Conferenza dei Comitati Consultivi- Bollettino di Maggio 2014
versione Web | Archivio Bollettini vai | Aggiungi Comitato Consultivo alla tua rubrica
header CCC


Bollettino n. 5 del 31 Maggio 2014

Axada di Catania


L’Associazione socio-culturale Axada Catania sta promuovendo, per l’anno 2014, la realizzazione di un corso teorico-pratico di Clown Therapy. La Clown Therapy, o “terapia del sorriso”, svolge un’importantissima funzione di sostegno psico-pedagogico per il paziente pediatrico, supportando la medicina tradizionale e ponendosi come strumento utile a disposizione dei medici nell’assistenza ai piccoli pazienti. L'origine della Clown Therapy moderna si deve al Dottor Hunter Adams (noto come Patch Adams) negli anni '70. Egli era convinto del ruolo terapeutico della risata (“Il riso è la medicina migliore”) anche quando essa era utilizzata al fine di alleviare la paura della morte (“Siamo qui per aiutare i pazienti a vivere la più alta qualità di vita e, quando non è più possibile, per facilitare la più grande qualità di morte”).
Questa particolare “tecnica” consiste nell’applicazione di una serie di metodiche derivate dal circo in contesti di disagio e di sofferenza psico-fisica, come gli ospedali. Lo scopo è quello di stimolare nei pazienti stessi la capacità di sorridere, consentendo loro di superare il duro impatto con la realtà ospedaliera e la difficile accettazione della propria condizione. Il “clown therapist” , che è un operatore specificamente formato, porta infatti con sé un mondo magico, con le sue meraviglie e la sua fantasia, proiettando in un'atmosfera di gioia, di buon umore e di risate, chi versa in una situazione di disagio o di malattia. Egli incoraggia il dialogo, prova a stabilire con i malati un rapporto umano di fiducia e confidenza, con ciò tentando di fargli dimenticare la quotidianità della vita ospedaliera a vantaggio della fantasia e dell’immaginazione.
Si tratta di una tecnica che, con tutta evidenza, agevola anche l’adesione del paziente alle cure mediche, propiziando effetti benefici sulla percezione del proprio stato di salute da parte dei malati. A ciò aggiungasi che la clown therapy risulta di fondamentale importanza non solo per il paziente, ma anche per tutta la sua famiglia. Da un lato è infatti evidente che i miglioramenti del malato vengono vissuti e condivisi anche dai suoi familiari. Dall’altro, un supporto di questa portata, può certamente contribuire ad alleviare gli oneri di assistenza, sebbene solo per qualche ora.
È indispensabile agire sullo stato psicofisico dei pazienti, soprattutto se bambini; umanizzare le strutture ospedaliere all’insegna dell’empatia, dell’intimità, della discreta ma attenta cura dell’ individuo ospedalizzato; tutto ciò nell’ambito in cui il medico cura l’altro aspetto della persona: la malattia. Si rivela d’altronde come una sensazione impagabile quella di vedere occhi che brillano di gioia e di curiosità e anche sorrisi che alleviano l’angoscia di tanti genitori.
Partendo da questi presupposti, è stato ideato e messo in opera questo corso, per la realizzazione del quale è stata fondamentale la collaborazione con il Dipartimento materno - infantile dell’A.O.U. “Policlinico-Vittorio Emanuele” di Catania, diretto dal Prof. Mario La Rosa, nonché con il Prof. Eugenio Aguglia (Direttore della Clinica Psichiatrica del Policlinico) ed il Prof. Giovanni Lo Castro (Psicologia Policlinico di Catania). L’attività inoltre si svolge con il patrocinio dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Catania.
Il corso consta di due distinte fasi che scandiscono il percorso di acquisizione delle competenze del clown therapist: la prima è quella formativa, avente lo scopo precipuo di formare professionisti che abbiano l’abilità di far sorridere i pazienti, anche di fronte alla propria malattia, instaurando con loro un rapporto empatico, aiutandoli ad affrontare le loro difficili condizioni, fornendo altresì un supporto morale e pratico a genitori e familiari; la seconda fase è quella operativa, che comporta l’inserimento del “clown terapist”, appena formato, nei reparti pediatrici ospedalieri ove operare concretamente; ciò al fine di riportare il bambino alla sua condizione di normalità, cioè all’allegria, con l'ausilio della magia, del gioco, della musica, dell’intrattenimento scherzoso e dell’abbigliamento buffo. 
Il corso è tenuto da uno staff accreditato composto da medici, psicologi e attori professionisti dell’associazione Axada Catania, ed è imperniato sull’acquisizione di nozioni di psicologia (in particolare psicologia dell'età evolutiva e relazionale) e di tecniche artistiche varie, quali comico-terapia, mimo, danza, giocoleria, clownerie e magia.
È importante sottolineare che tutto ciò rappresenta non già un fine, ma un mezzo. Lo scopo non è quello strappare un momentaneo sorriso o una risata passeggera, ma piuttosto quello di far provare, al malato di tenera età, la netta sensazione che qualcuno si preoccupi per lui, che qualcuno ha a cuore il suo stato d’essere, la sua persona, qualcuno che non chiede nulla in cambio se non un sorriso. È in questo modo che la risata diviene, per un Clown di corsia, un veicolo per portare al malato un vero e proprio soccorso di tipo psicologico.
Si tratta di un’iniziativa di grande importanza, sia sul piano umano che su quello professionale, accolta con entusiasmo da tutti i membri dell’associazione Axada, che hanno così avuto l’opportunità di acquisire le basi di questa particolare disciplina e anche la possibilità di mettersi in gioco per un fine davvero nobile: curare i malati donando loro un sorriso.
                                               Dott. Salvatore Giovanni Vitale , Presidente Associazione Axada Catania







seguici su

L'invio di questa newsletter h un servizio gratuito fornito da Conferenza dei Comitati Consultivi e
Comitato Consultivo "AOU Policlinico  Vittorio Emanuele di Catania ". I contenuti riportati nella newsletter e nei siti http://conferenzacomitaticonsultivi.overblog.com/ e http://www.policlinicovittorioemanuele.it/comitaticonsultivi sono di propriet` degli stessi ma sono liberamente diffondibili ed utilizzabili con l'accortezza di citarne la fonte.

Trattamento dati personali: link

e cancellazione dalla newsletter: link

Informazioni legali: link