Conferenza dei Comitati Consultivi- Bollettino di Maggio 2014
versione Web | Archivio Bollettini vai | Aggiungi Comitato Consultivo alla tua rubrica
header CCC


Bollettino n. 5 del 31 Maggio 2014

Assemblea Generale

Da venerdì 16 a domenica 18 maggio, al Palamontepaschi di Chianciano Terme, si è svolta la 78ª Assemblea generale AVIS.
    All’evento, per il quale è stato coniato lo slogan “AVISLab: percorsi di qualità e innovazione”, hanno partecipato circa 1.000 delegati in rappresentanza delle 3.415 sedi associative presenti su tutto il territorio nazionale che organizzano circa 1.250.000 donatori di sangue e raccolgono oltre 2.100.000 donazioni all’anno.
    L' intervento della delegazione Sicilia, improntato sulle varie fasi dell'accreditamento delle unità di raccolta Avis e sui processi propedeutici al raggiungimento degli stessi, ha avuto il giusto riconoscimento per il lavoro svolto, in un contesto di cambiamento culturale e sociale, con innovazione e qualità. Un processo che chiama a grosse responsabilità le 156 sezioni comunali e le 8 provinciali che, insieme all' Avis Regionale capofila (con 80.000 soci donatori e 120.000 donazioni), hanno davanti la grande sfida di continuare in regime di “donazione differita”, procedura  resa obbligatoria in Sicilia da una legge Regionale del 2006, che da un lato ha vietato le donazioni occasionali, e dall’altro ha introdotto l’anamnesi completa del donatore.
    Il voto finale di questa 78a assemblea nazionale degli associati Avis non è stato unanime; pur tuttavia sono state stabilite importanti linee guida per l ' associazione e per il Centro Nazionale Sangue.

Assemblea Regionale

Si è svolta a Sciacca, dal 26 al 27 aprile scorso, la 44a Assemblea dei soci di  Avis Regionale Sicilia, con la partecipazione di dirigenti e delegati provenienti da ogni angolo della Sicilia.
    I lavori, preceduti dai seminari sull'organizzazione associativa, sul people and fund raising e sulla scuola, che si erano tenuti il giorno precedente, 25 aprile, sono stati avviati dal presidente regionale Salvatore Mandarà.
    Dopo la lettura delle relazioni e dei documenti programmatici, il Presidente ha consegnato delle onorificenze ai precedenti Presidenti Regionali, per il lavoro svolto nel corso del loro mandato e per aver contribuito a rendere l’associazione così importante. Un pensiero è stato rivolto anche a Ennio Romano, primo Presidente di Avis Sicilia, e a Paolo Giaccone, scomparso per mano della mafia. 
    Nel corso dell'Assemblea è stata anche avanzata, da parte del Presidente Provinciale dell'Avis di Siracusa, Antonino Gibilisco, la proposta di tenere la 45a Assemblea Regionale nella provincia aretusea: proposta accolta con fervore da tutta l'Assemblea. Nella giornata di domenica, poi, il Presidente ha risposto a tutti i dubbi ed ai chiarimenti richiesti dai presidenti provinciali e comunali su temi associativi, legislativi e di carattere economico-finanziario, ed ha infine rivolto un caloroso saluto a tutti gli intervenuti, dando loro appuntamento al prossimo anno.

Consulta Giovani

Sono in corso di definizione gli ultimi adempimenti delle Avisiadi - Sicilia 2014, che si svolgeranno a Valderice (TP) il 21 e 22 giugno prossimo .
    Le avisiadi regionali sono uno dei tanti eventi promossi dalla Consulta Giovani regionale dell’Avis: un momento ludico riservato a tutti i giovani volontari e aspiranti volontari Avis, dai 18 ai 35 anni. Questa è la 2ª edizione; la prima si svolse ad Enna nel 2012.
    Il progetto nasce dall’esigenza di rafforzare la collaborazione tra i giovani volontari che operano sul territorio e, al contempo, mostrare al pubblico presente che la mission dell’ Avis non si esaurisce nella promozione del dono del sangue, che rimane comunque il perno centrale dell’impegno associativo, ma contribuisce ad esaltare le qualità umane e lo spirito di gruppo di ogni volontario rafforzando, altresì,  la consapevolezza di un percorso di responsabilità solidale.
    Alla manifestazione parteciperanno più di 100 giovani, in rappresentanza delle Avis provinciali siciliane. Lo stile della competizione non è agonistico, ma riprende il format di “giochi senza frontiere”, con gare di abilità che mettono in risalto lo spirito di gruppo e l’affiatamento del team, allo scopo di rafforzare la rete associativa sul territorio.


Presidenza Regionale

Presso il Comando Legione Carabinieri di Palermo ha avuto luogo, lo scorso 29 aprile, un amichevole incontro tra il Generale Giuseppe Governale ed il Presidente  Regionale dell’Avis Sicilia, Salvatore Mandarà, accompagnati dal maresciallo capo Orazio Dimartino, componente del collegio dei probiviri dell’Avis Sicilia, nel corso del quale, tra l’altro, è stata consegnata una targa, come segno di gratitudine all’Arma per aver aperto le sue strutture al dono del sangue.
    Il Presidente Mandarà, insieme al direttore sanitario, Marcello Romano, ed al presidente dell’Avis comunale di Catania, Carlo Sciacchitano, è stato poi ospite della trasmissione “Prima Linea Salute” dell’emittente regionale Telecolor, in onda martedì 6 maggio, nel corso della quale sono stati dibattuti  vari aspetti della donazione di sangue in Sicilia ed esposti i prestigiosi traguardi conseguiti nel 2013  dal movimento Avis nell’isola.


Calascibetta

Si è conclusa domenica 27 aprile l’Assemblea Regionale Avis 2014, svoltasi a Sciacca e contrassegnata da un’ampia partecipazione, alla quale ha partecipato anche la sezione comunale di Calascibetta, con il Presidente Laura Marsala, il dott. Privitera, Direttore Sanitario del Poliambulatorio della cittadina ennese ed il delegato della sezione, Marco Augello.
    Un momento di confronto nel quale, come spiega Augello, “… si è avuta la conferma  che il volontariato ha dei valori nobili  che lo identificano fra tutte le altre componenti della solidarietà organizzata.
     Il primo valore è : Gratuità - Dono: L’aiuto “donato” produce in chi lo offre e porta a chi lo riceve un messaggio positivo sulla sua vita: chi dona, infatti, investe senza tornaconto e a fondo perduto su un’altra persona e sul suo cammino di vita. La capacità di donare evidenzia la libertà di poter disporre di se stessi e delle proprie risorse per un bene che, non essendo particolare o esclusivo, è un “bene comune” al quale si ha la possibilità di contribuire.
    Il secondo valore è:  Altruità - Terzietà: Agire per il beneficio di una  persona non facente parte del proprio ambiente, implica il riconoscimento del valore di ogni altra persona e della possibilità di intervenire positivamente sul destino di altre persone. Una esperienza solidale del volontariato che implica il contatto tra chi offre l’aiuto e coloro che se ne possono avvalere a partire da una condizione di disagio-bisogno.”


Capaci

Continua con grande profitto l’azione sinergica che la sezione comunale avisina di Capaci porta avanti con l’associazione Crescere Insieme di Carini.
    Nelle ultime settimane, oltre alla campagna di sensibilizzazione congiunta, con la distribuzione di utili ed efficaci gadget, volontari delle due associazioni sono stati particolarmente presenti sul territorio, sia in occasione degli appuntamenti della donazione di sangue sia per eventi molto significativi e di grande partecipazione popolare come, a fine aprile, sono state la tradizionale ricorrenza del banchetto “de vergineddi” di Carini e la manifestazione di calcetto “Rinaldo in campo”.
     Recentemente è poi partita la campagna  “Insieme a voi, anche in estate, daremo un mare d’amore” che offre, a quanti porteranno un nuovo donatore, un simpatico e comodo borsone che reca,  in bella evidenza, il messaggio ed il logo delle due associazioni.

Carlentini

La sezione comunale di Carlentini dell’Associazione Volontari Italiani Sangue ha sostenuto l’iniziativa di Ipersimpy e Telethon “Insieme per la cura delle malattie genetiche” che, per raccogliere fondi da destinare alla ricerca per queste patologie, ha messo in scena, lo scorso 16 maggio presso il Cine Teatro “Odeon” di Lentini, lo spettacolo “U Marchisi” (adattamento in due atti della commedia brillante di Nino Martoglio “U Marchisi di Ruvulito”),  a cura della Compagnia del Nuovo Teatro Leontino con il patrocinio del Comune di Lentini. 
    Proprio in questi giorni i responsabili della sezione stanno definendo gli ultimi aspetti organizzativi di un altro evento che, nelle precedenti edizioni, ha riscosso tanta simpatia e significativi consensi: il terzo torneo “Avis Carlentini - Calcio Balilla a coppie”.



Chiaramonte Gulfi

Domenica 11 maggio si è svolta la seconda edizione dell’iniziativa “La NIVèRA dell’AVIS”, una visita naturalistico-paesaggistica e culturale organizzata dall’Avis di Chiaramonte Gulfi, in  collaborazione con l’associazione culturale NIVèRA.
    Dopo la visita alla masseria case Canalazzo, è stata raggiunta la cima di Monte Casasia, uno dei siti archeologici più importanti del territorio ibleo per la presenza di un villaggio indigeno, con necropoli risalenti al VII-VI A.C., e di un insediamento greco. Lungo il percorso sono state osservate numerose tombe a camera scavate nel tenero calcare.
    Con questo tipo di iniziative, la sezione Avis di Chiaramonte vuole creare occasioni utili per incontrare e sensibilizzare la comunità ai valori del volontariato e della donazione del sangue, educando, allo stesso tempo, al rispetto e all’amore per la natura, per il passato e le bellezze paesaggistiche. Le stesse finalità perseguite, con competenza, dall’associazione NIVèra, impegnata a promuovere, favorire e valorizzare la cultura, le tradizioni e l’identità locale, con riguardo anche all’ambiente, al territorio ed allo scambio interetnico.

Corleone

“Doniamo un'auto per il trasporto sangue all'Avis di Corleone”, è il nome di un progetto che si può sostenere con un click, sul sito  www.letsdonation.com e che rientra nel programma Let’s donation - Il profit sostiene il Non Profit.
    Al riguardo, la sezione comunale avisina ha predisposto una scheda (consultabile sul predetto sito) che ripercorre la sua storia dalla nascita, il 25 ottobre 1997,  quando le donazioni avvenivano in piazza con le autoemoteche e non superavano le 15 sacche all’anno, alle prime sedi “provvisorie” (l'Ospedaletto di Corleone annesso all'ASL; presso la sede della guardia medica, prima e l'Istituto S. Chiara, fino al dicembre 2007). E, via via, fino agli ultimissimi tempi, segnati da difficoltà (superate), nuovi impegni solidaristici (accreditamento presso il Banco delle Opere di Carità)  e traguardi sempre più importanti raggiunti nella raccolta, con  831 le sacche di sangue intero e 10 aferesi nel 2013. L’associazione punta adesso ad accreditare un punto fisso di raccolta; un obiettivo che richiede significativi sforzi economici ed organizzativi: per questo, riuscire ad ottenere l’auto con il programma “Let’s donation” sarebbe un bel passo in avanti.



Enna
“Metti in moto la rete Avis per la legalità”. Dopo il grande successo riscosso lo scorso anno, la sezione comunale Avis ha riproposto le due belle iniziative che ribadiscono il forte e impegno sociale e civile dell’associazione, che non si limita al solo momento della donazione del sangue ma riafferma il valore irrinunciabile della legalità, ricevendo, anche quest’anno, una larga e convinta adesione da parte di tantissimi giovani che hanno partecipato ai due avvenimenti sportivi organizzati per l’occasione:
    il Memorial Falcone - Borsellino, “La legalità che unisce”, di beach volley: articolato in due gironi, rispettivamente, nei giorni 23 maggio e 19 luglio;
    la 2ª Moto passeggiata Avis: domenica 25 maggio, con tappe ad Enna, Calascibetta, Nicosia, Sperlinga, Gangi e Villarosa


Lentini
Non solo donazione di sangue ma solidarietà a tutto campo: fedeli a tale principio i volontari della sezione comunale avisina hanno allestito domenica 27 aprile, in occasione della Festa della Madonna delle Grazie, in Via Termini, un banchetto “Bonsai Aid Aids”, con lo scopo di sensibilizzare la comunità al tema della prevenzione dell’infezione da Hiv e della ricerca sull’Aids.
    Per l’occasione, è stato distribuito materiale informativo e offerti bonsai a quanti hanno ritenuto di sostenere la mission dell’Anlaids. Questo albero in miniatura è diventato, ormai, il simbolo stesso della lotta all’Aids: curarlo è un modo per ricordarsi che per fermare l’Hiv serve un impegno quotidiano, come quotidiane sono le cure di cui hanno bisogno le persone che convivono con l’Hiv.
Messina
La sezione comunale avisina peloritana ha aderito alla “Giornata internazionale contro l’omofobia e la transfobia” che a Messina ha registrato una manifestazione in Piazza Cairoli, lo scorso 17 maggio.
    La Giornata internazionale contro l'omofobia, la bifobia e la transfobia (o IDAHOBIT, acronimo di International Day Against Homophobia, Biphobia and Transphobia) è una ricorrenza promossa dall'Unione europea che, dal 2007, si celebra il 17 maggio di ogni anno, con l'obiettivo di promuovere e coordinare eventi di sensibilizzazione e prevenzione per contrastare  queste forme di discriminazione.
    Ideata da Louis-Georges Tin, la prima Giornata internazionale contro l'omofobia ha avuto luogo il 17 maggio 2005, a 15 anni esatti dalla rimozione dell'omosessualità dalla lista delle malattie mentali secondo la classificazione internazionale delle malattie pubblicata dall'Organizzazione mondiale della sanità. Nel 2007, in seguito ad alcune dichiarazioni di autorità polacche contro la comunità LGBT, l'Unione europea ha istituito ufficialmente la giornata contro l'omofobia sul proprio territorio.


Militello Val Catania
La sezione comunale dell’Avis di Militello è stata una di quelle che fin dai primi giorni del mese di maggio, alla vigilia, cioè, della Festa della Mamma, si è impegnata a diffondere il messaggio “Sangue sicuro per salvare le madri”, tema scelto per l’ormai prossima undicesima giornata mondiale del donatore di sangue, che si celebra il 14 giugno, in concomitanza con l'anniversario della nascita di Karl Landsteiner, scopritore dei gruppi sanguigni e co-scopritore del fattore Rhesus.
    Un messaggio chiaro ed estremamente importante perchè “… si pone l'obiettivo di sensibilizzare l'opinione pubblica e le istituzioni sull'importanza di garantire sempre e ovunque l'accesso al sangue ed ai suoi componenti per prevenire i decessi materni, provocati da complicazioni legate al parto o per forti sanguinamenti durante o dopo il parto."

Montelepre
Ai fini di una ragionata campagna di proselitismo, la sezione comunale monteleprina dell’Avis sta puntando a far conoscere le notevoli quantità di sangue indispensabili per eseguire un trapianto. In modo sintetico ma efficace viene così reso noto che, a seconda della tipologia di organo, del prezioso “farmaco -salvavita” servono:
•    Rene: in media 4 donazioni di globuli rossi;
•    Cuore: in media 10 donazioni di globuli rossi, plasma e piastrine con picchi di 30/40;
•    Fegato ( solamente nelle prime 24 ore): 12 sacche di globuli rossi; 27 sacche di plasma fresco congelato; 2 sacche di piastrine. E si possono  raggiungere, per l’intero periodo di criticità, punte di 160/170 sacche di globuli rossi, 290/300 di plasma e 140 di piastrine;
•    Midollo osseo: da 50 a 80 donazioni di globuli, plasma, piastrine ed immunoglobuline, con picchi di 200/300 donazioni per ogni terapia (4/5 mesi) prima del trapianto.



Partanna
La “3ª CorriAvis - Family Run - Corsa  a Passo Libero” è stata organizzata, domenica 18 Maggio, dall’AVIS Comunale “Ciccio La Rocca” di Partanna, in collaborazione con l’Associazione Sportiva dilettantistica “Nati Stanchi runners” e col patrocinio del Comune di Partanna. 
    Anche questa volta la gara podistica, non competitiva, è stata una grande festa alla quale hanno partecipato bambini, ragazzi, adulti e famiglie, che ha attraversato l’intero paese. Partenza e arrivo sono stati, infatti, fissati in piazza Falcone e Borsellino, mentre il percorso si è snodato attraverso  Corso Vitt. Emanuele - Piazza Umberto I - Via Vespri - Piazza Castello  Corso Vitt. Emanuele - Via Crispi - Via Sicilia- Via A. Sanfilippo - Via B. Alfano - Via Palermo - Via S. Pertini- Santuario Madonna della Libera - Via Palermo - Via Della Libera - Via Trieste e Via Regina Elena.

Piazza Armerina
Domenica 11 maggio, oltre alla consueta raccolta sangue (dalle 8.15 alle 12.00) si è svolta, nel pomeriggio, la prima Festa del Dolce, organizzata dalla sezione comunale dell’Avis.
    A partire dalle 17.00 e fino alle 18.30, nei banchi appositamente allestiti nella Piazzetta del Volontario, antistante alla sede, sono stati serviti i dolci che sono stati assaggiati e valutati da una giuria di esperti del settore, presieduta dal sig. Restivo. A seguire, festa per tutti, nel senso che  anche i presenti hanno, ben volentieri, fatto la …festa alle squisite prelibatezze partecipanti alla simpatica iniziativa, allietata dall’esibizione del gruppo storico “Rullanti di Plutia”.



Rosolini
Ormai è una bella e consolidata tradizione quella che ha visto, domenica 25 maggio,  andare in scena la XX edizione di “Biciclettiamo Avis & Bimbinbici 2014”. “È gioco …, è sport …, è divertimento …” recitava lo slogan dell’iniziativa che, però, è stata anche altro; tanto altro, perché ha cominciato a coinvolgere e sensibilizzare i più piccoli ai temi della solidarietà e del vivere, bene, in comunione.
    Numerosi i partecipanti, che, partiti da piazza Garibaldi, hanno percorso, in un clima di gioiosa festa, le vie della cittadina per arrivare presso la sede della sezione comunale dell’Avis, dove erano allestiti spazi per mini volley, calcio, pallamano, basket, gingana, balli di gruppo, gonfiabili e per giochi liberi. La mattinata, si è poi conclusa con un sorteggio, …ovviamente, di una bici.

Scordia
È stato realizzato nella bella e funzionale nuova sede dell’Avis di Scordia, lo scorso 24 maggio, l’evento formativo dal titolo: “I centri di raccolta fissi associativi verso l’accreditamento”.
    Il corso, rivolto a presidenti, operatori sanitari e volontari addetti di segreteria, ha approfondito i seguenti temi:
•    l’accreditamento, un’occasione di crescita;
•    la valutazione oggettiva di un centro di raccolta;
•    accreditamento, una scelta per lo sviluppo.



Siracusa
“Mediterraneo a tavola: alimentarsi a tavola per vivere e donare meglio”, è stato il tema della manifestazione organizzata lo scorso 2 maggio, presso l’Antico Mercato di Ortigia, dalla sezione comunale aretusea dell’A.V.I.S.
    Lo scopo dell’evento è stato quello di favorire:
•    la diffusione della cultura di un giusto approccio nutrizionale, puntando i riflettori su un alimentazione  equilibrata ed una vita piacevole;
•    la consapevolezza delle abitudini alimentari, sempre più a rischio nell’attuale modello di società; 
•    la conoscenza delle qualità e dell’importanza, anche sotto questi aspetti, di prodotti tipici di Siracusa e della sua provincia.
    Altra bella iniziativa è stata, poi, organizzata, dalla stessa sezione,  domenica 11 maggio nel piazzale sovrastante il parcheggio Talete. L’evento  (la seconda edizione della Festa degli Aquiloni),  era rivolto agli alunni ed ai bambini della Città di Siracusa e a tutti coloro che sognano di poter vivere in un mondo dominato dalla gioia, dai colori e dalla solidarietà. Per tutti era previsto un kit di montaggio per aquiloni, per una grande,  gioiosa festa con il simbolo che, universalmente, rappresenta il sogno, la libertà e la fantasia.




seguici su

L'invio di questa newsletter è un servizio gratuito fornito da Conferenza dei Comitati Consultivi e
Comitato Consultivo "AOU “Policlinico – Vittorio Emanuele” di Catania ". I contenuti riportati nella newsletter e nei siti http://conferenzacomitaticonsultivi.overblog.com/ e http://www.policlinicovittorioemanuele.it/comitaticonsultivi sono di proprietà degli stessi ma sono liberamente diffondibili ed utilizzabili con l'accortezza di citarne la fonte.

Trattamento dati personali: link

e cancellazione dalla newsletter: link

Informazioni legali: link