facebook twitter
ccc yt
costruire salute
header CCC

A.I.R.A. di Catania

Si è svolta, con una grande partecipazione di pazienti reumatici e loro familiari, la riunione organizzata dall’Associazione Italiana Reum Amici (A.I.R.A.) onlus, presso l’Azienda Ospedaliera per l’Emergenza “Cannizzaro” di Catania. L’incontro voleva essere l’occasione per uno scambio di auguri in vista delle prossime festività natalizie, per un momento di aggregazione e di confronto tra persone che vivono problemi simili e per informare i presenti delle attività svolte dall’Associazione. Le testimonianze di diversi Pazienti hanno messo in evidenza non solo le sofferenze fisiche che le malattie reumatiche comportano, ma anche le criticità assistenziali che costringono a sacrifici economici e a disperare in un futuro migliore. In tutto ciò, unanime è stata la manifestazione di stima e riconoscenza per il personale medico e paramedico che opera presso l’ambulatorio di reumatologia dello stesso ospedale, a conferma che il rapporto medico-paziente ha un ruolo essenziale nella cura del malato reumatico. Molto apprezzato è stato l’intervento del direttore sanitario, Dr. Salvatore Giuffrida, che ha portato i saluti dell’Azienda ed ha dichiarato la sua personale stima ai medici che operano nel centro. L’ambulatorio di reumatologia dell’ospedale Cannizzaro è uno dei centri siciliani autorizzati alla prescrizione di farmaci innovativi quali, ad esempio, i farmaci biotecnologici.
La responsabile, Prof.ssa Maria Vinci, che con professionalità e spirito di sacrificio lo gestisce da diversi anni, si avvale della collaborazione “volontaria”, ormai decennale, delle Dott.sse Carmelita Proietto ed Elena Calaciura, coadiuvate dalla infermiera Sig.ra Antonella. Il centro effettua in media quattromila visite l’anno, ha in cura circa 350 pazienti in terapia con farmaci biotecnologici e parecchi altri in terapia infusionale. La prospettiva futura che la professoressa Vinci possa andare in pensione, getta i pazienti nello sconforto più profondo. Il solo pensiero di poter perdere di conseguenza tutti i punti di riferimento, crea anche una grande agitazione.
L’AIRA si farà portavoce non solo dei 600 iscritti che affluiscono alla reumatologia del Cannizzaro, ma, a nome di tutti, chiederà che al momento opportuno si operi per mantenere la continuità assistenziale e vengano riconosciute la professionalità e i meriti di chi fino ad ora ha dato tanto per i malati reumatici del Cannizzaro.
 (Salvatore Filetti referente regionale AIRA).


L'invio di questa newsletter è un servizio gratuito fornito da Conferenza dei Comitati Consultivi e
Comitato Consultivo "AOU “Policlinico – Vittorio Emanuele” di Catania ". I contenuti riportati nella newsletter e nei siti http://conferenzacomitaticonsultivi.overblog.com/ e http://www.policlinicovittorioemanuele.it/comitaticonsultivi sono di proprietà degli stessi ma sono liberamente diffondibili ed utilizzabili con l'accortezza di citarne la fonte.

Trattamento dati personali: link

e cancellazione dalla newsletter: link

Informazioni legali: link