Conferenza dei Comitati Consultivi- Bollettino di Dicembre 2014
versione Web | Archivio Bollettini vai | Aggiungi Comitato Consultivo alla tua rubrica
header CCC


Bollettino n. 12 del 31 Dicembre 2014

Sicilia

Palermo ha ospitato, nelle settimane scorse, diversi appuntamenti, quanto mai importanti per la vita dell’Anffas. Dopo l’interessantissimo convegno “I servizi per le persone con disabilità: integrazione socio-sanitaria” e la riunione dei componenti del Consiglio Direttivo nazionale dell’ANFFAS, si è tenuta, infatti, un’importante sessione di lavoro dei responsabili delle associazioni siciliane.
    Nella circostanza, oltre che tirare le fila delle risultanze emerse nei giorni precedenti, sono state dibattute le linee programmatiche per l’effettiva attuazione del “Progetto Anffas Sud”, finalizzato ad elevare il livello di qualità di vita delle persone con disabilità che vivono nelle regioni meridionali. E, di conseguenza, le strategie per favorire la riflessione e il dibattito per la realizzazione di una vera integrazione tra servizi socio- assistenziali e servizi sanitari dedicati alle persone con disabilità che, in Sicilia, risultano doppiamente discriminate: a causa della disabilità e per via del luogo in cui vivono.        

Brolo

Anche l’Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale è stata presente nelle piazze, il 13 e 14 dicembre scorso,  per sostenere, insieme a Telethon, la ricerca sulle malattie genetiche.
    Questa partecipazione segna il primo importante passo della partnership che Anffas e Telethon hanno avviato a sostegno della ricerca scientifica sulle disabilità intellettive e/o relazionali.
    L'obiettivo è quello di promuovere e sostenere la ricerca genetica sulle malattie che determinano disabilità intellettive e relazionali, per assicurare un futuro di speranza alle presenti e future generazioni lungo l'intero orizzonte dell'approccio scientifico alla disabilità: dalla prevenzione alla diagnosi e al trattamento.
    Tra le realtà siciliane partecipanti alla Giornata anche la Cooperativa Sociale Brolo Integrazione che ha organizzato nella propria cittadina un’iniziativa in via Nazionale, angolo via Libertà.

Catania

Venerdì 12 dicembre si è svolto, presso la Sala Consiliare di Palazzo degli Elefanti, l’incontro sul tema “Il dopo di noi - iniziative legislative e percorsi assistenziali”, promosso dal Comune di Catania e dalle associazioni Anffas, Autismo Oltre e Un futuro per l’autismo.
    Tutti i genitori di Persone con Disabilità si preoccupano per il futuro dei propri figli, con la piena consapevolezza che altri se ne dovranno prendere cura. Esistono adeguate ipotesi d'aiuto di fronte a queste paure? Il Disegno di Legge, tutt'oggi all'esame della Commissione Parlamentare, sarà una risposta? Questi i principali quesiti rappresentati dai responsabili delle associazioni alle massime autorità istituzionali e sanitarie presenti.
    Al termine del convegno, l’on. Franca Biondelli, Sottosegretario di Stato alle Politiche Sociali, ha espresso il desiderio di poter ritornare a Catania per comunicare di persona la conclusione del percorso normativo e l'entrata in vigore della legge che consentirà concreti cambiamenti nel tessuto sociale.

Modica

La disabilità, nel mondo e soprattutto in Sicilia, è un argomento sempre accantonato e che si scontra con tante difficoltà al momento di veder affermati i propri diritti; cosa che, ad esempio, accade ai progetti individualizzati proposti dall’articolo 14 della legge 328/2000: percorsi fondamentali che devono necessariamente interconnettersi con la sanità per poter essere portati avanti nel migliore dei modi.
    Partendo da questa premessa, l’Anffas Modica e le Associazioni del territorio hanno pensato di presentare un progetto denominato “LIBERO ACCESSO” (percorsi di accoglienza e invio di pazienti non collaboranti minori e adulti) all’ASP di Ragusa, per dare sostegno alle persone disabili minori o adulte non collaboranti.
    Il progetto prevede alcuni obiettivi da raggiungere come, ad esempio, aiutare le persone disabili a superare i disagi che si trovano ad affrontare in un ambiente a loro estraneo; garantire alla persona disabile la possibilità di essere seguita da familiari e operatori, se non riesce a trovarsi a proprio agio in strutture ospedaliere, per tutto il loro percorso assistenziale; facilitare il lavoro degli operatori sanitari che avranno il contatto con la persona disabile; puntare all’apertura di un reparto di rianimazione pediatrica con adeguate attrezzature e con personale addestrato; provvedere e sollecitare che tutte le postazioni di elisoccorso del territorio regionale siciliano siano abilitate al volo notturno; prevedere la riserva di stanze per pazienti con disabilità grave e gravissima non collaboranti. Lo stesso progetto prevede, inoltre, al suo interno, le azioni e le modalità operative utili a raggiungere gli obiettivi prefissati.
    Nel frattempo, a fine novembre, i ragazzi dell’Anffas hanno ricevuto la graditissima visita di S.E. il vescovo di Noto, mons. Antonio Staglianò, al quale hanno donato un delicato segnalibro realizzato durante le attività di laboratorio artistico, sotto la guida della prof. Stefania Moschitta.
    Inoltre, nelle settimane scorse, l' Anffas ha scelto di dedicare una delle sue uscite settimanali alla solidarietà, visitando una di quelle realtà che, sul territorio, ne rappresenta un bellissimo e tangibile esempio: l' Avis. I ragazzi dell' Anffas sono stati accolti dal disponibilissimo Presidente dell'associazione, Rosario Avola, il quale, guidandoli per la sede, ha spiegato loro tutte le varie fasi che precedono la donazione vera e propria, nonché le diverse tipologie di donazioni possibili. Al termine della visita, che si è conclusa, tra l'altro, con una donazione del Presidente e della vice-Presidente dell' Anffas, sia i ragazzi che i volontari hanno lasciato l'Avis con la consapevolezza che donare il sangue, volontariamente e periodicamente, sia una grande scelta di solidarietà e di disponibilità: verso gli altri in primis, perché significa affermare concretamente che la vita di chi soffre ci sta a cuore, ma anche verso se stessi, perché si contribuisce ad accrescere un patrimonio collettivo di cui ciascuno può usufruire nel momento del bisogno.

Palazzolo Acreide

Accanto alle altre iniziative del periodo, particolare rilevanza assume la mostra “Nulla su di noi senza di noi” che, inaugurata sabato 13 dicembre nella Sala Verde del Comune di Palazzolo Acreide, rimarrà aperta durante tutte le festività natalizie.
    Allestita con la Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap, sviluppa un percorso per immagini della tappe e delle vicende più importanti della vicenda dei diversamente abili nel nostro paese, riproponendo la storia, le azioni, la voglia di partecipazione delle persone con disabilità e delle loro famiglie. Immagini simbolo che testimoniano diversi passaggi epocali, partendo da come era visto questo universo solo alcuni decenni addietro e dalle condizioni di vita che ne penalizzavano il quotidiano. Per ribadire, però, la ferma volontà di andare avanti, continuando a incidere nella società per assicurare un futuro che superi le perduranti discriminazioni

Patti

Sono iniziati, il 3 dicembre scorso, gli stage relativi al Corso di Operatore Agricolo-Ambientale dell’articolato Progetto, "A Piccoli Passi", che l’ANFFAS di Patti sta portando avanti. Con tali esperienze formative pratiche si stanno, quindi, concretizzando ulteriori specifiche qualificazioni per percorsi innovativi di inclusione socio-lavorativa ed empowerment per persone con disabilità.
    Giorno 1 dicembre erano stati, invece, presentati due nuovi laboratori inseriti nel progetto "Oltre l'Arte":  "L'appetito vien mangiando", ideato dalla dott.ssa Nella Rucci, e "Identità e Appartenenza", a cura dalla dott.ssa Marina Mollica. Durante l'incontro sono stati consegnati ai familiari dei ragazzi un ricettario e un album autobiografico, frutto del lavoro svolto durante le attività del centro diurno.

Ragusa

A fine novembre i commercianti di via Roma, in collaborazione con l’Anffas di Ragusa e la sezione cittadina dell’Ascom, con il patrocinio del Comune, hanno promosso l’iniziativa “Weekend’arte - Il riciclo”. Si è trattato di un’esposizione di opere di varie discipline, realizzate dai ragazzi che frequentano il laboratorio artistico del Centro Anffas, sul tema del riciclo. Allestita, in buona parte, negli spazi di via Roma 172/c, si è articolata anche attraverso esposizioni nelle vetrine di numerosi esercizi commerciali.
    Dal 3 al 7 dicembre, negli ex locali Max Mara di Via Roma angolo via Sant’Anna, l’Anffas di Ragusa ha, poi, proposto alla città la mostra fotografica realizzata dalla FISH, dal titolo “Nulla su di noi senza di noi”, per riaffermare il bisogno di “uscire dalla segregazione, superare la marginalità, riappropriarci della libertà è la nostra storia, è la nostra identità”.
    In questi giorni, inoltre, particolare successo sta riscuotendo l’offerta di manufatti in ceramica di altissimo livello, realizzati dai ragazzi e proposti nella sede di via Eugenio Criscione Lupis n. 97 (tel. 0932.623486).

Siracusa

Fernando Peretti, presidente dell’Anffas di Siracusa e portavoce della Consulta provinciale delle associazioni di volontariato e di utenti con disabilità e loro famiglie, in occasione della “Giornata mondiale della disabilità” dello scorso 3 dicembre, ha diramato il seguente comunicato stampa:.
     “Come ben sapete, oggi ricorre la giornata dedicata alla disabilità mondiale e quindi, anche noi, a livello locale, ove nel quotidiano ci sforziamo di lottare sempre per rendere, meno pesanti a tutti, nella nostra Provincia, questa condizione, cercando di fare rispettare i diritti acquisiti e quelli di acquisire, delle persone con disabilità e quindi ci muoviamo, tutto l’anno, in funzione di ciò.
    Pertanto, questo 3 dicembre ci vede in prima linea per cercare di fare realizzare da Comune ed ASP 8  e Regione i “Progetti Individuali di Vita” art. 14 Legge 328/2000, in modo giusto e confacente ai bisogni individuali della singola persona con disabilità.
    Però proprio  oggi, in concomitanza di questa giornata, con immenso piacere e soddisfazione, voglio informarVi  che, la battaglia per il Progetto  di odontoiatria specialistica, anche chirurgica che, fino a marzo u.s. era seguita  nella nostra Provincia, dagli Specialisti di fama nazionale ed anche oltre, D.ri  Spampinato e Terranova, in Convenzione con ASP 8  e l’Ospedale Ferrarotto di Catania, è stata vinta, perché il Progetto è stato rifinanziato dalla regione e pertanto a giorni sarà rinnovata la Convenzione fra ASP 8 ed il Ferrarotto. Il Dott. Spampinato, con il quale ho seguito passo  passo  tutto l’iter, mi ha detto che,le famiglie bisognose di assistenza, presso l’Ospedale  di Avola, possono contattarlo, per effettuare le prenotazioni, perché, sicuramente, nel mese di gennaio 2015, potranno operare presso il suddetto Ospedale.
    Carissimi, intanto penso che, questo per la Provincia di Siracusa, proprio oggi, non è il massimo di quello che, facciamo e che ci aspettiamo per la disabilità, ma rappresenta, pur sempre,  un modo degno per ricordare questa giornata.”
    Queste le organizzazioni che aderiscono alla Consulta provinciale aretusea: A.N.F.F.A.S., Fondazione S.Angela Merici, AssoFa.Di, A.I.R., A.N.M.I.L. ed A.V.O.di Siracusa, SuperAbile di Avola, Il Volo degli Angeli di Città Giardino - Melilli ed Anffas di Palazzolo Acreide.

seguici su

L'invio di questa newsletter è un servizio gratuito fornito da Conferenza dei Comitati Consultivi e
Comitato Consultivo "AOU “Policlinico – Vittorio Emanuele” di Catania ". I contenuti riportati nella newsletter e nei siti http://conferenzacomitaticonsultivi.overblog.com/ e http://www.policlinicovittorioemanuele.it/comitaticonsultivi sono di proprietà degli stessi ma sono liberamente diffondibili ed utilizzabili con l'accortezza di citarne la fonte.

Trattamento dati personali: link

e cancellazione dalla newsletter: link

Informazioni legali: link