facebook twitter
ccc yt
costruire salute
header CCC

AIC

Sicilia

“Strumenti per l’inclusione: matrici ecologiche e progetto individuale” è il titolo del convegno programmato per il prossimo 3 dicembre presso l’Assessorato Regionale Famiglia, Politiche sociali e lavoro.
Anffas Onlus si era occupata del diritto al progetto individuale già negli anni scorsi. Ancora oggi, il diritto ad avere un progetto individuale non viene rispettato, con conseguenze pesanti e negative per la vita delle persone con disabilità e dei loro familiari.
Con la sperimentazione compiuta attraverso il progetto “matrici ecologiche, Anffas Onlus, ha concluso il percorso di validazione scientifica, su campione italiano, di uno strumento atto a rendere concreto il diritto sancito dall’ art. 14 della Legge 328/00 alla predisposizione di un progetto individuale, tenendo come cornice di riferimento , le dimensioni ed il costrutto di qualità di vita come rappresentato dall’insigne Prof. Schalock e colleghi.
Proprio sulla base del “progetto matrici” con i suoi strumenti e con i suoi risultati, Anffas Onlus ha formulato un elenco di raccomandazioni. Queste indicazioni sono rivolte al Governo, Parlamento, alle Istituzioni Pubbliche Regionali e Locali, agli enti Gestori dei servizi. Le indicazioni sono tutte orientate alla realizzazione della piena inclusione sociale e alla qualità di vita della persona con disabilità nel rispetto ed attuazione dei diritti sanciti non solo nella Legge 328/00, ma anche nella Convenzione Onu sui Diritti delle Persone con disabilità.

Caltanissetta

I primi di novembre sono stati giorni particolarmente impegnativi per i ragazzi dell’associazione nissena; per un impegno speciale e particolare che hanno condiviso con gli studenti ed i docenti del Liceo Artistico Statale “Filippo Juvara”.
Assieme hanno, infatti, “pensato” e realizzato gli scatti per il Calendario 2016 che, questa volta, svilupperà il tema della “bellezza” intesa da un punto di vista soggettivo.

Da anni l’Anffas predispone un calendario creativo allo scopo di raccogliere fondi utili a mantenere le attività dedicate ai ragazzi che frequentano il suo Centro. Ogni volta è stato affrontato un tema diverso. L’ultimo, quello del 2015, è stato dedicato all’Expo ed al gusto; quello del 2016, ormai in via di ultimazione, proporrà immagini della “bellezza” vista da un’angolatura assai diversa da quella scontata e routinaria.

Catania

Dopo il raggiungimento di un primo step, che ha visto lo scorso 3 luglio l’inaugurazione di locali dedicati al laboratorio di stimolazioni sensoriali per persona con gravi compromissioni, continua, fino al 30 aprile 2016, la possibilità di sostenere l’iniziativa “Ambiente Multisensoriale” che la sezione etnea dell’Anffas sta portando avanti, anche, con il progetto “il Mio Dono – la rete della solidarietà UniCredit”
Il potenziamento della struttura permette di conseguire un maggior sviluppo delle potenzialità del soggetto con ritardo mentale di tipo grave e profondo e, comunque, un significativo mantenimento delle capacità in possesso come un deciso rallentamento dei processi involutivi causati dalle gravi patologie. Per ulteriori informazioni si può consultare: https://www.ilmiodono.it/it/iniziative/?id_iniziativa=3697

Messina

L’Associazione famiglie di disabili intellettivi e relazionali continua a cercare una sede. Il presidente, Bruno Siracusano, ha fatto appello al sindaco Accorinti affinché l’Amministrazione trovi una soluzione condivisa ed argini il disagio imperante di quanti usufruiscono dei servizi offerti dalla stessa realtà. Al primo cittadino vengono imputate le mancanze verso gli ultimi, a dispetto dei leitmotiv da campagna elettorale. La soluzione proposta sinora dalla Giunta, nella persona dell’assessore Sebastiano Pino, ha lasciato perplessi gli interlocutori: l’idea di usufruire del Centro polifunzionale di San Filippo sarebbe affascinante se non fosse legata a un esborso di quasi 100mila euro. E intanto la minaccia dello sfratto è dietro l’angolo, se è vero che la sede attuale è stata promessa dalla stessa Giunta alla Fondazione Tao Arte quale patrimonio iniziale. Così tutta l’attività rischia di essere sbaraccata. L’area dell’Istituto marino di Mortelle, agognata da Siracusano, è stata assegnata al Cnr. Tanto basta per polemizzare contro un’Amministrazione sorda e del tutto latitante. (stretto web)

Modica

Il progetto “Libero Accesso”, per cui Anffas Modica si è fortemente battuta nei mesi scorsi, prevedeva corsie di accesso facilitate per le persone non collaboranti che necessitano di accedere ai servizi sanitari e/o ospedalieri.
Inoltre, volendone richiamare solo alcuni punti, il progetto prevedeva: la possibilità per la persona di essere seguita da un familiare durante tutto il percorso assistenziale (facilitando il lavoro degli stessi operatori chiamati ad intervenire), l'impegno a far sì che tutte le postazioni di elisoccorso del territorio regionale siciliano siano abilitate al volo notturno, la destinazione di almeno una stanza in ogni presidio ospedaliero per il ricovero di pazienti con disabilità grave e gravissima, l'attivazione, infine, di una Unità Operativa di Rianimazione e Terapia Intensiva Pediatrica.
Come troppo spesso accade, una volta presentato all'ASP7, il progetto è caduto letteralmente nel dimenticatoio, insieme all'impegno degli operatori che vi si sono dedicati e alle speranze delle famiglie delle persone con disabilità.
In realtà, però, i nostri sforzi per mantenere viva l'attenzione sul “Libero Accesso” non sono stati del tutto vani tant'è che qualcuno, in effetti, ci ha notato, anche se geograficamente ben più in là di quanto non fosse nostra intenzione.
A Roma, infatti, i responsabili dei servizi sanitari hanno accolto le istanze della Consulta handicap (cui, su loro richiesta, avevamo inviato il progetto) e stanno già provvedendo alla formazione del personale sanitario.
Il fatto che il “Libero Accesso” stia concretamente contribuendo a migliorare l'accesso ai servizi sanitari per le persone con disabilità ci riempie naturalmente di orgoglio, ma ci porta inevitabilmente ad una triste considerazione: se la professionalità e le buone idee di cui la Sicilia è tanto ricca venissero finalmente riconosciute e valorizzate come tali piuttosto che ignorate, forse il nostro territorio smetterebbe di essere, come sempre, “fanalino di coda” dell'Italia e, forse, nascere in Sicilia non significherebbe dover essere “disabili due volte”. (anffasmodica)

Palazzolo Acreide

A fine ottobre, nell’ambito della visita pastorale a Palazzolo Acreide, S.E. Mons. Salvatore Pappalardo, Arcivescovo Metropolita di Siracusa ha fatto visita alla locale sede dell’Anffas.
Accompagnato dal cappellano dell’U.N.I.T.A.L.S.I. padre Michele Boccaccio e dal parroco della Chiesa Madre padre Gianni Tabacco, il Presule si è intrattenuto con i ragazzi dell’associazione, i familiari, i volontari e quanti collaborano per le attività del centro. I responsabili hanno esposto le attività dell’associazione ed esposto le azioni tese a concretizzare il percorso riabilitativo e di inclusione sociale svolto nella sede.
Sono state anche mostrate le apprezzate realizzazioni del laboratorio di ceramica e fatto dono di un affettuoso pensiero a ricordo del gradito e non facilmente dimenticabile incontro.

Palermo

Inclusione scolastica, tutela giuridica, invalidità civile e stato di handicap, inserimento lavorativo e mobilità: il tutto a fronte di una realtà come quella siciliana, che vede le persone con disabilità e i propri congiunti, fortemente penalizzate. La denuncia arriva da Anffas Palermo, a conclusione del corso di formazione, organizzato dalla stessa Anffas in collaborazione con il Consorzio La Rosa Blu, sul tema “I manualetti S.A.I. Conoscere ed esigere i propri diritti”.
“Oggi più che mai a Palermo, in provincia e in tutta la Regione – sottolinea Antonio Costanza, vicepresidente di Anffas Onlus Sicilia – le persone con disabilità, i loro genitori e familiari hanno la sensazione di essere private dei loro diritti. Viviamo, infatti, in un momento storico nel quale i diritti delle persone con disabilità sono appesi a un bilancio e come è noto, in molti istituti scolastici non sono ancora neanche partiti i servizi di assistenza di base e assistenza specialistica. Una condizione gravissima, se si pensa che ci troviamo in una regione nella quale ragazzi e ragazze con disabilità sono costretti a incatenarsi davanti ai cancelli di una scuola per rendere visibile a tutti la ripetuta negazione di ciò che spetta loro per legge”.
“Dopo la manifestazione dello scorso mese di ottobre – aggiunge – a fronte di tanti messaggi di solidarietà, dalle istituzioni non si è levata alcuna voce. Per queste ragioni, presto daremo vita a una nuova azione di protesta ancor più rumorosa delle precedenti, per far comprendere a tutti che i cittadini con disabilità sono parte della società e hanno diritto a poter vivere in condizioni dignitose al pari degli altri. Pretendiamo che le istituzioni competenti si prendano cura e carico del problema e rispettino i principi fondanti della Convenzione Onu sui Diritti delle Persone con Disabilità, in primis, quello dell’accessibilità e delle barriere architettoniche invisibili che riguardano le persone con disabilità intellettiva e/o relazionale”.
Al corso di formazione organizzato da Anffas hanno preso parte numerosi genitori e familiari di giovani e meno giovani con disabilità, oltre a rappresentanti di varie associazioni che operano sul territorio, di diverse Anffas siciliane e docenti, fra cui l’avvocato Gianfranco De Robertis. È stata anche l’occasione per fare il punto sui cosiddetti “S.A.I” (Sportelli Accoglienza e Informazione), che forniscono gratuitamente consulenza e supporto sui principali quesiti e problematiche riguardanti la disabilità. Anffas Onlus è una grande associazione di genitori, familiari e amici di persone disabili, che opera da più di 50 anni. Oggi è presente sull'intero territorio nazionale con 172 associazioni locali, 16 organismi regionali e 49 enti Autonomi, conta più di 14 mila associati e garantisce, quotidianamente, servizi e supporto a oltre 30 mila persone con disabilità e loro genitori e familiari.

Patti

-    Venerdì 13/11/2015 Piergiorgio Zampino è intervenuto con una relazione sul tema “Per me il lavoro è…: il racconto e il bilancio di un’esperienza” all’interno del seminario condotto dalla dott.ssa Anna Zampino (coordinatore Anffas Onlus Patti e dottore di ricerca dell’Università di Messina) sulla progettazione e realizzazione di percorsi di inclusione socio-lavorativa per persone con disabilità intellettive. Il seminario, come negli anni precedenti, è stato proposto presso l’Università di Messina nell’ambito del Corso di “Psicologia delle Disabilità” su invito della docente del corso prof.ssa Loredana Benedetto ed è stato rivolto agli studenti della Laurea Magistrale in Psicologia. Quest’anno l’iniziativa si è rivelata particolarmente coinvolgente ed interessante grazie al prezioso contributo di Piergiorgio che con precisione e passione ha raccontato la sua esperienza lavorativa nell’ambito del progetto “A Piccoli Passi” condividendo il racconto del percorso formativo e lavorativo e le proprie emozioni e speranze. Ha preso parte al seminario anche la dott.ssa Graziella Costantino studentessa della magistrale che ha condiviso la propria esperienza di tutor nell’ambito del progetto promosso dall’Anffas Onlus di Patti nel biennio 2013-2015.
-    Attori unici alla loro prima esperienza sul set cinematografico, registi principianti mossi da una forte motivazione e passione, una sceneggiatura che ben ha saputo cogliere l'essenza delle vite dei protagonisti, la partecipazione attiva di amici, familiari e della comunità tutta che ha fatto da sfondo a questa semplice ma coinvolgente opera d'arte... Questi gli ingredienti del cortometraggio che l'Anffas Onlus di Patti vuol condividere in prima web nella Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità. E allora giovedì 3 dicembre 2015 tutti collegati sul nostro sito www.anffasonluspatti.it per scoprire il messaggio che i nostri amici vogliono lanciare! E ora...Inizia il conto alla rovescia! (cb)

Ragusa

Presso la Piazzetta antistante il Centro Diurno dell’Anffas di Ragusa (Via Eugenio Criscione Lupis angolo Via Mongibello) i ragazzi dellassociazione hanno organizzato nel pomeriggio di sabato 14 novembre la manifestazione “Frittellando in Piazzetta”, la frittellata di San Martino con animazione, musica live, attrazioni artistiche, buon vino e….”friteddi cauri”.
Momenti particolarmente divertenti si sono avuti con l’accoglienza straordinaria del treno dei ragazzi dell’ACR San Paolo e con lo svolgimento del concorso ‪#‎facciadafrittella‬, con il selfie.

Scoglitti

La quarantanovesima Fiera Campionaria Nazionale Emaia che si è svolta a Vittoria dall’8 al 15 novembre ha richiamato  -come tradizione-  un gran numero di espositori e tantissimi addetti ai lavori, gente interessata ai diversi settori merceologici proposti e semplici visitatori. Un grandissimo richiamo, come al solito, è stato dato dalla Fiera del Bestiame con un ricco programma di eventi (sfilate equine, dimostrazioni di attacchi, doma classica, gimcane, slalom, esibizioni di esperti maniscalchi e danza dei cavalli).
Molto visitato ed apprezzato lo stand allestito dall’Anffas di Scoglitti dove i volontari hanno svolto un’efficace azione di sensibilizzazione rispetto alle tematiche dell’inclusione sociale e proposto una ricca gamma di pregevoli prodotti artigianali risultato della grande capacità artistica dei ragazzi dell’associazione.

Scordia

In occasione della consegna di un comodo ed utile mezzo per il trasporto delle persone con disabilità avvenuta il 31 ottobre scorso, i responsabili della sezione Anffas di Scordia hanno ringraziato gli imprenditori che hanno sostenuto questa iniziativa e l’Amministrazione Comunale che, ancora una volta, ha creduto nel fattivo impegno dell’associazione. Con tale disponibilità i ragazzi potranno raggiungere il Centro e svolgere le loro attività esterne con maggiore facilità.
In vista delle ormai festività natalizie e di fine anno i ragazzi ricordano che nel laboratorio artistico presso la sede di via Bologna 4 realizzano un’oggettistica di pregio che può essere visitata dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 18.

L'invio di questa newsletter è un servizio gratuito fornito da Conferenza dei Comitati Consultivi e
Comitato Consultivo "AOU “Policlinico – Vittorio Emanuele” di Catania ". I contenuti riportati nella newsletter e nei siti http://conferenzacomitaticonsultivi.overblog.com/ e http://www.policlinicovittorioemanuele.it/comitaticonsultivi sono di proprietà degli stessi ma sono liberamente diffondibili ed utilizzabili con l'accortezza di citarne la fonte.

Trattamento dati personali: link

e cancellazione dalla newsletter: link

Informazioni legali: link