facebook twitter
ccc yt
costruire salute
header CCC

AIC

Sicilia

Si avvia ormai a  conclusione l’articolato programma delle assemblee delle sezioni comunali e provinciali dei soci Avis della Sicilia, con la definizione degli ultimi dettagli in vista della quarantacinquesima Assemblea Regionale Avis Sicilia, convocata a Siracusa dal 24 al 26 aprile 2015.
    Un appuntamento molto importante, anche in considerazione dei processi di accreditamento in corso, alla luce dei rigorosi requisiti strutturali, tecnologici ed organizzativi minimi imposti dalla vigente normativa per le unità di raccolta del sangue e degli emocomponenti.
    Sarà, ovviamente, l’occasione per fare i bilanci delle attività svolte nel 2014, indicare le linee programmatiche per il futuro ed eleggere i partecipanti alla 79ª Assemblea generale di AVIS, in programma dal 22 al 24 maggio prossimi, a Palermo, nella splendida cornice del Teatro al Massimo.

Provinciale Catania

Si è svolta lo scorso 15 marzo, presso il Centro Polifunzionale delle Terme di Acireale, la XXXVIII Assemblea annuale ordinaria dei soci dell’Avis Provinciale di Catania.
    Nella sua articolata relazione il Presidente Francesco Strano ha, tra le altre cose, evidenziato le difficoltà incontrate per pervenire all’adeguamento ed all’accreditamento dei Centri donazione, tutt'altro che facilitato, in certi casi, dai valutatori; ma, anche, gli ottimi risultati conseguiti nel corso del 2014. Tra questi: il reperimento e l’attivazione di nuovi locali della sezione comunale di Acireale (che ha, addirittura, aumentato il numero delle donazioni) ed i buoni risultati di Caltagirone, Giarre-Riposto, Militello in Val di Catania e San Michele di Ganzaria. Non ha, comunque, minimizzato il disagio attuale rispetto al quale ha prospettato la possibilità di avvalersi delle cosiddette “Articolazioni organizzative ”, previste dall’art. 8 dello Statuto, ovvero la possibilità di creare Consorzi tra consorelle.

Palermo

In occasione del ventesimo anniversario della sua fondazione, la sezione comunale di Villafrati ha ospitato la XXV Assemblea Provinciale Avis di Palermo.
    L’evento, che si è svolto il 15 marzo scorso presso il Teatro del Baglio, ha fatto emergere una certa soddisfazione per l’impegno profuso nel corso del 2014 perché, pur con un lieve calo complessivo, le sacche raccolte tra gli avisini di Palermo e provincia e conferite ai trasfusionali dell'A.U.O.P. “Paolo Giaccone” e dell'ASP 6 Palermo sono state ben 12.398, alle quali vanno sommate altre 174 unità, donate direttamente presso i trasfusionali, soprattutto in aferesi di preziose piastrine e plasma.    
    Numeri importanti (un totale di 12.572 donazioni), quindi, che hanno contribuito, in modo significativo, al fabbisogno regionale; in un anno, peraltro, “frenato” per l’applicazione delle norme di tracciabilità del sangue e degli emoderivati e da comportamenti della burocrazia che non supportano i bisogni di coloro che soffrono, data una tempistica che, spesso, non si relaziona con le scadenze o le urgenze.
    Anche nel 2014, la sezione comunale che ha contribuito di più è stata quella di Corleone, con 858 sacche (ed un incremento del 2,5% rispetto allo già splendido risultato del 2013). Benissimo anche Partinico, 545 unità (+17,5%), Monreale-Pioppo, 638 unità (+3,4%), Altofonte-Piana, 554 (+ 10%), Montelepre-Grisì, 383 (+ 27,5%) nonché Mezzojuso, 178 (+200%) e Bagheria, 206 unità (+ 57%).
    È emersa, anche, la necessità di esprimere un forte impegno per abbassare l'età media dei soci-donatori, per avere donatori-consapevoli giovani e svolgere un ruolo sociale di prevenzione delle malattie, in particolare di quelle trasmissibili.

Provinciale Ragusa

La XXXVII Assemblea degli associati Avis della provincia di Ragusa, che si è svolta a Scoglitti lo scorso 15 marzo, ha preso atto, con soddisfazione, dell’intensa e proficua attività svolta nel 2014. Peraltro, e molto convenientemente, alla vigilia era stato predisposto un puntuale ed articolato documento, “il Bilancio di Missione 2014”, che riprendeva i numeri, le tappe e le iniziative messe in campo.
    Di tale documento si propongono le seguenti due tabelle:


Dati che si commentano da soli e che rendono grande onore e attirano indiscussa riconoscenza alla struttura organizzativa provinciale ed alle sue efficaci articolazioni. Dati che confermano la grande capacità dei quadri responsabili che si sono succeduti nel tempo e la meritoria e radicata  risposta che la comunità iblea ha saputo esprimere.
    Su tutti, almeno due elementi meritano di essere sottolineati:
•    l’Organizzazione Mondiale della Sanità indica in 40 donatori su 1.000 abitanti il rapporto che tende all’autosufficienza di sangue in un territorio: nel ragusano sono ben 110, permettendo all’intera Sicilia, con i trasferimenti, di vivere una condizione meno disperata;
•    sono arrivate a 5.315 le donazioni nei due mesi drammatici di luglio e agosto: un prestigioso traguardo che dovrebbe far molto riflettere le comunità di province ben più popolose.

Provinciale Siracusa

Un significativo incremento, sia nel numero delle donazioni che in quello dei soci, ha contraddistinto l’attività delle sezioni comunali Avis della provincia di Siracusa durante il 2014. Sono state, infatti, circa 18.000 (con un aumento di quasi 900) le unità di sangue raccolte nel periodo e sono arrivati a circa 12.000 (con un aumento di 550) i soci  nell’intera provincia.
    Questi i dati più significativi emersi nel corso della ventinovesima assemblea provinciale che si è svolta a Pachino lo scorso 15 marzo. L’appuntamento ha, altresì, fornito l’occasione per tracciare le linee programmatiche per il prossimo futuro al fine di mantenere e, possibilmente, migliorare questi ottimi risultati.

Biancavilla

Nelle settimane scorse la sezione Avis di Biancavilla ha proceduto alla cerimonia di affissione, nella sede di via Garibaldi, della targa di intitolazione a Nino Tropea. Un riconoscimento, sentito da tutti, nei confronti del socio fondatore e storico direttore sanitario dell’associazione, scomparso nel 2011 all’età di 82 anni.
Il dottor Tropea era stato, nel gennaio del 1987, tra i fondatori della sezione avisina e, fino al 2008, componente del suo consiglio direttivo. Instancabile e sempre presente, anche a livello provinciale e regionale, aveva ottenuto, nel 1998, il prestigioso riconoscimento “Una vita per l’Avis”.
Medico presso l’ospedale di Biancavilla e di base fino al 1999, Tropea era apprezzato dall’intera comunità non soltanto per la sua attività professionale ma anche per il grande impegno civile e sociale

Calascibetta

A fine febbraio gli avisini xibetani si sono riuniti per la loro assemblea annuale.  L’occasione è servita, tra l’altro, per fare un bilancio dell’attività svolta e per alcuni adempimenti associativi.
Per quanto riguarda il primo aspetto, è stato registrato, con grande soddisfazione, che la sezione ha visto quasi raddoppiare il numero degli iscritti nel corso dell’anno, a riprova del grande sforzo profuso nell’impegno di sensibilizzazione della comunità verso una cultura della solidarietà, per diffondere valori morali e sociali e per il superamento di vecchi ed infondati pregiudizi sulla donazione del sangue.
Nell’occasione, l’assemblea ha anche, all’unanimità, rinnovato la fiducia a Marco Augello, riconfermandolo delegato provinciale Avis.

Comiso

Lettera del Presidente Avis Comiso per la 32ª Assemblea Cittadina:
Carissimi,
Il 21 febbraio 2015 si è tenuta la 32 esima assemblea cittadina dell’Avis di Comiso.
Immersi nella splendida cornice dell’Auditorium Carlo Pace del Teatro Naselli abbiamo ospitato, con mio grande piacere, un gran numero di donatori e non che hanno dato la loro disponibilità a far parte di questa splendida famiglia.
Durante l’assemblea abbiamo ricevuto il saluto di numerose autorità: il Presidente della Commissione Sanità della Regione Sicilia, il Presidente del Consiglio Comunale e il nostro Presidente Regionale.
Sono intervenuti anche chi ha seguito e sostenuto la nostra crescita come lo staff del Centro Trasfusionale dell’Ospedale di Vittoria,  il direttore dott. Francesco Bennardello, la dott.ssa Giovanna Fretto che ci hanno comunicato la vicinanza di tutto il team.
Sono estremamente orgoglioso dell’anno appena trascorso in quanto, gli obiettivi più importanti, ed oserei dire anche più ardui, sono stati TUTTI raggiunti e cert’uni anche ampiamente superati, come il raggiungimento delle 1000 donazioni. Grazie al costante impegno di tutti, tale obiettivo si è potuto raggiungere già a ottobre del 2014, consentendoci di chiudere l’anno con ben 1419 sacche raccolte, tra sangue intero e plasma, quasi il 60% in più rispetto l’anno precedente. Un altro importante obiettivo raggiunto è stato l’ottenimento del decreto di Accreditamento presso l’Assessorato alla Sanità consentendoci di garantire a chi viene a donare il sangue, un livello di qualità e sicurezza ad altissimi livelli.
Inoltre con l’aiuto di benefattori abbiamo potuto sostituire ben tre poltrone dedicate alla donazione, acquistare un defibrillatore consentendoci di offrire un’ulteriore garanzia di sicurezza verso i nostri donatori divenendo una struttura cardioprotetta e rinnovare strumentazioni di segreteria.
Una forte integrazione nell’ambiente scolastico cittadino, a più livelli, ha riscosso, nell’ultimo anno, il favore delle istituzioni e degli alunni come hanno testimoniato i rappresentanti di Istituto  della sezione classica e scientifica dell’ ISIS G. Carducci Biagio Cubisino e Giacomo Lauria e il dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo G. Verga, Prof.ssa Maria Giovanna Lauretta, con la quale, oltretutto, abbiamo avviato un progetto che prevede la presenza constante di Avis Comiso durante tutte le esibizioni dell’orchestra scolastica.
Tutto questo e molto altro è stato reso possibile grazie all’impegno costante di un gruppo di volontari che costituiscono il Consiglio Direttivo e di cui io mi pregio di essere il presidente dal mese di settembre 2014, continuando l’ottimo lavoro iniziato dal mio predecessore, dallo staff medico infermieristico e dalla segreteria.
Una grande attenzione è stata posta ai giovani e al loro mondo, implementando l’uso dei social networks e del web con la pubblicazione di un sito internet a costo zero che permette di fornire servizi interattivi ai donatori.
Lo sviluppo di attività giovanili rientra nel programma di attività dell’anno in corso con la forte volontà di avviare anche a Comiso l’Avis Giovani.
Un grazie particolare va ai nostri donatori, protagonisti indiscussi di questi traguardi.
Il Presidente, Salvatore Barone”

Corleone

Quella appena passata è stata una gran bella Festa della Donna per la sezione comunale, protagonista di alcuni eventi:
•    Sabato 7 marzo, con la partecipazione alla manifestazione “We are women”, promossa dalla Direzione Didattica Camillo Finocchiaro Aprile di Corleone, nel corso della quale sono state affrontate tematiche importantissime di grande impatto sociale e sanitario.
•    Domenica 8 marzo, vivendo la “festa” nella pienezza del suo valore. Tantissime Donne, ma anche molti uomini, hanno affollato la sua sede per rispondere alla richiesta di aiuto e garantire continuità alla vita, donando ben 40 sacche al Trasfusionale Policlinico "Paolo Giaccone" di Palermo. A queste si sono aggiunte 10 pre-donazioni, a riprova di quanta nuova gente stia recependo gli sforzi profusi dall’associazione.

Enna

Oltre alla sensibilizzazione verso la donazione del sangue e del volontariato, l'interesse dell' AVIS comunale di Enna si è concentrato anche sul mondo dello sport. Questo interesse ha permesso la realizzazione del “Premio AVIS” alla 5ª Mezza Maratona Città di Enna, disputatasi lo scorso 15 febbraio presso l'Autodromo di Pergusa.
Alla gara hanno partecipato anche trentadue donatori AVIS, provenienti da tutta la Sicilia: i primi sei di essi che hanno varcato il traguardo sono stati premiati dal Presidente AVIS Comunale di Enna, Giulia Buono, e da alcuni rappresentanti dell' Associazione. A ricevere i premi sono stati: Carpinteri Franco, Pafumi Enrico e Spagnuolo Salvatore Filippo M. (categoria uomini) e Cassaro Zaira Evelyn, La Mattina Elisa e Carbè Teresa (categoria donne).
La gara podistica su strada, corsa sulla distanza di Km 21,097, è stata organizzata da A.S.D. Atletica Enna, con il patrocinio del Comune di Enna e dell' Ente Autodromo di Pergusa e ha visto la partecipazione di circa settecento atleti provenienti da tutta la Sicilia.
Altre attività sono state svolte dai volontari avisini nell’ambito del “Progetto di Sensibilizzazione al Volontariato e alla Donazione del Sangue”, rivolto al mondo giovanile, avviando, grazie alla piena disponibilità ricevuta da tutti i dirigenti scolastici della città, visite di informazione e sensibilizzazione nelle scuole. Il progetto, che durerà due mesi, ha avuto un primo incontro sabato 7 marzo, presso la scuola elementare E. De Amicis.

Galati Mamertino

La recente festa della donna ha visto la sezione avisina, intitolata a “Giacomo Emanuele”, impegnata in due iniziative:
•    sabato 7 marzo, presso la sede sociale di via Sant’Antonio, l'organizzazione del periodico appuntamento con la donazione di sangue;
•    domenica 8 marzo, in piazza San Giacomo e piazza San Basilio, l'allestimento di banchetti per l’iniziativa “La primula della solidarietà”. Nonostante le non favorevoli condizioni meteo, infatti, la sezione non ha voluto mancare l’occasione per testimoniare il suo legame con il territorio e con le donne, in particolare. Un legame “antico”, tant’è che lo scorso settembre ha festeggiato il 30esimo anniversario di attività. Un lungo arco di tempo in cui ha voluto e saputo rappresentare un presidio importante per la raccolta del sangue nelle Madonie; la sezione, infatti, oltre che a Galati Mamertino, organizza appuntamenti di raccolta anche a San Salvatore di Fitalia.

Gangi

L'AVIS Comunale di Gangi ha indetto un concorso a sorteggio denominato "SORTEGGIO DEL DONATORE DELL'ANNO 2015".
Partecipano all’estrazione di un Computer All-in-one tutti i soci che nel periodo compreso tra il 1° gennaio ed il 31 dicembre 2015, avranno donato sangue intero o emocomponenti nelle raccolte organizzate dall'Avis Gangi: almeno due donazioni, se donne, e tre, se uomini. Mentre, quindi, continua l’impegno per far crescere il numero delle donazioni periodiche, la sezione non manca di essere presente in altre iniziative solidaristiche. Come di recente, lo scorso 8 marzo, nella Piazzetta Zoppo di Gangi, quando i suoi attivisti hanno animato l’iniziativa “la Gardenia di A.I.S.M.”, finalizzata alla raccolta di fondi per sostenere la ricerca contro la Sclerosi Multipla.

Mazara del Vallo

Il motoraduno "Mazara on the road” costituisce, ormai da anni, un eccezionale momento di aggregazione che vede convergere a Mazara del Vallo centinaia di amanti di tutti i tipi di moto ed appassionati delle due ruote  da ogni parte della Sicilia.
    Una grande opportunità, quindi, per veicolare il messaggio della donazione del sangue tra i giovani ed il numeroso pubblico presente; e così la sezione avisina è tra i soggetti promotori dell’ iniziativa, che si svolgerà il 13 e 14 giugno prossimi.
    Anche l’edizione di quest’anno sarà un evento coinvolgente per la comunità locale e per quelle dei paesi vicini, dato che alla magnifica sfilata per le vie cittadine ed alle spettacolari prestazioni dei centauri si accompagneranno esibizioni musicali, stands ed interessanti proposte eno-gastronomiche.


Modica

Prende il via un concorso con estrazione a premi riservato ai donatori che riescono a portare in Avis nuovi iscritti. È questo un modo per incoraggiare i donatori ad intensificare quello che già fanno: raccontare la propria esperienza ad amici o parenti che non sono ancora iscritti all'Avis di Modica, invitandoli ad iniziare il percorso da loro vissuto in modo tanto gratificante. Vuole essere un gioco che ha come importante finalità il coinvolgimento di un sempre maggior numero di modicani all'esperienza del dono del sangue.
    Di seguito il regolamento del concorso:
    • Sul coupon che ti sarà consegnato all'Avis verrà segnato il tuo numero identificativo CAI.
    • Consegnalo a qualcuno non ancora iscritto all’Avis, invitandolo a diventare donatore. Se hai modo di coinvolgere più persone, richiedi altri coupon o fotocopia quello che ti è stato consegnato, purché nella copia sia inserito il tuo numero CAI.
    • Al momento dell’iscrizione il coupon verrà inserito nella cartella dell’aspirante donatore e, all’atto della sua prima donazione, farà maturare in capo a te il diritto a partecipare all’estrazione di un premio.
    • L’estrazione sarà fatta ogni volta che nell’urna saranno presenti trenta numeri identificativi e tu sarai rappresentato nell’urna tante volte quanti sono i nuovi iscritti che avrai portato.
    • Ti sarà possibile seguire sul sito www.avismodica.it l’andamento del concorso e tenerti informato sul momento e sul risultato dell’estrazione.
    • I vincitori del sorteggio verranno informati dalla segreteria e potranno ritirare il premio presso l’Avis di Modica in via Aldo Moro.
    • Il concorso non ha scadenza e alla fine dell’anno verrà assegnato un ulteriore premio al donatore che avrà portato il maggior numero di nuovi iscritti.

Noto

La Sala Gagliardi di Palazzo Trigona ha ospitato, nelle settimane scorse,  i lavori della 37ª assemblea annuale dei donatori Avis della sezione di Noto. Un numeroso pubblico di donatori, familiari e simpatizzanti ha ascoltato, con interesse, le varie relazioni dei responsabili, le testimonianze di diversi intervenuti ed i ringraziamenti rappresentati dalle istituzioni locali per il lavoro solidaristico (e non solo nel campo della raccolta di sangue) svolto dall’associazione.     Per quanto riguarda la mission principale, è emerso che nel 2014 la sezione ha raddoppiato il numero delle sacche raccolte appena due anni prima, raggiungendo il traguardo delle 645 unità, sebbene sia stata riconfermata una certa difficoltà nel coinvolgimento della fascia giovanile compresa tra i 18 ed i 25 anni. Verso questa sarà, pertanto, dispiegata un’attenzione speciale, indispensabile per conseguire l’obiettivo del 2015, fissato in 700 unità.
    Continueranno, inoltre, le tante attività svolte nel tessuto sociale, specialmente quelle rivolte ai più piccoli (progetto Rosso Sorriso ed attività ludico-sportive) allo scopo di educarli, già dalla scuola primaria, al concetto di donazione in generale ed a quella del sangue, in particolare.

Palagonia

La bella accoglienza preparata, soprattutto per le donne, in occasione dell’appuntamento di raccolta dell’8 marzo è stata molto apprezzata e s’inquadra in quella serie di comportamenti concreti ed efficaci volti a riaffermare la volontà di essere ancor più vicini ai donatori, per continuare a far crescere il numero delle sacche raccolte che lo scorso anno, certamente per motivi non imputabili all’associazione,  non è stato possibile confermare.
    In ogni caso, sono state ben 710 le unità di sangue conferite nel corso del 2014 nonostante un lungo periodo di inattività imposto dall’adeguamento e trasferimento nella nuova sede di via Bologna, nell’ex Centro Diurno. Un numero, comunque, di tutto rispetto, sia come valore assoluto sia, soprattutto, in relazione al rapporto sacche/residenti effettivi, che, sommato al superamento  dello stato di abbandono e di degrado in cui versava lo stabile, consente di giudicare il bilancio del 2014 in termini più che positivi. Ma, nella volontà e nell’impegno della sezione comunale, il 2015 dovrà essere ancor più significativo.

Prizzi

I soci della sezione comunale avisina di Prizzi si sono riuniti, lo scorso 28 febbraio, per la consueta assemblea annuale.
    Il bilancio dell’attività svolta nel corso del 2014 è risultato estremamente positivo. A dimostrarlo, il numero delle unità di sangue raccolte, che ha sfiorato le 200 unità; un dato quanto mai confortante perché, se riportato al valore ancora più significativo espresso dal rapporto donazioni/popolazione residente ed in condizione di poter donare, assume una dimensione davvero notevole. Prizzi, infatti, conta circa 5.000 abitanti,  moltissimi dei quali sotto i 18 anni e sopra i 65.
    Nel corso dell’amichevole riunione sono stati, inoltre, consegnati attestati di benemerenza a quanti hanno contribuito a questo successo e si è tenuta un’interessante conferenza medica su “Il colesterolo cattivo si vince con una buona alimentazione”, a cura del dott. Gagliano.

Trapani

Attività di sensibilizzazione a 360 gradi, a partire dalle occasioni che riescono a contribuire a veicolare, in modo efficace, la cultura della donazione. Perché antichi pregiudizi che ancora si frappongono per raggiungere l’autosufficienza di sangue possono, più facilmente, essere superati dove e con chi fa cultura.
    Così, la sezione comunale avisina di Trapani è stata una delle associazioni che ha voluto collaborare alla realizzazione della terza edizione dello spettacolo “Artemisia”, dedicato alla pittrice del ‘600 ed organizzato l’8 marzo scorso, in occasione della festa della donna, dall’associazione culturale “Ciuri di Sali” presso la galleria d’arte “l’Urlo di Rosaria”. Un evento di grande livello dove poesia, musica, danza, teatro, comicità e tanto altro sono serviti a riaffermare le ragioni del vivere sociale.

Val d’Agrò

La sezione avisina Val d’Agrò è stata ancora una volta vicina ai giovani ed all’universo dello sport, sostenendo la bella manifestazione dello scorso 22 marzo, che comprendeva tre eventi sportivi:
    - la seconda edizione della “Val d’Agrò running” (riservata alle categorie Fidal: juniores, promesse, seniores e master m/f);
    - una competizione promozionale provinciale open su pista riservata alle categorie esordienti C, B, A, ragazzi, cadetti, allievi maschili e femminili;
    - la camminata non agonistica “Fitwalking della Val d’Agrò".
    Le tre gare prevedevano un giro del percorso sterrato molto compatto di Km 10,400, con partenza ed arrivo dentro la pista di atletica del Centro Sportivo Polifunzionale “Città di Savoca, ubicato nella frazione Rina, attraversando, quindi, buona parte della suggestiva valle dell’Agro, con passaggio nella bellissima Abbazia Arabo Normanna dei S.S. Pietro e Paolo.

Villarosa

Il 7 e 8 marzo 2015, in occasione della Festa della Donna, la Gardenia di AISM è tornata in oltre 4.000 piazze italiane ad anche a Villarosa, grazie a donatori e volontari della locale sezione comunale avisina.
    “DON(n)A la Gardenia di AISM” è stato, infatti,  il titolo della manifestazione di solidarietà, promossa dall’Associazione Italiana Sclerosi Multipla e dalla sua Fondazione (FISM) e finalizzata alla raccolta fondi destinati al finanziamento dei progetti di ricerca e al potenziamento di servizi per le persone colpite da SM, in particolare per le donne, alle quali la manifestazione era dedicata. In particolare, i fondi raccolti quest'anno saranno impiegati in progetti di ricerca finalizzati a trovare nuovi trattamenti per le forme gravi di sclerosi multipla ad oggi orfane di terapie. Una forma che colpisce almeno 25 mila persone in tutta Italia e un milione nel mondo.

L'invio di questa newsletter è un servizio gratuito fornito da Conferenza dei Comitati Consultivi e
Comitato Consultivo "AOU “Policlinico – Vittorio Emanuele” di Catania ". I contenuti riportati nella newsletter e nei siti http://conferenzacomitaticonsultivi.overblog.com/ e http://www.policlinicovittorioemanuele.it/comitaticonsultivi sono di proprietà degli stessi ma sono liberamente diffondibili ed utilizzabili con l'accortezza di citarne la fonte.

Trattamento dati personali: link

e cancellazione dalla newsletter: link

Informazioni legali: link