Conferenza dei Comitati Consultivi- Bollettino di Aprile 2014
versione Web | Archivio Bollettini vai | Aggiungi Comitato Consultivo alla tua rubrica
header CCC


Bollettino n. 4 del 30 Aprile 2014
SI INCARDINERA’ NELLE AZIENDE SANITARIE
La Rete Civica della Salute: inseminazione
e coagulo dell’Empowerment

Piano di sviluppo con modello unitario dell’Assessorato Regionale


Il disegno di radicare l’esperienza e il funzionamento dei Comitati Consultivi Aziendali in una “Rete Civica della Salute”, connettendoli alla dimensione territoriale e allargando la comunicazione a cittadini attivi e competenti in funzione di stakeholders delle singole comunità, si basa sull’avviso costituzionale che indica il diritto alla salute "diritto dell’individuo e insieme interesse della collettività” e si costruisce nella convinzione che la dimensione della salute interseca tutte le dimensioni del welfare di comunità, sociale, ambientale, culturale.

La previsione di una Rete Civica della Salute era nella linea d’intervento 6 del POAT Salute (Progetto Operativo di Assistenza Tecnica del Ministero della Salute alle Regioni dell’Obiettivo Convergenza) allo scopo di supportare il miglioramento della comunicazione istituzionale sanitaria e sensibilizzare i cittadini sul corretto utilizzo dei servizi sanitari. La Conferenza dei CCA ne ha colto subito la prospettiva in quanto i CCA, istituiti in Sicilia dalla l.r. 5/09 quali organismi interni delle 17 aziende sanitarie per aprire alla partecipazione dei cittadini l’attuazione degli obiettivi di qualificazione della sanità, rappresentano la  dorsale naturale su cui  innestare la stessa RCS. L’Assessorato della Salute la assume quale obiettivo strategico dei Piani Attuativi Aziendali 2013 e 2014 e ne indirizza una tessitura unitaria.

Il progetto generale sviluppa la RCS, già strutturata nei due livelli di CCA ed  Associazioni componenti, su un terzo livello di partecipazione orizzontale diffusa, definito  di Riferimenti Civici del Servizio Sanitario Regionale per la specifica funzione partecipata di comunicazione e segnalazione.  Questa inclusione serve ad  accorciare le distanze, affinché l’anello debole del rapporto sanità istituzione/sanità servizio/sanità fruitori – ovvero il singolo individuo - venga rafforzato. La RCS si tesse collegando le maglie dei corpi sociali intermedi trasversalmente interessati al bene Salute e dalle cui appartenenze attrarre ed individuare la partecipazione attesa. Infatti, tra le azioni attuative degli obiettivi aziendali nei PAA 2014, da svolgere in sinergia Azienda-CCA,  è prevista  la stipula di accordi di collaborazione con dei partner sociali ( Uffici Scolastici Territoriali, Università,  ANCI Sicilia, Cefpas, Ordini Professionali sanitari e sociali, CSV, Protezione Civile, Seus 118) per l’individuazione e reclutamento, su base volontaria confortata da  accertamento di requisiti obiettivi, dei cittadini attivi operatori di empowerment.

I Riferimenti Civici diventano antenne sensibili e anelli consapevoli dei processi di comunicazione dà e verso l’organizzazione istituzionale della sanità siciliana. I partecipanti sono chiamati ad essere leve della partecipazione civica e catalizzatori dello sviluppo di comunità. In particolare a concorrere nella comunicazione sul buon uso dei sistemi sanitari e del sistema di emergenza-urgenza nonché su stili di vita e prevenzione.

Questo disegno di mediazione civica avanzata, nella sperimentazione in corso nel SSR della Sicilia, che coinvolge “Cittadini come risorsa per il Servizio Sanitario Regionale”, si è posto all’attenzione nazionale, anche col recente interesse manifestato dal Ministero del Tesoro e dal Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica, sul supporto dell’esperienza siciliana d’inclusione sociale nelle scelte che determinano le politiche pubbliche, in quanto si  evidenzia come leva strategica per salvaguardare universalità ed equità nella sostenibilità dello stesso SSN.

Pieremilio Vasta


seguici su

L'invio di questa newsletter è un servizio gratuito fornito da Conferenza dei Comitati Consultivi e
Comitato Consultivo "AOU “Policlinico – Vittorio Emanuele” di Catania ". I contenuti riportati nella newsletter e nei siti http://conferenzacomitaticonsultivi.overblog.com/ e http://www.policlinicovittorioemanuele.it/comitaticonsultivi sono di proprietà degli stessi ma sono liberamente diffondibili ed utilizzabili con l'accortezza di citarne la fonte.

Trattamento dati personali: link

e cancellazione dalla newsletter: link

Informazioni legali: link