facebook twitter
ccc yt
costruire salute
header CCC

AIC

T.D.M. nazionale

Il Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva lancia una nuova campagna per la corretta informazione sui farmaci equivalenti. Tra i primi passi, l'insediamento del tavolo di lavoro che collaborerà alla messa a punto dei messaggi chiave delle attività di sensibilizzazione il cui obiettivo è di contribuire a promuovere un rapporto «maturo e consapevole» con il farmaco equivalente. Hanno aderito AIFA, Auser, Ipasvi, Federfarma, Fnomceo, Fofi, Sifact, Sifo, Sigg, Simg, Spi-CGIL, Sunifar, dimostrando piena disponibilità a "fare network" per condividere l'impostazione dei contenuti, la diffusione dei materiali e la realizzazione delle attività previste dal programma. La campagna è sostenuta dal contributo non condizionato di Assogenerici.
Gli ultimi dati relativi all'utilizzo del farmaco generico in Italia raccolti dall'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico nel nuovo rapporto "Health at Glance 2015" dimostrano che l'incremento nell'uso di farmaci generici ha contribuito alla riduzione dei prezzi e della spesa italiana per i medicinali, tuttavia in Italia l'utilizzo dei prodotti equivalenti rimane relativamente bassa: è quadruplicata dagli anni 2000. Sul totale dei farmaci utilizzati in Italia, solo il 19% sono farmaci equivalenti, contro una media OCSE del 48%, l'83% in UK, l’80% in Germania e la Spagna 47%. L'impatto di questo scarso utilizzo è evidente in Italia se si guarda alla spesa sostenuta dai cittadini.
Secondo il Rapporto del Coordinamento nazionale delle Associazioni dei Malati Cronici di Cittadinanzativa del 2014 si è registrato un aumento dei costi privati: 737 euro in più all'anno per l'acquisto di farmaci necessari e non rimborsati dal SSN. Inoltre, circa 1 paziente su 4 sa che il farmaco equivalente  costa meno rispetto a quello di marca, e la stessa percentuale afferma che è un farmaco simile ma non uguale a quello di marca. Oltre il 30% riconosce gli equivalenti dal prezzo inferiore al farmaco brand e dalla dicitura sulla confezione. Nella maggior parte dei casi i pazienti sono informati dal medico o dal farmacista circa l’esistenza del farmaco equivalente, ma considerano quello di marca più efficace (33,4%) o sono influenzati dallo scetticismo di una parte  di medici (30,8%) che sostiene che non sono uguali. Il risultato è che quasi la metà dei pazienti  (47,3%) non cambierebbe la terapia che sta assumendo con quella equivalente o ha dubbi nel farlo (21,6%).
A partire da questi dati, la campagna promossa da Cittadinanzattiva intende facilitare una corretta informazione per contribuire a costruire un rapporto maturo con il farmaco equivalente.
Tra gli obiettivi in comune dichiarati dai partecipanti al Tavolo insediatosi: puntare sull'alleanza tra professionisti sanitari, Istituzioni e cittadini nel percorso di cura per la scelta della terapia farmacologica migliore, libera da pregiudizi e falsi miti; fornire indicazioni sul corretto uso dei farmaci e conoscere le opportunità che i cittadini hanno per risparmiare in sicurezza.
I temi del corretto uso dei farmaci equivalenti è un tema caro a Cittadinanzattiva, che già nel 2006 insieme ad AIFA, aveva contribuito a promuovere la campagna "Usa bene i farmaci. Farmaci equivalenti, un vantaggio per tutti.

Catania

Si stanno definendo gli ultimi dettagli per la prima edizione della “Biennale della Cittadinanza Attiva”, un evento che si pone nella prospettiva di diffondere ed approfondire, attraverso la testimonianza di Associazioni di cittadini impegnati nel territorio metropolitano di Catania, l’idea di cittadinanza intesa come la condizione non soltanto dell’ «essere» cittadini titolari di diritti e doveri, ma soprattutto dell’«agire da» cittadini.
Organizzata dall’Amministrazione Comunale di Catania, congiuntamente ai membri del Comitato Promotore (Associazione Nazionale dei Pedagogisti Italiani-ANPE; Officine Culturali, Gruppo IdeaAzioni, CittadinanzAttiva Sicilia Onlus, Gruppo Locale di Catania per Actionaid, Legambiente Crs Onlus), intende costituire occasione di confronto fra tutti gli attori istituzionali impegnati sul territorio.
Si terrà nei giorni 10, 11, 12 dicembre presso il Palazzo della Cultura e Cortile Platamone, in via Vittorio Emanuele II, 121 a Catania. Il 12 Dicembre sarà presente Giovanni Moro.

Enna

Attivisti e simpatizzanti del Tribunale per i Diritti del Malato e volontari di altre associazioni del territorio hanno collaborato all’Open Day delle Cure Palliative in occasione della Giornata “Estate di San Martino” organizzata, mercoledì 11 novembre presso l’ingresso principale del Presidio Ospedaliero Umberto I., dall’equipe dell’Hospice di Enna, in collaborazione con le organizzazioni SAMOT e ANDAF che si occupano di assistenza domiciliare per i pazienti terminali.
La “Giornata”, dal tema “Contro la sofferenza inutile: le cure palliative come risposta ai nuovi bisogni”,  ha voluto attirare l’attenzione sulle cure palliative che presentano una grande disomogeneità nel livello di assistenza tra le diverse regioni e sono accessibili solo ad una minoranza di coloro che ne avrebbero bisogno. A 30 anni dalle prime esperienze italiane e a 5 anni dalla legge quadro (legge n.38/2010) sono ancora poco conosciute dalla cittadinanza come risposta ai bisogni dei malati inguaribili e come diritto riconosciuto dallo Stato.

Licata

Lo scorso 20 novembre, nell’Auditorium della scuola “G.Marconi”, Cittadinanzattiva ha celebrato per gli alunni della scuola Primaria la XIII Giornata della sicurezza nelle scuole . Dopo la presentazione curata da Maria Grazia Cimino, che ha ricordato tra l’altro la Convenzione sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza , il dr. Vincenzo Marrali ha relazionato sul tema : “Importanza della prima colazione e corretta igiene delle mani.”E’ stato inoltre distribuito materiale informativo sulle attività di Cittadinanzattiva in ambito scolastico e sussidi per gli insegnanti.
In questa occasione Maria Grazia Cimino ha ricordato un importante risultato conseguito dal Movimento in quanto che, con legge 107/2015, la Giornata della sicurezza nelle scuole è stata “istituzionalizzata” e fissata, a partire dall’anno prossimo , alla data del 22 novembre. La stessa ha dunque rivolto un ringraziamento al dirigente scolastico prof. Maurilio Lombardo, agli insegnanti che hanno accompagnato gli alunni delle quinte classi i quali hanno seguito con compostezza lo svolgimento della giornata, ai genitori presenti, al dr.Oliveri , all’assistente sanitaria Donatella Tealdo del servizio di Medicina Scolastica e al vice Sindaco.
Nella stessa giornata Maria Grazia Cimino, sempre nella sua qualità di responsabile di Cittadinanzattiva, è stata invitata a partecipare ad un importante convegno svoltosi nel plesso Serrovira sul tema“Noi gridiamo : No Violenza!No Stalking! No Amore Malato”” Una Rosa da Ricordare”; in questa occasione ha sottolineato l’impegno del Movimento contro la violenza, un impegno realizzato con l’apertura di uno sportello di ascolto e l’istituzione di un Corso di educazione sentimentale.
Hanno autorevolmente relazionato il Prof Pira, il Cap.Currao, la Dott.ssa. Rizzo alla presenza di numerosi alunni che hanno attentamente seguito la manifestazione animandola con recite, canti e danze sotto la guida dei loro docenti dimostrando gradimento per gli intermezzi musicali eseguiti dalla “compagnia del cuntastorie” di Mel Vizzi.
Al dirigente scolastico prof. Maurizio Buccoleri, all’insegnante Maddalena Milletarì il ringraziamento di Cittadinanzattiva.
In entrambe le manifestazioni che hanno caratterizzato questa bellissima giornata , Cittadinanzattiva ha ricordato con il “posto occupato” tutte le donne vittime di violenza.

Messina

I Componenti del Coordinamento Provinciale del Tribunale per i Diritti dei Malati sono stati convocati, martedì 17 novembre 2015, presso la sede sociale via Cavalieri della Stella, 41,  per discutere su: 1) Responsabilità professionale dei medici. Normativa di riferimento. Esame della problematica e proposte (relatore Alfonsa Pizzo); 2) RCS – Proposte per favorire la pronta realizzazione della rete civica (relatore Angela Rizzo).
Nei giorni precedenti il Direttore Generale dell’ASP aveva istituito la “cabina di regia interaziendale Area Metropolitana della provincia di Messina per il governo dei tempi di attesa”. Ed inserito nell'organismo la dottoressa Pizzo, individuata dall’esecutivo provinciale dell’Associazione CittadinanzAttiva onlus. Segnalazioni di tutti i casi che riguardano l’argomento “liste d’attesa” (malfunzionamento delle modalità di prenotazione, lunghezza dei tempi di attesa, etc), ivi compresa l’attività intramoenia dei medici possono essere indirizzati a: pizzoalfonsa@gmail.com

Noto - Avola

Il progetto “10@ lode in salute” di Cittadinanzattiva muove dal fatto che l’aggravarsi dell’obesità, l’insufficiente attività fisica, la scarsa informazione sul corretto uso dei farmaci, sono solo alcuni fenomeni che testimoniano quanto ancora ci sia da fare per garantire alle nuove generazioni condizioni ottimali di salute e di benessere e per fare in modo che genitori ed educatori siano in grado di trasmettere informazioni corrette ma, soprattutto, di adottare comportamenti adeguati nei confronti dei più piccoli.
Il progetto si propone di declinare il concetto di salute e di benessere nei vari momenti ed abitudini della vita quotidiana affrontando i seguenti temi: : la prima colazione e, più in generale l’alimentazione equilibrata e la costante attività fisica; la scelta e l’uso corretto e sicuro di farmaci e prodotti per la salute dei piccoli; la gestione della malattia e il ruolo del pediatra,
In questa prima fase sperimentale il progetto ha coinvolto solo 5 regioni in tutta Italia; e, per la Sicilia, ha riguardato Noto, grazie all’impegno dell’assemblea territoriale di Cittadinanzattiva Noto-Avola e la disponibilità del dirigente dell’istituto comprensivo Aurispa di Noto

San Cataldo

Già da anni l’assemblea di Cittadinanzattiva di San Cataldo e l’associazione Cuore Chiaro sono impegnati, con interventi particolarmente mirati nelle scuole, alla prevenzione ed al ruolo importante del defibrillatore nel salvare una vita da arresto cardiaco.
Ora, con il patrocinio e collaborazione dell’Amministrazione Comunale, hanno sviluppato un articolato progetto che pone la città come una delle poche, in Italia, veramente “cardioprotette”.
Tenendo conto di punti notoriamente frequentati e video sorvegliati, sono stati sistemati defibrillatori presso i bar Lumiere, Imera e Miraglia, nonché la farmacia del Corso, i cui titolari, con generosità, hanno sponsorizzato l'iniziativa acquistando le teche. Si tratta di strumenti salvavita consegnati alle scuole in virtù di un precedente progetto, di quelli forniti dal Rotary di San Cataldo e dalla Croce Rossa ed di altri 4 che l’Istituto Bancario “Toniolo” ha, nella circostanza, sponsorizzato. Un altro defibrillatore è stato installato dai responsabili della farmacia Maira all'esterno dell’esercizio
Il progetto prevede di coprire ancora altri punti sensibili, come il Palazzetto dello sport, palestre e sedi di associazioni, il collegamento con il 118, un'applicazione che consentirà di indicare sul telefonino la postazione più vicina e i tempi di percorrenza e la distribuzione di un manuale sulla rianimazione cardiopolmonare e sull'uso del defibrillatore semiautomatico, con inclusa la planimetria delle postazioni.

Sciacca

La responsabile del TDM di Sciacca, Lilla Sciacca ha inviato, lo scorso 20 novembre, agli organi competenti la seguente nota:
“Abbiamo ricevuto, nella giornata odierna, la segnalazione di 71, utenti del servizio della terapia antalgica del presidio ospedaliero di Sciacca allarmati dalle notizie, ritenute concrete, di una chiusura di tale servizio per esiguità del personale dedicato.
Analoga segnalazione ci era stata fatta durante l’anno corrente e dopo una legittima protesta degli utenti interessati, il pericolo pareva rientrato.
Ci sorprende che il fenomeno si riverifichi e chiediamo alle autorità in indirizzo se tale pericolo è fondato, premettendo che sarebbe assurdo e devastante, per la numerosa utenza, sopprimere un servizio reso con professionalità e competenza e ancora più grave perché i numerosi utenti non potranno trovare analogo servizio nel territorio.
Riteniamo che tale eventuale chiusura ravvisi, oltre a una  certa insensibilità ai bisogni altrui, una lesione del diritto del malato
In attesa di sollecita risposta, porgiamo distinti saluti.”
Cittadinanzattiva ha aderito alla manifestazione della giornata contro la violenza sulle donne, che si è tenuta a Sciacca il giorno 25 novembre.

Siracusa

La Scuola e Formazione di Cittadinanzattiva ed il Centro Antiviolenza-Antistalking “La Nereide”, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Provinciale di Siracusa, la Consulta provinciale degli studenti aretusei e l’associazione “Mareluce” e l’associazione “Per la città che vorrei”, hanno promosso un workshop di sensibilizzazione sul tema “Il nuovo codice delle donne: interventi di rete e progettazione”.
L’evento ha avuto luogo presso l’Aula Magna del liceo classico “Tommaso Gargallo” di contrada Pizzuta lo scorso 25 novembre, in occasione della “Giornata contro la violenza alle donne” che, a Siracusa, ha visto Istituzioni, Organizzazioni e studenti “tutti uniti per mamma Eligia e la piccola Giulia”.

L'invio di questa newsletter è un servizio gratuito fornito da Conferenza dei Comitati Consultivi e
Comitato Consultivo "AOU “Policlinico – Vittorio Emanuele” di Catania ". I contenuti riportati nella newsletter e nei siti http://conferenzacomitaticonsultivi.overblog.com/ e http://www.policlinicovittorioemanuele.it/comitaticonsultivi sono di proprietà degli stessi ma sono liberamente diffondibili ed utilizzabili con l'accortezza di citarne la fonte.

Trattamento dati personali: link

e cancellazione dalla newsletter: link

Informazioni legali: link