Conferenza dei Comitati Consultivi- Bollettino di Maggio 2014
versione Web | Archivio Bollettini vai | Aggiungi Comitato Consultivo alla tua rubrica
header CCC


Bollettino n. 5 del 31 Maggio 2014

A.D.E. di Gela 

Due le iniziative di particolare valenza che hanno visto impegnata l’Associazione Diabetici Eschilo nelle ultime settimane:
il progetto “Smerendiamoci la vita 4“, organizzato con la collaborazione dell' Istituto Alberghiero di Gela, conclusosi giorno 7 Maggio 2014, ha visto impegnati gli alunni della scuola primaria, frequentanti le classi IV sezioni A e B dell'istituto comprensivo “Giovanni Verga“ e  gli alunni della scuola secondaria della classe II sezione C dell'istituto comprensivo “Salvatore Quasimodo”. Durante gli incontri alunni e insegnanti hanno avuto la possibilità di riflettere sulle tematiche della corretta alimentazione, in particolare sui principi salutistici di un regime alimentare tradizionale siciliano. Le attività svolte sono state curate dal Dr. Trovato, specialista in Nutrizione Umana, dal Prof. Miccichè, specialista in Attività Motorie, e dalla Dott.ssa Cauchi, specialista in Piscologia, che hanno gestito gli aspetti alimentari, motori e psicologici; inoltre il Dr. Cocchiara, specialista in Pediatria, e la Dott.ssa Giannone, specialista in Endocrinologia e Diabetologia, hanno invece seguito il laboratorio sul tema della salute, per la celiachia e il diabete giovanile, mentre la Dott.ssa Ballarino, specialista in Pedagogia Clinica, e la Dott.ssa Granvillano, specialista in Pedagogia, per l’aspetto pedagogico. I partecipanti sono stati molto entusiasti del progetto e delle conoscenze acquisite. Questo dimostra che le corrette abitudini non sono solo restrizioni ma possono migliorare la vita.
il convegno “Diabete e sue complicanze: il piede diabetico”,che si è svolto il 12 Aprile, presso il salone della parrocchia S. Giovanni Evangelista di Gela, ha visto la Dott.ssa Tiziana Giannone incontrare sia i soci che i cittadini e medici del territorio del distretto sanitario di Gela per condividere con loro indicazioni concrete su come fare diagnosi, fare terapia e controllare l’evoluzione della patologia. Risulta fondamentale la comunicazione con i medici di base, i primi a raccogliere i sintomi del malato e riconoscere le caratteristiche del piede diabetico, affinché indirizzino il paziente verso cure specialistiche. Il diabete mellito rappresenta una delle emergenze sanitarie del prossimo decennio; le cattive abitudini alimentari che portano ad un aumento dei casi di obesità nei paesi industrializzati, causa un incremento della prevalenza del diabete e con esso delle sue complicanze croniche. Tra queste quelle più frequenti ed invalidanti sono le complicanze agli arti inferiori, note come ”piede diabetico“, una patologia in costante aumento, dove convergono le complicanze di tipo vascolare e neuropatico alle quali si aggiungono quelle infettive, favorite dalla presenza di un diabete scompensato.  Esso può portare all’amputazione, una tra le più severe complicanze del diabete mellito, caratterizzata da elevati costi sociali ed assistenziali, preceduta in genere dall’ulcera. Negli anni, l’A.D.E.,  ha richiesto di creare un pool multidisciplinare in grado di gestire in maniera completa questa patologia per supportare i pazienti.



seguici su

L'invio di questa newsletter h un servizio gratuito fornito da Conferenza dei Comitati Consultivi e
Comitato Consultivo "AOU Policlinico  Vittorio Emanuele di Catania ". I contenuti riportati nella newsletter e nei siti http://conferenzacomitaticonsultivi.overblog.com/ e http://www.policlinicovittorioemanuele.it/comitaticonsultivi sono di propriet` degli stessi ma sono liberamente diffondibili ed utilizzabili con l'accortezza di citarne la fonte.

Trattamento dati personali: link

e cancellazione dalla newsletter: link

Informazioni legali: link