facebook twitter
ccc yt
costruire salute
header CCC

AIC

Presidenza Regionale

Cari amici e colleghi,
come tradizione, ho il piacere di inviare gli auguri per il nuovo anno che arriva, non prima – però – di aver tracciato qualche riflessione sul 2015 che volge al termine.La Presidenza Regionale è una posizione privilegiata, dalla quale si riesce a vedere con chiarezza lo sforzo che tutti voi fate sul territorio siciliano: dalle piccole Sedi che si adoperano per migliorare il territorio dei propri paesini o isole, ai Comitati C.R.I. che agiscono su luoghi più vasti e con attività sempre più innovative, al personale dipendente impegnato al disbrigo degli atti più disparati. Debbo confessarvi che, seppur nella difficoltà di portare avanti un ruolo che è stato ed è a volte troppo impegnativo, soprattutto in questa fase densa di cambiamenti, mi sento un Volontario molto fortunato, perché ho la fierezza di potervi rappresentare nelle molteplici attività che portate avanti.È per questo che, durante la cerimonia di consegna dell’Henry Davison Award a Ginevra, nel mio discorso di accettazione, ho inteso dedicare il premio a tutti voi ed alle vostre mani, al vostro impegno a cambiare le mentalità, alla vostra caparbietà a rinnovare i nostri Comitati C.R.I., al vostro coraggio di gridare a tutti, cittadini, governi, istituzioni ed organizzazioni internazionali, che nessun essere umano è illegale!Nessuno di noi può ignorare la strada compiuta in questi tre anni. Si è trattato di un fiorire di attività, sviluppo, adesione di centinaia di nuovi Volontari, che hanno reso onore all’Emblema che indossiamo. Abbiamo, tutti insieme, costruito una C.R.I. più vicina alla gente, ed alle persone vulnerabili in primo luogo, superando il concetto di assistenzialismo e favorendo attività di inclusione sociale finalizzate anzitutto a far superare lo stato di bisogno, e non ad alimentarlo. Siamo rientrati a pieno titolo, e le attività dell’ultimo periodo ne sono testimonianza, all’interno delle scuole, promuovendo iniziative di formazione sulla tutela della salute e sulla lotta alle discriminazioni, altra attività su cu siamo diventati punto di riferimento anche le per istituzioni pubbliche. Abbiamo, tutti insieme, cercato di moltiplicare gli eventi di diffusione di Principi e Valori che, non dimentichiamolo, sono la vera cifra della nostra Associazione. Sono i Principi a governare la nostra azione, dicendoci cosa fare e come farlo, dettandoci le regole su come comportarci, su come essere un’unica realtà al servizio dei più vulnerabili, con un progetto chiaro ed organico, e con una sola, grande, finalità: l’Umanità!  Senza i Principi Fondamentali non c’è Croce Rossa, c’è semplicemente un’associazione “qualsiasi” che cerca di fare “qualcosa” sul territorio.
Il video della consegna dell’Henry Davison Award a Ginevra certamente rimarrà nella memoria di molti, sia di chi l’ha vissuto in presenza sia di chi l’ha visto sul sito web. Eppure, l’immagine che mi porto dietro di questo 2015 è un’altra, ovvero la foto di un bambino migrante, appena sbarcato in Sicilia e fra le braccia di una Volontaria, e la foto dello stesso bambino che, qualche mese dopo, giocava con un Volontario C.R.I. al campo di Roma. Quell’immagine ha rappresentato per me tutto il senso dell’attività di assistenza umanitaria alle persone migranti, attività volta a restituire dignità e a dare la speranza di un futuro migliore.Permettetemi un’ultima parola sui cambiamenti associativi di queste ore. Fra qualche giorno, la Croce Rossa Italiana, anche in omaggio al pieno rispetto del Principio di Indipendenza, avrà un nuovo Statuto, votato a Solferino nel 2013 dopo un’opera di ampia consultazione dei Soci. Mi auguro, e mi impegnerò, affinché il nuovo ordinamento sia uno strumento per la massimizzazione delle attività, nonché per un aumento dell’attenzione al territorio ed a tutti i suoi agenti. Mi attiverò perché sia data piena esecuzione a quanto previsto dagli articoli 6 ed 11 del nuovo Statuto:
•    «L’obiettivo principale della Croce Rossa Italiana è quello di prevenire ed alleviare la sofferenza in maniera imparziale, senza distinzione di nazionalità, razza, sesso, credo religioso, lingua, classe sociale o opinione politica, contribuendo al mantenimento e alla promozione della dignità umana e di una cultura della non violenza e della pace»;
•    «I soci della Croce Rossa Italiana, attraverso un sistema di rappresentanza, ne determinano la politica, la strategia, gli obiettivi e gli organi di governo. Tramite i suoi membri, la Croce Rossa Italiana individua i bisogni e fornisce assistenza in maniera imparziale».
Per fare questo, il Comitato Regionale si preoccuperà anzitutto di organizzare eventi informativi per tutti i Soci, così da rendere più comprensibili i cambiamenti, comunque necessari per un’Associazione al passo con i tempi. Un ultimo pensiero va al nostro, e sottolineo nostro, personale dipendente, che ha contribuito a farci essere quello che siamo oggi, e che – con l’impegno e la lealtà di tutti noi Volontari – continuerà a farlo anche in futuro, sia all’interno dell’Associazione sia nell’Ente Strumentale. Grazie, davvero, di tutto.Anche a nome di Luigi, Santa, Antonio, Mauro, Gabriele e Fabiola, invio a tutti voi i migliori auguri di buon anno, affinché si realizzino tutte le “pazze idee” di sviluppo sul territorio. Vi auguro un 2016 denso di serenità, salute, felicità ed umanità.-
Rosario M.G. Valastro

Sicilia

Tempo di bilanci: anche il 2015, è stato, per la Croce Rossa Italiana della Sicilia, un anno di intenso e fattivo impegno solidaristico ed umanitario. I numeri dei report relativi agli interventi per gli sbarchi delle persone migranti lo testimoniano ampiamente; l’attribuzione dell’Henry Davison Award nel corso dei lavori dell’Assemblea Generale, tenutisi a Ginevra nel dicembre 2015, ne è stata una tangibile e gratificante riconferma.
Un qualificato e delicato impegno a tutto tondo che non si è limitato, infatti, all’accoglienza, all’assistenza ed all’accompagnamento ma è stato quanto mai prezioso anche nello stretto ambito sanitario.
Una prestigiosa collaborazione con il Ministero della Salute ha consentito il supporto agli USMAF tramite una presenza costante di medici ed infermieri, nonché di 324 operatori dei nuclei siciliani appartenenti al Reparto di Sanità Pubblica della C.R.I. impiegati in 247 attivazioni.

Comitato Regionale

Per le prime valutazioni finalizzate all’eventuale revisione del protocollo d’intesa per la governance delle politiche d’immigrazione sanitarie nella regione Siciliana e proseguire un confronto sulle buone prassi ed eventuali criticità riscontrate nelle varie provincie siciliane è stata convocata, il 14 gennaio scorso, una riunione all'Assessorato Regionale della Salute vertente sull'analisi dei flussi migratori in Sicilia nel 2015.
Per conto del Comitato Regionale C.R.I. della Sicilia, hanno preso parte il Delegato Tecnico Regionale Fabiola Brignone, ed il Direttore sanitario di struttura migranti dell'Ente Strumentale alla C.R.I., Alessandra Diodati.

Acireale

Gli Operatori del Sorriso dei Comitati C.R.I. di Acireale, Catania e Jonico-Etneo hanno svolto un flash mob presso il Reparto di Pediatria dell'Ospedale Vittorio Emanuele di Catania.
Portando in ospedale il sorriso ed il divertimento il potere terapeutico del buonumore viene usato come un vero e proprio trattamento medico, ovvero la "Clown –therapy".
Lo scopo del Volontario - Operatore del sorriso di Croce Rossa è quello di prevenire ed alleviare le sofferenze degli individui, cercando di donare un pochino di spensieratezza attraverso il sorriso e si insedia, nei pazienti e familiari, un modo nuovo di atteggiarsi di fronte alle esperienze dolorose; si trova maggior forza per superare questi ed altri momenti difficili con una buona dose di coraggio ed ottimismo. Tale considerazione è supportata da diversi studi scientifici, che hanno evidenziato come l’utilizzo delle tecniche di clownerie con i bambini ricoverati in ospedale può ridurre lo stress provocato dalla paura e dalla sofferenza, agendo come fattore di riduzione dell’ansia, tanto da far diminuire il bisogno di farmaci antidolorifici e rendendo i pazienti più collaborativi alle terapie (soprattutto in regime di lungodegenza).

Agrigento

Giovani Volontari di Agrigento, Licata e Sciacca hanno partecipato, alla fine del 2015, all’esperienza “Giovani in Azione” promossa, con più appuntamenti a Sciacca, dal Comitato provinciale agrigentino.
Finalità dell’evento è stata quella di fornire ai partecipanti nozioni e conoscenze utili per avvicinare e coinvolgere i coetanei sulle grandi sfide che l’associazione affronta ogni giorno.
Particolare attenzione è stata dedicata alle tematiche sanitarie. Sono stati, infatti, affrontati i vari aspetti legati alla prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili, ai corretti stili di vita, alla sicurezza stradale e sono stati effettuati controlli gratuiti di pressione e glicemia, con dimostrazione di Bls e Pbls. 

Alcamo

    L’Epifania …tutte le feste porta via … Così i volontari del Comitato CRI di Alcamo hanno pensato di chiudere alla grande questo periodo di feste di Natale e di fine anno e, dopo le iniziative solidaristiche ed aggreganti organizzate nelle settimane precedenti, hanno voluto, nella giornata del 6 gennaio, essere vicini e portare un po’ di gioia ai ragazzi disabili del territorio. Hanno addirittura formato tre equipe con …befane d’ordinanza per raggiungere più posti e, così, portare un po’ dovunque un affettuoso ed amichevole sorriso e tanta fraterna condivisione.
    Sabato 9 gennaio volontari sono stati impegnati all'interno della comunità terapeutica per tossicodipendenze " LA FORZA", con un incontro sulla vulnerabilità e l'azione della C.R.I. in tal senso

Biancavilla

Il Teatro “La Fenice” ha ospitato, lo scorso 28 dicembre, l’ennesima manifestazione culturale promossa dal Gruppo della Croce Rossa Italiana di Biancavilla con il patrocinio della locale Amministrazione Comunale.
Quest’ultimo evento, dal titolo “Note di Solidarietà”, ha previsto brani eseguiti dall’Orchestra di fiati “Giovanni Pacini” diretta dal Maestro Yuri Furnari e con la partecipazione del Soprano Piera Bivona.
Il concerto ha permesso la raccolta di fondi che saranno impiegati per contribuire a sostenere le attività socio-assistenziali che i volontari della CRI svolgeranno nel corso del 2016.

Caltagirone

Anno nuovo, impegno …vecchio. A partire da quello di sensibilizzare all’impegno sociale e solidaristico e …possibilmente con la CRI.
Così il Comitato Locale di Caltagirone ha visto proseguire, ad inizio anno, i giovani impegnati nel percorso GiovenTù, che ha come obiettivo quello di accogliere ed indirizzare i coetanei che per la prima volta si affacciano al mondo della Croce Rossa. L’esperienza “GiovenTù” vuole rendere i Giovani consapevoli di quale sia il loro ruolo all'interno, non solo della CRI, ma della società intera e fargli prendere coscienza del loro futuro ruolo di Agenti di Cambiamento.
Il 6 gennaio volontari della sede di Licodia Eubea hanno preso parte allo spettacolo ''Altri Tempi '', organizzato dalla locale associazione Dance & Smile, per promuovere il volontariato il C.R.I.

Caltanissetta

Si sono svolti domenica 10 gennaio 2016, presso i locali della Croce Rossa Italiana di Caltanissetta, gli esami finali del corso di formazione per Monitori C.R.I. di Primo Soccorso, a cui hanno preso parte i volontari appartenenti al Comitato di Caltanissetta ed al Comitato di Mascalucia.
L'esame, preceduto da un corso di 60 ore tenuto da due Capo Monitori, ha avuto la finalità di formare un nuovo staff qualificato per poter tenere lezioni di primo soccorso e di educazione sanitaria alla popolazione civile, alle aziende ed ai nuovi volontari nei corsi base di reclutamento e nei corsi di formazione specialistici nel campo del soccorso sanitario.

Campofelice di Roccella

Con protocollo n. 227 del 29 dicembre 2015, a seguito di deliberazione della Giunta Municipale n. 231, è stata stipulata la Convenzione annuale tra il Comune di Campofelice di Roccella e Comitato C.R.I. di Campofelice di Roccella.
•    In ottemperanza a tale atto, la C.R.I. si impegnerà:
ad effettuare, tre volte a settimana, il taxi sanitario, per il tragitto Campofelice di Roccella - Centro di Riabilitazione di Lascari;
•    a tenere un corso di manovre salvavita pediatriche ed un corso Full D per dipendenti comunali;
•    a garantire l'assistenza sanitaria a tutte le manifestazione organizzate dall'Amministrazione Comunale, oltre all'assistenza estiva nei fine settimana ed a quella della notte di Ferragosto.

Catania

Rappresentanze delle varie articolazioni del Comitato provinciale CRI di Catania hanno preso parte alla “Giornata Cittadina della Donazione di Sangue e del Volontariato” organizzata lo scorso 17 gennaio in Piazza Duomo a Catania nell’ambito dei festeggiamenti in onore della patrona della città, Sant’Agata.
Giunta alla sua ventesima edizione, la manifestazione ha accolto stand di tante associazioni. Notevoli gli spazi allestiti dai volontari CRI che hanno coinvolto i partecipanti ai valori solidaristici e diffuso la mission dell’associazione.
Particolarmente significativo l’apporto dell’autoemoteca, dei volontari, degli infermieri e dei medici CRI nella raccolta di sangue organizzata per la ricorrenza.

Gela

Già appena subito dopo la riapertura delle scuola, è ripresa l’attività di sensibilizzazione nelle scuole. Il 9 gennaio, infatti, i giovani CRI di Gela hanno svolto una giornata di informazione con gli studenti dell’ "ITIS Morselli" finalizzata a diffondere i corretti stili di vita per prevenire le Malattie Sessualmente Trasmissibili.
Volontari dello stesso Comitato Locale avevano partecipato al primo “Campo provinciale per operatori giovani in azione” che, organizzato dal Comitato di Caltanissetta, si era svolto proprio a Gela il 4 e 5 gennaio. Tale percorso formativo aveva la finalità di far acquisire la consapevolezza delle potenzialità dei giovani all’interno della società attraverso il dialogo e la condivisione di opinioni ed esperienze vissute, creando un ambiente formativo idoneo per incoraggiare la partecipazione nonchè la creatività e l’espressione personale di ognuno anche attraverso l’arte. Preparare i volontari ad organizzare e gestire le attività del corso GiovenTù.

Jonico – Etneo

Si è svolta il 15 Dicembre u.s. per i Volontari che frequentano il Corso TSSA ( corso nazionale per l'attività di trasporto sanitario e soccorso in ambulanza) la verifica per i moduli 1 e 2 di abilitazione trasporto sanitario. Congratulazioni ai corsisti che hanno così ottenuto la qualifica di Operatore Regionale Trasporto Sanitario e che proseguiranno il loro percorso formativo fino al conseguimento della qualifica di Soccorritore regionale C.R.I.
La C.R.I. siciliana è stata ammessa ad effettuare le eccedenze 118 e tale circostanza, unitamente alla necessità di adattare il programma agli standard formativi previsti dalla legislazione regionale e, nello specifico, dall'articolo 11 del Decreto dell'Assessore per la Salute della Regione Siciliana 25 marzo 2004, impone l'adozione del TSSA, al fine di uniformare la formazione dei Comitati C.R.I. della regione. 

Lampedusa

Il Presidente Provinciale CRI, Dott. Angelo Vita, ha partecipato con i volontari di Lampedusa, all'apertura della Porta Santa presso il Santuario della B.V.Maria S.S. di Porto Salvo in Lampedusa ed a tutti gli eventi giubilari previsti sull'isola.
I vespri al Santuario sono stati presenziati dal Cardinale Francesco Montenegro, Arcivescovo di Agrigento,alle ore 16:00 del 16 gennaio 2016 quando si è aperta la porta Santa.
Domenica 17 Gennaio era la Giornata internazionale del migrante ed il Cardinale Francesco Montenegro ha scelto di aprire simbolicamente la Porta Santa del Migrante presso la Porta D'Europa di Lampedusa, dove un gruppo di fedeli si è riunito in preghiera in mattinata prima di raggiungere la Chiesa Madre di Lampedusa, la Parrocchia San Gerlando,  dove l'Arcivescovo di
Agrigento ha celebrato Messa e la comunità isolana ha potuto ricevere un crocefisso,dono di Papa Francesco, raffigurante un Cristo adagiato in una Croce di remi legati con delle corde, dono di Raúl Castro al Papa, durante la visita del Pontefice a Cuba,ed opera dell'artista Alexis Leyva Machado. (Antonino Meli)

Marsala

Giovani volontari del Comitato Locale della Croce Rossa Italiana di Marsala hanno supportato e condiviso il campo per diversamente abili che la locale associazione “il Mulino” ha portato avanti durante le festività di fine anno.
Prosegue, intanto, l’attività di reclutamento e formazione di nuovi volontari organizzati dallo stesso Comitato. Il 30 e 31 gennaio presso i locali CRI di via degli Atleti (zona fiera e mercato) sono stati svolti i primi due incontri del corso base previsto per coloro che, nelle settimane precedenti, avevano sostenuto, favorevolmente, il colloquio di ammissione.

Prizzi

"È una sensazione stupenda indossare questa divisa! Speriamo di fare sempre di più e di alleviare le sofferenze della gente con il nostro apporto/supporto! " (G.L.B.) Questo il pensiero di una volontaria al termine di una delle tante serate che, insieme ad altri, l’aveva visto assicurare assistenza sanitaria e sociale alle tante persone con limitata mobilità che erano venuti ad ammirare e vivere il Presepe Vivente di Prizzi. Giunto alla nona edizione viene allestito in luoghi rimasti inalterati nonostante il passare del tempo presentando lungo il percorso che porta alla grotta della Natività scenari, utensili, abiti tradizionali nella rappresentazione di antichi mestieri del territorio.
Ad animare il periodo natalizio, non sono mancate interessanti altre iniziative, come i laboratori creativi per i bambini curati dagli stessi volontari CRI, i mercatini di Natale, manifestazioni musicali e la Maratona Telethon.

Sciacca

Una partecipazione corale ha caratterizzato l’ormai tradizionale appuntamento della tombola di beneficenza organizzata dall’associazione “Orazio-Capurro – Amore della Vita” che si è svolta il 29 dicembre scorso all’interno della magnifica ec Chiesa di Santa margherita di piazza Carmine: oltre 120 sponsor, più di 250 premi, un maxi sorteggio al termine delle tre tombole per assegnare gli oltre 170 premi rimasti non assegnati....
Il ricavato della manifestazione, che ammonta a 3000 euro circa, sarà utilizzato dall'associazione per l'acquisto di un defibrillatore DAE da donare all'Unità Territoriale di Sciacca della Croce Rossa Italiana per contribuire a sostenere l’encomiabile e preziosa attività che i suoi volontari assicurano al territorio..

Siracusa

Martedì 29 dicembre 2015 volontari del Comitato Provinciale di Siracusa hanno accolto e accompagnato tanti giovani che sono venuti al Centro Trasfusionale dell'Umberto 1° di Siracusa per donare sangue.
Anche se nel periodo natalizio hanno sviluppato una particolare azione di sensibilizzazione, l’attività rientra in una campagna più generale a favore della donazione di sangue e di emocomponenti mirata ad assicurare, nella normale quotidianità, il fabbisogno necessario ai bisogni del territorio.
Non solo, quindi, nel periodo natalizio ma tutti i martedì e i sabati dalle 8.30 alle 11.00 i giovani CRI aretusei aspettano sempre tanti loro coetanei, anche, per permettere ai talassemici di poter vivere la loro non facile condizione con minori apprensioni.

Trapani

Un sorriso, un gesto fraterno, una testimonianza di affettuosa condivisione aiutano, specie in certe circostanze, ad alleviare situazioni di criticità.
Così proprio il giorno di Natale giovani volontari del Comitato Provinciale di Trapani hanno deciso di far visita ai piccoli degenti del reparto di pediatria del presidio ospedaliero S. Antonio Abate e trascorrere con loro un lieto e spensierato pomeriggio.
Dopo l’Epifania hanno pensato bene di impegnarsi in un nuovo progetto sperimentale, costruire strumenti musicali con materiale di riciclo insieme agli anziani di una casa di riposo con l'obbiettivo di rendere un pò meno solitarie e monotone le loro giornate. In programma, al termine del progetto, l’organizzazione di un piccolo concerto per coinvolgere l’intera comunità.

Troina

Magnifica serata,quella che si è svolta lo scorso 27 dicembre, presso il centro "Peppino Impastato" organizzata dalla sede C.R.I. di Troina coordinata dal responsabile di sede Alfio Di Costa insieme alla locale Confcommercio guidata dal Presidente La Ferrera.
Dopo la tombola, i cui premi sono stati donati dai tanti negozianti, che ha allietato la serata dei bambini la manifestazione si è conclusa dopo i saluti del Presidente Provinciale C.R.I., del Presidente della Confcommercio e dell'Assessore Macrì che ha concesso di utilizzare i locali, con una serata danzante allietata dal gruppo "Link Orchestra".
Lo scopo dell’evento, oltre che per creare una riuscita e gradita occasione di socialità, è stato quello di incrementare il fondo che, alimentato dalle varie iniziative messe in campo dai responsabili della sede (come: l’intesa con la Confcommercio, l’adesione a buona causa http://buonacausa.org/cause/ambulanzatroina), dovrebbe poter raggiungere la somma utile per acquistare una nuova ambulanza.

L'invio di questa newsletter è un servizio gratuito fornito da Conferenza dei Comitati Consultivi e
Comitato Consultivo "AOU “Policlinico – Vittorio Emanuele” di Catania ". I contenuti riportati nella newsletter e nei siti http://conferenzacomitaticonsultivi.overblog.com/ e http://www.policlinicovittorioemanuele.it/comitaticonsultivi sono di proprietà degli stessi ma sono liberamente diffondibili ed utilizzabili con l'accortezza di citarne la fonte.

Trattamento dati personali: link

e cancellazione dalla newsletter: link

Informazioni legali: link