Conferenza dei Comitati Consultivi- Bollettino di Dicembre 2014
versione Web | Archivio Bollettini vai | Aggiungi Comitato Consultivo alla tua rubrica
header CCC


Bollettino n. 12 del 31 Dicembre 2014

Augusta

Legittima e sacrosanta soddisfazione, quella espressa il 6 dicembre scorso dai responsabili della Misericordia sul profilo fb.
“E sono 30..... 30 anni di una realtà di volontariato tutta Augustana, integrata in una rete locale e nazionale di tutto rispetto. I nostri volontari non sono super uomini sono semplici cittadini che si spendono per altri cittadini. E proprio 30 anni fa come oggi grazie alla lungimiranza di alcuni concittadini kiwaniani nasceva questa associazione. Quello stesso giorno una persona illustre disse. <<... al massimo durate 6 mesi e poi chiudete>>. Bene quei sei mesi si sono rinnovati ben 60 volte e siamo ancora qua, con i nostri volontari, le ambulanze, i mezzi di protezione civile e tanta buona volontà al servizio esclusivo della comunità Augustana. Grazie a tutti coloro che hanno reso possibile questo. Che Dio ve ne renda merito. P.S. Tutti coloro che in questi 30 anni sono stati nostri volontari si tagghino e condividano la foto.”

Catania San Leone

Praticamente per tutto il mese di dicembre   -hanno, infatti, iniziato martedì 2 e saranno presenti, ufficialmente, fino alla vigilia di Natale (ma potrebbero continuare anche oltre)-   i volontari della Misericordia di Catania San Leone hanno allestito, anche quest’anno, un punto di assistenza presso il Centro Commerciale “alle Porte di Catania” per aiutare i clienti nel confezionare i pacchi regalo.
Che è anche l’occasione per divulgare l’impegno e le attività solidaristiche che caratterizzano il quotidiano dell’associazione e sensibilizzare gli acquirenti ad aiutare a sostenerne gli sforzi.
Per la gioia dei bambini non è mancata la presenza di un Babbo Natale d’eccezione, di una figura storica della Misericordia di San Leone.

Enna

Una formazione della Misericordia  partecipa, insieme alle squadre formate da volontari della Croce Rossa Italiana, dell’ANPAS, dell’AVIS – ADMO, dell’ASDC Ennese e dell’UIS, all’iniziativa “Christmas Goal: volontari in campo per un obiettivo comune” organizzata domenica 21 dicembre presso il Palazzetto dello Sport di Enna.
Si tratta di una meritoria manifestazione sportiva con finalità solidaristiche dato che il ricavato dell’evento sarà destinato all’acquisto di un defibrillatore semiautomatico esterno da donare allo stesso Palazzetto dello Sport ed a disposizione degli sportivi che lo frequentano e dell’intera comunità.

Misterbianco

Avevano svolto servizio come volontari da circa due anni, ma hanno deciso di diventare “soci” della Fraternità di Misericordia di Misterbianco e così, nel corso della celebrazione liturgica di domenica 14 dicembre presso la Chiesa di San Nicolò, hanno professato il loro atto di giuramento.
Cresce, pertanto, la disponibilità di quanti impegnati nella Fraternità a favore delle necessità della comunità e, in primo luogo, dei fratelli nel bisogno.
Sempre e, soprattutto, in momenti di particolare valenza, come per la Notte Santa.
La Misericordia e la locale Fratres non hanno così mancato, anche quest’anno, di organizzare la sera del24 dicembre, la “Cena del Nonno”. Un’occasione di fratellanza per stringersi intorno ad anziani soli e meno anziani in difficoltà e, con loro, condividere un momento di serenità, di gioia e di speranza. 

Nicolosi

Durante il periodo prenatalizio i volontari della Misericordia di Nicolosi hanno allestito, davanti la loro sede, un banchetto e donato dolci e le tradizionali stelle di Natale ricambiate da offerte che serviranno per i fini istituzionali dell’associazione. L’occasione per riconfermare il sincero ed affettuoso legame tra la comunità e l’associazione, un legame “antico” che data da più di 30 anni.
La Misericordia "ut unum sint" di Nicolosi venne, infatti, costituita l'8 febbraio 1983 ad opera di un gruppo di giovani animati da spirito di altruismo e mossi da profonda fede. In questi anni, tanta gente ha prestato servizio, volontari, obiettori di coscienza, ed ultimi (ma solo in ordine di tempo) ragazzi del servizio civile. Con l'operato silenzioso ed anonimo è riuscita, anche se solo in parte, ad alleviare le sofferenze di tanta gente. Oltre al servizio di pronto intervento, oggi la Misericordia si occupa principalmente dell'assistenza e del trasporto di persone bisognose, di diversamente abili e di quanti hanno la necessità di avere un servizio di trasporto.

Patti

E’ scaduto il 15 dicembre scorso il termine di presentazione delle domande per poter partecipare alla selezione di 4 giovani, di età compresa tra i 18 e i 28 anni, da impiegare nel progetto di servizio civile denominato "KREION" approvato dall'Ufficio Nazionale per il Servizio Civile. Si sta, ora, passando alla fase successiva per poter dar avvio al servizio. Il progetto Kreion della Confraternita di Misericordia di Patti, che durerà 12 mesi, intende rispondere a tutte quelle necessità che i minori disabili e le loro famiglie manifestano a causa della mancanza di servizi e strutture che permettano a tali soggetti “speciali” di occupare il loro tempo extrascolastico in modo costruttivo, seppur congruo alle loro potenzialità.
Alla fine di Settembre 2014 la Confraternita ha programmato l'apertura di un Centro Diurno per minori disabili. E, allo scopo, ha già provveduto ad una mappatura di tali soggetti presenti sul territorio, con la collaborazione dei Servizi Sociali del Comune di Patti e dei limitrofi comuni di Montagnareale e di Librizzi.

Pedara

I volontari della Misericordia hanno collaborato all’iniziativa “Dona un libro, prendi un libro” promossa dall’associazione “Ultreya e Suseya” nell’ambito del Mercatino di Santa Lucia che ha avuto luogo a Pedara da venerdì 12 a domenica 14 dicembre.
L’evento, una mostra mercato a cura degli hobbisti del comprensorio etneo finalizzata alla valorizzazione dell’artigianato locale e per presentare tante idee regalo per il periodo natalizio, aveva una sezione -appunto quella del libro-  che, proponendo il mercatino dell’usato voleva incentivare la lettura, specie nei giovani e diffondere la cultura del libero scambio. In particolare, chi aveva donato dei libri poteva prenderne, gratuitamente, lo stesso numero; mentre se si volevano prenderne senza aver donato, o in numero superiore a quelli donati, si poteva contribuire con 1 o 2 euro per ogni libro preso.

S. Maria di Licodia

L’importante comunicato sotto riportato, che merita la massima divulgazione, è stato diramato, nelle settimane scorse dalla Misericordia di Santa Maria di Licodia.
“La richiesta di donazione a favore di organizzazioni ONLUS di più o meno veridicità sembra essere divenuto il business dei ladri moderni. Da qualche giorno, infatti, nel circondario di Santa Maria di Licodia è giunta notizia che una signora di media età si aggiri raccogliendo offerte per le iniziative che la Misericordia locale (Belpasso, Nicolosi, Pedara, ecc) sta organizzando. La signora, anche se indossa un cappellino con un logo delle Misericordie, con la Misericordia non c'entra nulla. L'allarme è stato lanciato da diversi Governatori ed addirittura da un Correttore Spirituale che si è visto palesare la signora (magari ignara del ruolo ricoperto dal Parroco, ndr) che chiedeva offerte per la Misericordia.
E' bene dunque fornire ai cittadini alcuni elementi che possano ben identificare i reali confratelli di Misericordia. Infatti, coloro che richiedono donazioni o effettuano trasporti per conto della Misericordia non solo vestono le tipiche divise dell'associato (giallo\ciano oppure blu\arancione) ma esibiscono anche il tesserino di riconoscimento con tanto di nome, cognome e foto. Tale tesserino, va precisato, non rappresenta un documento di riconoscimento, pertanto laddove si sospetti che i dati presenti sullo stesso risultino non veritieri, va confrontato con un valido documento di riconoscimento. In più, una volta ricevute le offerte, il volontario rilascia regolare ricevuta corredata da firma e timbro dell'associazione. Nella totalità dei casi, i volontari incaricati in eventuali campagne di raccolta fondi o nello svolgimento dei trasporti sanitari, usufruiscono dei mezzi (ambulanza, automedica, pulmino, ecc) dell'associazione, i quali diventano quindi un ulteriore motivo di fiducia e garanzia.
Già in passato, per rievocare le cronache, si erano verificati casi simili su Santa Maria di Licodia, dove sono stati portati via dei salvadanai posti presso gli esercizi commerciali, attraverso tecniche similari.
Per quanti non conoscessero la divisa ed i colori della Misericordia e la livrea dei mezzi di soccorso, è possibile confrontarli con le immagini riportate. Riguardo la livrea delle Ambulanze, c'è da specificare che oltre le fasce trasversali gialle e ciano, bisogna verificare che sulle fiancate sia riportata la dicitura "Misericordia di ........", il numero di telefono della Misericordia di riferimento e il classico triangolo a sfondo giallo con al centro una croce di colore rossa affiancata dalle lettere "F" e "M" con in basso la scritta "Misericordie".
Per qualunque dubbio, è sempre possibile contattare la locale Fraternita di Misericordia allo 095/628802 oppure al 345/0080517.”

S. Piero Patti

Una delegazione di donne della Misericordia di San Piero Patti hanno partecipato al Convegno – Dibattito organizzato dal Salotto Culturale H2 Donne, La Clessida e Circolo Antiviolenza di San Piero Patti presso il Circolo Mediterraneo di Gioiosa Marea lo scorso 30 novembre sul tema della violenza contro le donne.
Sono state, nella circostanza, letti toccanti brani su dolorose esperienze vissute e ribadito il valore del rispetto e della dignità delle donne. Dal convegno è stato, quindi, lanciato un messaggio chiaro ed univoco: denunciare, sempre e comunque, la violenza; non sopportare e non accettare le sopraffazioni. Mai.

Spadafora

Dal 1985 si celebra, nei primi di dicembre, la giornata mondiale del volontariato. Voluta dall’Assemblea generale delle Nazione Unite ha lo scopo di riconoscere il lavoro, il tempo e le capacità dei volontari in tutto il mondo. Per la ricorrenza l’associazione Eccoci con la collaborazione della Misericordia e della Fratres ha organizzato, sabato 6 dicembre, l’evento “Porte aperte” presso gli ex campi da tennis di via San Martino di Spadafora. Ognuna di esse ha coinvolto gli studenti delle quinte elementari e della scuola media inferiore del paese per un’efficace azione di sensibilizzazione ai temi della solidarietà e per spiegare le attività specifiche che le vedono quotidianamente impegnate a vantaggio della comunità.
I volontari della Misericordia hanno, poi, organizzato insieme ai donatori di sangue Fratres due momenti di condivisione e di fratellanza nell’ambito dell’iniziativa “Natale insieme” previsti per domenica 21 e domenica 28 dicembre presso i locali della scuola media “Aristide Gabelli”.

seguici su

L'invio di questa newsletter è un servizio gratuito fornito da Conferenza dei Comitati Consultivi e
Comitato Consultivo "AOU “Policlinico – Vittorio Emanuele” di Catania ". I contenuti riportati nella newsletter e nei siti http://conferenzacomitaticonsultivi.overblog.com/ e http://www.policlinicovittorioemanuele.it/comitaticonsultivi sono di proprietà degli stessi ma sono liberamente diffondibili ed utilizzabili con l'accortezza di citarne la fonte.

Trattamento dati personali: link

e cancellazione dalla newsletter: link

Informazioni legali: link