durata di due anni, di un Fiat doblò attrezzato per il trasporlo di persone svantaggiate, acquisito grazie alle risorse finanziarie,e derivanti dall’ allocazione, ad aziende ed esercizi commerciali principalmente residenti sul territorio, degli spazi pubblicitari che verranno posizionati all'esterno e/o all' interno dell'autoveicolo stesso.

L'invio di questa newsletter è un servizio gratuito fornito da Conferenza dei Comitati Consultivi e
Comitato Consultivo "AOU “Policlinico – Vittorio Emanuele” di Catania ". I contenuti riportati nella newsletter e nei siti http://conferenzacomitaticonsultivi.overblog.com/ e http://www.policlinicovittorioemanuele.it/comitaticonsultivi sono di proprietà degli stessi ma sono liberamente diffondibili ed utilizzabili con l'accortezza di citarne la fonte.

Trattamento dati personali: link

e cancellazione dalla newsletter: link

Informazioni legali: link