Conferenza dei Comitati Consultivi- Bollettino di Aprile 2014
versione Web | Archivio Bollettini vai | Aggiungi Comitato Consultivo alla tua rubrica
header CCC


Bollettino n. 4 del 30 Aprile 2014

Presidenza Regionale

Antonella Di Blasi, presidente della sezione etnea, ha partecipato, a nome della Presidenza Regionale di Anffas Sicilia, al Convegno “L’assistenza socio-sanitaria all’infanzia con disabilità: quale futuro per la Sicilia?”  organizzato dall’associazione “L’Egalitè”, Venerdì 28 Marzo scorso, presso il Palazzo Esa di Catania.
Durante l’incontro, il presidente ha relazionato sul tema “Quale formazione per gli operatori sanitari?” che, per sintesi, viene di seguito riportato:
“Una formazione che preveda per i futuri Medici i tirocini formativi in Bioetica” Questa è la richiesta scaturita dai bisogni di un’intera popolazione di famiglie e dalle esigenze dello stesso personale sanitario.
L’Associazione di Famiglie più storica in Italia (si celebra il 28 Marzo il 56° anno dalla fondazione), “specchio vivente” dell’evolversi della Società nell’affrontare la Disabilità, richiama oggi la massima attenzione alla comunicazione medico-paziente e all’economia ed organizzazione sanitaria per i bambini con disabilità. Dall’elaborazione dei dati ANFFAS in possesso  (Fonte: Servizio Accoglienza e Informazioni “SAI?”), emergono due elementi principali:
1 – Luci ed ombre sulla gestione dello stress provato dai genitori dei bambini
2 – L’esigenza di avere punti di riferimento che diano unità all’integrazione dei diversi interventi.
I dati evidenziano il ruolo positivo dei Medici (rispetto alla loro capacità di incidere sullo sviluppo dei punti di forza dei Genitori e incidere nelle loro scelte) a partire proprio dalle loro esperienze formative operate nell’Associazionismo, considerato un prezioso alleato nel progettare insieme alla Famiglia la presa in carico del problema.
ANFFAS Sicilia chiede oggi che il futuro Medico non abbia solo la competenza tecnico-scientifica, ma anche la sensibilità ai problemi umani. Il Convegno odierno può determinare la formulazione, da parte della Regione Sicilia, delle deliberazioni più opportune per istituire “Tirocini Formativi” per l’insegnamento di Bioetica in tutte le Università della Sicilia.
ANFFAS mette a disposizione le proprie competenze al fine di elaborare, a partire dalla Sicilia, un “progetto di tirocinio formativo in BIOETICA” che potrà raccordarsi anche con le Facoltà italiane già attive in questo percorso, e promuovere analogo impegno su tutto il territorio nazionale.

Caltanissetta

Venerdì 28 Aprile, Anffas onlus Caltanissetta ha organizzato il primo Flash Mob sull’integrazione dei diversamente abili. Animato da ragazzi della scuola di break dance di Serradifalco e da una rappresentanza della Fanfara dei Bersaglieri di Caltanissetta, la manifestazione si è conclusa con l'INNO di ANFFAS creato, cantato e ballato dai ragazzi dell'omonima associazione locale, dagli operatori e dalle famiglie. Il tutto si è svolto presso il Centro Commerciale “Il Casale” di San Cataldo. Decine di curiosi, amici, passanti, tutti coinvolti e pienamente  partecipi con i giochi di ombrelli, maglie gialle, balli e liberi movimenti che hanno posto in modo eclatante l'accento sulla problematica dell'integrazione delle persone con disabilità; ma non solo, nel momento in cui il Governo Regionale taglia irrimediabilmente e irresponsabilmente i fondi per servizi sociosanitari per la popolazione con disabilità e nel momento in cui, con la scusa dei falsi l validi, in nome di un taglio indiscriminato della spesa pubblica, il Governo Nazionale ha dichiarato guerra a tutti gli i invalidi d'Italia, si è reso importante e necessario dare una forte testimonianza. La manifestazione è andata abbastanza bene e contiamo di ripeterla in altra cornice cittadina. Maurizio Nicosia, presidente Anffas Onlus Caltanissetta.

Catania

A partire dal mese di Ottobre 2013, la S.P.E.ME. ha realizzato, in collaborazione con l'ANFFAS di Catania, un progetto rivolto a giovani e adolescenti con ritardo mentale grave e profondo che si ritrovano al termine del percorso di integrazione scolastica.
Il progetto consta di interventi innovativi di assistenza socio-educativa da parte di n. 2 operatori specializzati e l'utilizzo di sussidi multimediali verso soggetti giovani con difficoltà cliniche nelle relazioni affettive e sociali e che attualmente sono rimasti privi di servizi idonei per le loro necessità di crescita e di sviluppo.
Il progetto sperimentale si svolge presso il Centro di Riabilitazione dell'ANFFAS di Catania in orario antimeridiano, rivolto alternativamente a n. 2 gruppi di n° di 4 soggetti ciascuno per la durata di n. 10 mesi (Ottobre 2013-Luglio 2014), seguiti nel percorso da n. 2 figure professionali specificatamente idonee allo svolgimento delle attività proposte.
Obiettivo indiretto del progetto è da ritenere, inoltre, la Qualità di Vita del nucleo familiare d'appartenenza che, rimasto privo di sostegno scolastico ed extrascolastico, viene affiancato preventivamente nel percorso di crescita del soggetto.
E’ stato possibile realizzare il progetto per merito della scelta dei contribuenti per la destinazione del 5X1000alla S.PE.ME che ringraziamo per aver individuato, in ANFFAS Catania, l’associazione in grado di poter trovare soluzioni ai problemi delle famiglie.

Favara

E’ stata una bella giornata, partecipata e condivisa con tantissima gente e moltissimi giovani, quella che, i ragazzi e i volontari del Centro Anffas di Favara, hanno trascorso lo scorso 28 Marzo in occasione dell’Open Day 2014. E’ stata anche, anzi soprattutto, l’occasione di far conoscere le attività e le potenzialità che i diversamente abili sono capaci di esprimere, superando limiti culturali e preconcetti ancora, purtroppo, largamente diffusi.
Un altro significativo si è verificato il successivo 2 Aprile, in occasione della “Giornata Mondiale della consapevolezza dell’Autismo”. In questa occasione i ragazzi hanno colorato di blu (il colore universalmente riconosciuto dell’autismo) ed addobbato con striscioni e palloncini le inferriate della sede. Un modo “colorato” per richiamare l’attenzione delle Istituzioni e dei privati su queste tematiche e sulle difficoltà connesse alla condizione autistica, sia per i soggetti che per le loro famiglie.
Altri momenti di fraterna condivisione con la comunità sono stati poi vissuti in occasione delle festività pasquali.

Modica

Celebrato, a fine Marzo, l’Open Day, che ha visto, tra l’altro, alunni del liceo artistico e ragazzi del Centro dipingere artisticamente la vetrata della sede, sono riprese le normali attività di laboratorio (particolarmente apprezzati quelli di cucina, di musica e di arterapia, con l’avvio di una nuova serie di simpatiche bomboniere) e le escursioni ricreative periodiche.
È ormai in fase avanzata l’organizzazione del “Centro Estivo Dumbo” che la sezione modicana sta allestendo per bambini con disabilità tra i 6 e i 14 anni per i prossimi mesi di Giugno e Luglio. Trattasi di una bella opportunità per trascorrere alcune settimane come esperienza di autonomia e di inclusione sociale attraverso attività interessanti quali laboratori creativi, psicomotricità, animazione, escursioni al mare, gioco.

Palazzolo Acreide

L’Open day dell’Anffas di Palazzolo Acreide ha registrato un grande successo. Non hanno infatti mancato di essere presenti, tra gli altri, il Sindaco della cittadina, l'Assessore del Comune di Buccheri, i Templari di Palazzolo, il Rotary, l’Unitalsi e diversi esponenti di comunità ecclesiali e laiche.
È stata inoltre registrata una numerosa e solidale partecipazione alle iniziative proposte per la giornata, da parte di tanti concittadini.
Una grande soddisfazione si è verificata grazie all’adesione da parte delle scuole, con la presenza dei dirigenti scolastici dei professori e dei tanti alunni, per il primo, e si spera non ultimo, concorso di poesia e arti figurative.
Nei giorni seguenti, il Presidente Giardina, accompagnato da due sue collaboratrici, si è recato in una delle scuole che hanno partecipato al concorso per consegnare un riconoscimento a due alunne "speciali" che, con i loro elaborati, hanno reso ancora più importante questa iniziativa.

Ragusa

Una data da ricordare quella che ha visto il tradizionale taglio della torta per il prestigioso traguardo di 25 anni di attività. Tale sentimento è da interpretare nello spirito di quanti hanno sostenuto ed animato tanto impegno nel corso di questa lunga esperienza, non come pretesto auto celebrativo ma all’interno dell’ennesima iniziativa di grande spessore e di significativa valenza organizzata per avvicinare la comunità a queste problematiche. Altrettanto di impatto è stato il Convegno “Il Diritto di Amare – Amare è possibile” che la sezione iblea ha organizzato lo scorso 28 marzo per l’Open Day 2014 - VII Giornata Nazionale della Disabilità Intellettiva e/o Relazionale” - nella prestigiosa cornice dell’Auditorium San Vincenzo Ferreri di Ragusa Ibla. Un folto e qualificato pubblico ha seguito, con estremo interesse e molta attenzione, i puntuali interventi che si sono susseguiti sul delicato intervento.L’importante manifestazione è poi proseguita nel pomeriggio con altri partecipati e coinvolgenti momenti artistici e culturali.
Nei giorni seguenti, a cura  della Polisportiva dilettantistica Anffas onlus Ragusa (che si avvicina, anch’essa, a festeggiare il traguardo dei 25 anni: è stata costituita, infatti, nel 1992), è stata organizzata la prima fase del Campionato Regionale di Nuoto Fisdir – Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettiva Relazionale. Le gare, che si sono svolte sabato 12 Aprile presso la locale Piscina Comunale, hanno visto la partecipazione delle società siciliane affiliate al Cip -  Comitato Italiano Paraolimpico, e hanno rappresentato  -come nella volontà dei promotori-  un’ulteriore occasione atta a favorire un progressivo sviluppo culturale e sociale della comunità.

Scordia

Aderendo all’iniziativa dell’Anffas nazionale che, per il 28 Marzo ha lanciato l’Open Day per le strutture periferiche, anche la sezione di Scordia ha aperto le porte al pubblico della sua sede di via Berlinguer ospitando numerosi cittadini che hanno potuto conoscere ed apprezzare da vicino le capacità dei diversamente abili e la dedizione e le capacità dei volontari che li sostengono.
Non solo familiari ed amici erano presenti, ma anche le Istituzioni ( Sindaco, Assessore ai Servizi Sociali, Giovani Consiglieri Comunali), le comunità ecclesiali (Caritas Scordia,  gruppo Chiesa San Domenico Savio), gli studenti della scuola elementare Salvo Basso,  le associazioni (Protezione Civile, Assoc 22 Vintage con vespe d'epoca), i mass media, gli esercizi commerciali e altre espressioni della comunità locale hanno voluto essere presenti e partecipi in questa VII Giornata nazionale della disabilità intellettiva e relazionale per testimoniare la loro vicinanza.
Ed è stata, per tutti, una ”dolce” giornata anche grazie agli squisiti cannoli preparati dai ragazzi.

seguici su

L'invio di questa newsletter è un servizio gratuito fornito da Conferenza dei Comitati Consultivi e
Comitato Consultivo "AOU “Policlinico – Vittorio Emanuele” di Catania ". I contenuti riportati nella newsletter e nei siti http://conferenzacomitaticonsultivi.overblog.com/ e http://www.policlinicovittorioemanuele.it/comitaticonsultivi sono di proprietà degli stessi ma sono liberamente diffondibili ed utilizzabili con l'accortezza di citarne la fonte.

Trattamento dati personali: link

e cancellazione dalla newsletter: link

Informazioni legali: link