facebook twitter
ccc yt
costruire salute
header CCC

Comunicati stampa dell’Assessorato alla Salute 

08 settembre 2015 - Reiterata al Ministero richiesta per mantenimento Punti nascita
“Abbiamo reiterato al Ministero della Salute la richiesta di deroga per i Punti nascita per i quali era prevista la chiusura: si tratta delle strutture di Petralia, Mussomeli, Lipari, Licata, Bronte, Santo Stefano Qusquina”. Lo dice Baldo Gucciardi, assessore regionale alla Salute. Lo scorso maggio il Ministero aveva accolto la richiesta di deroga per i Punti nascita di Corleone, Pantelleria, Cefalù e Nicosia; oggi la nuova richiesta dell’assessorato regionale alla Salute per le altre strutture per le quali invece non era stata accolta la deroga.
“In queste settimane – aggiunge Gucciardi – ho incontrato sindaci, amministratori, medici e cittadini, assumendo un impegno: rappresentare al Ministero le loro istanze e quelle di interi territori”. “Oggi abbiamo formalizzato la richiesta per il mantenimento delle strutture, in totale sicurezza, per la salute dei cittadini: ci aspettiamo – conclude Gucciardi – che a Roma possano valutare con la massima attenzione ogni decisione”.

18 settembre 2015 - Aggiornamento del nomenclatore

Il Segretario del Sindacato Branche a Visita, Dr Gibiino, in data 13/09/2015, - relativamente ad una ordinanza emanata dal TAR di Palermo in data 09/09/2015 (peraltro erroneamente indicata come una sentenza definitiva), con la quale è stata sospesa l’efficacia di un provvedimento dell’Assessorato regionale alla Salute di aggiornamento del nomenclatore delle prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale -  ha emanato un comunicato stampa che connota tale vicenda come un caso di malasanità.
Questo Assessorato, che si riserva di agire in ogni competente sede a tutela dell’Amministrazione, ritiene necessario chiarire che le questioni affrontate dal TAR Palermo non afferiscono in alcun modo ai livelli assistenziali ed alle prestazioni sanitarie garantite dal Sistema Sanitario Regionale, ma attengono esclusivamente alle tariffe da applicare ad alcune indagini diagnostiche cardiologiche.
Pertanto, il rilievo dato alla vicenda da parte del Segretario del Sindacato SBV come episodio di malasanità è del tutto infondato, rientrando piuttosto lo stesso nell’ambito della difesa di interessi di categoria rappresentati dal predetto Sindacato.
In estrema sintesi, il provvedimento assunto da questo Assessorato prevede, tra l’altro, la non associabilità nella stessa ricetta di ecodopplergrafia cardiaca (codice 88722) o ecocolordopplergrafia cardiaca (codice 88723) con l’ecografia cardiaca (codice 88721). Invero, tale vincolo di non associabilità non ha ridotto l’assistenza ai Cittadini, anzi esattamente il contrario: con l’ecocolordopplergrafia (o ecodopplergrafia) il cardiologo è tenuto a fornire anche la valutazione ecografica, con diritto a richiedere il rimborso al servizio sanitario regionale della relativa tariffa di euro 61,97 a fronte di euro 113,62 che riceveva dalla somma delle tariffe delle due prestazioni. Ciò senza dubbio determina effetti positivi sulla salute del paziente, al quale viene garantita sempre una prestazione completa, nonché una riduzione significativa delle liste d’attesa.
Inoltre, la decisione assunta dall’Assessorato mira a tutelare i pazienti, ed in particolare quelli che non hanno una esenzione per reddito o sono affetti da patologie per le quali non è prevista la concessione dell’esame in esenzione per patologia, i quali corrisponderanno un solo ticket per la prestazione di ecocolordopplergrafia cardiaca completa della ecografia cardiaca.
A maggiormente avvalorare la scelta dell’Assessorato, si ricorda che su tale tematica sono già state rese pronunce a favore della non associabilità in sede di prescrizione dei predetti esami diagnostici cardiologici (tra le tante: Consiglio di Stato, sezione V, sentenza 1376 del 10/03/2009, Consiglio di Stato, sezione III, sentenza n. 987 del 18/02/2013, Consiglio di Stato, sezione III, sentenza n. 05058 del 18/10/2013, TAR Campania, sentenza n. 19638 del 2004). Il Dirigente Generale del D.P.S. (Dott. Gaetano Chiaro)   L’Assessore per la Salute (On. Baldassare Gucciardi)

24 settembre 2015 -  Incendio ambulanze al Piemonte

“L’incendio delle due ambulanze all’ospedale Piemonte di Messina è un episodio che inquieta e preoccupa, sul quale è indispensabile fare piena luce. Al direttore generale Michele Vullo va la mia piena solidarietà”. Lo dice Baldo Gucciardi, assessore regionale alla Salute. “Sono certo - aggiunge -che la magistratura e le forze dell’ordine  riusciranno a chiarire i contorni di ciò che è accaduto: per quel che ci riguarda avvieremo tutte le disposizioni necessarie e la struttura sanitaria fornirà la massima collaborazione agli inquirenti”.

24 settembre 2015 - Parto plurigemellare a Palermo
“Le mie più sincere congratulazioni all’equipe medica guidata dal professore Antonio Perino, direttore dell'unità di Ostetricia e Ginecologia dell'Azienda Ospedaliera Villa Sofia-Cervello, al reparto di Neonatologia e tutti i medici della struttura che hanno contribuito con successo ad un parto plurigemellare che ci riempie di gioia e dimostra che con un lavoro di squadra, strutture all’altezza e una valida organizzazione si possono raggiungere risultati importanti”. Lo dice Baldo Gucciardi, assessore regionale alla Salute.  “Questo ‘parto record’ di Palermo deve essere un’occasione per rafforzare il nostro impegno verso una crescita complessiva del sistema sanitario siciliano, avendo come riferimento principale l’interesse della popolazione che aspira ad avere servizi sempre più efficienti e moderni.  La recente riorganizzazione della rete ospedaliera – prosegue l’assessore Gucciardi - il decreto di attuazione sul riordino dei punti nascita e il programma di potenziamento delle Aziende ospedaliere e sanitarie siciliane attraverso il varo degli atti aziendali e delle nuove dotazioni organiche vanno proprio in questa direzione”. “Naturalmente – conclude Gucciardi – da parte mia e dell’assessorato alla Salute vogliamo mandare un abbraccio alla mamma e alla sua famiglia, e un affettuoso ‘benvenuto’ ai cinque bimbi”.


L'invio di questa newsletter è un servizio gratuito fornito da Conferenza dei Comitati Consultivi e
Comitato Consultivo "AOU “Policlinico – Vittorio Emanuele” di Catania ". I contenuti riportati nella newsletter e nei siti http://conferenzacomitaticonsultivi.overblog.com/ e http://www.policlinicovittorioemanuele.it/comitaticonsultivi sono di proprietà degli stessi ma sono liberamente diffondibili ed utilizzabili con l'accortezza di citarne la fonte.

Trattamento dati personali: link

e cancellazione dalla newsletter: link

Informazioni legali: link