facebook twitter
ccc yt
costruire salute
header CCC

AIC

Sicilia

Sono proseguiti, nel corso del 2015, i decreti dell’Assessorato alla Salute della Regione Siciliana relativi all’accreditamento-autorizzazione delle raccolte di sangue nella regione sia con le Unità di Raccolta Fisse (U.R.F.) sia con le autoemoteche (U.R.M.).
Per quanto riguarda i gruppi Fratres, al 31 dicembre 2015, hanno, quindi, ricevuto riscontro positivo per l’attività: 
•    provincia di Agrigento: URF di Cammarata;
•    provincia di Caltanissetta: URF di Niscemi;
•    provincia di Catania: URF di S. Maria di Ognina, di Acireale, di Adrano, di Mascalucia, di Misterbianco, di San Giovanni La Punta e di Valverde; U.R.M. di Catania, di San Leone e di Gravina;
•    provincia di Enna: URF di Catenanuova e di Barrafranca;
•    provincia di Messina: URF di Letojanni;
•    provincia di Siracusa: URF di Augusta e di Melilli; URM di Augusta.

Adrano

Il conviviale di fine anno della Fratres di Adrano, organizzato subito dopo il Santo Natale, ha fornito l’occasione agli amici, vecchi e nuovi, del gruppo di incontrarsi con le famiglie e trascorrere una gioiosa e piacevole serata.
E’ stata, ovviamente, l’occasione per fare un bilancio dell’attività svolta nell’anno 2015 (che ha portato a sfiorare il numero di 300 unità di sangue raccolte) e per programmare le iniziative del 2016 in grado di riuscire a pervenire a risultati ancora più importanti. Specialmente durante i mesi estivi che, per una serie di circostanze, fanno registrare significative flessioni nel numero delle donazioni quando, invece, i bisogni di sangue  -specialmente per i talassemici-  non calano affatto.
Nella circostanza sono state pubblicizzate le date di raccolta del primo trimestre, che prevedono due appuntamenti domenicali per mese.

Barrafranca

Domenica 17 gennaio 2016 prima raccolta sangue del 2016.
Dopo circa sei mesi di inattività forzata, ottenuto l'accreditamento ad Unità di Raccolta Fissa da parte dell’Assessorato alla Salute della Regione Sicilia, il gruppo donatori di sangue Fratres di Barrafranca ha organizzato, appunto domenica 17 gennaio, ha ripreso la sua attività di raccolta.
Nonostante la giornata non fosse delle migliori dal punto di vista meteorologico, l’appuntamento ha segnato un grande successo, grazie alla generosità dei donatori che hanno sfidato anche la neve, sono state raccolte 34 sacche di sangue e sono state  registrate ben 18 pre-donazioni.
…e domenica 31 gennaio nuovo appuntamento con la solidarietà.

Catania

In occasione delle annuali celebrazioni in onore di S. Agata, patrona della Città e dell’Arcidiocesi di Catania, la Fratres etnea,  le Associazioni Agatine, l’Opera Diocesana Assistenza e la Caritas Diocesana, hanno organizzato la “XX Giornata della donazione e del Volontariato” in piazza Duomo, domenica 17 gennaio.
Tanti gli stand allestiti per divulgare i valori solidaristici e le mission delle onlus partecipanti.
Nel cortile di Palazzo dei Chierici e nello spazio antistante sulla piazza, autoemoteche,  volontari, infermieri e medici della Fratres, dell’AVIS, dell’ADVS e della CRI hanno raccolto unità di sangue, effettuato prelievi di pre-donazione e fatto attività di sensibilizzazione alla donazione del sangue.. 

Catenanuova

Un traguardo significativo, il raggiungimento del quindicesimo anno d’attività.
Ed i donatori del gruppo “Adonai” lo hanno festeggiato, domenica 17 gennaio, con legittima soddisfazione. D’altra parte il 2015 ha segnato risultati davvero importanti, dallo scorso mese di giugno il gruppo di Catenanuova si trova ad operare nella nuova sede di Corso Sicilia e, nel corso dell’anno, ha raccolto 300 unità di sangue.
Il pomeriggio di domenica 17 gennaio ha fornito l’occasione per l’incontro di vecchi e nuovi amici, per ricordare quanti, nel corso di questi anni, hanno permesso questo importante traguardo e, soprattutto, per guardare al futuro. Su come dispiegare un ancor maggiore impegno a Catenanuova e nei paesi vicini per concorrere a superare la triste condizione che vede la Sicilia e, particolarmente, alcune sue aree registrare ancora pesanti carenze di sangue, soprattutto nei mesi estivi.

Letojanni

    La generosità e la solidarietà del comune di Gallodoro, piccolo paese, ma un unico grande cuore: quello dell’intera comunità che, nella serata del 29 dicembre, si è stretta attorno al Gruppo Donatori di Sangue Fratres di Letojanni. L’occasione è stato il “Gran Galà di beneficenza” organizzato dall’Amministrazione Comunale, sempre vicina alle esigenze delle associazioni territoriali, come ribadito dal sindaco Alfio Currenti ad apertura della serata. Il Comune può infatti vantare tra i suoi cittadini numerosi donatori di sangue e la giovane collaboratrice Chiara Puzzolo che, facendo da intermediaria tra l’Associazione e l’Amministrazione, ha permesso l’evento. Un evento questo rivolto alla raccolta fondi per la Fratres, a sostegno delle spese di mantenimento del nuovo Centro di raccolta sangue. Non potevano di certo mancare gli interventi dell’Associazione nelle persone di Carmela Micalizzi (Presidente del Gruppo), Fabrizio Foti (Vice presidente) e Giuseppe Costa (in qualità di Delegato ai Rapporti con i Giovani Fratres). Dopo aver presentato l’Associazione con il suo Gruppo Giovani, insieme alle attività svolte e che si prefiggono di svolgere, momento centrale è stato riservato alla donazione del sangue. Il Dr. Fabrizio Foti, in veste di infermiere professionale del Centro cardiologico pediatrico del Mediterraneo – Bambino Gesù del P.O. Taormina, ha difatti sottolineato l’importanza di un simile gesto e la necessità di garantire una continua disponibilità del sangue per emofiliaci, talassemici e interventi chirurgici e pediatrici. Tra l’altro, non bisogna dimenticare che, rispetto a un adulto, alla nascita un neonato necessita di più sangue avendone un volume circolante pari a circa il 10 % del peso corporeo per poi diminuire, dopo l’anno di vita, fino al 6-7 % come nell'adulto. Tra gli intervenuti anche Maurizio Crisafulli, presidente dell’Avis Val d’Agrò di Santa Teresa di Riva, che non ha mancato di riservare parole d’affetto a prova dello stretto legame che unisce da sempre le due Associazioni. Al convegno è infine seguito un ricco buffet di pietanze tipiche locali gentilmente offerte dalla comunità. A ringraziamento della particolare sensibilità dimostrata dalla cittadinanza, la Fratres di Letojanni ha voluto consegnare un attestato di riconoscimento al primo cittadino, in rappresentanza di tutta la comunità.
    Dopo il Christmas in Fratres, il Gruppo si è fatto promotore dell’ultimo appuntamento di queste feste con la tradizionale fagiolata del 6 gennaio. Patrocinata dal Comune e con il prezioso supporto della Parc Hotels Italia e del signor Pippo Curcuruto, la manifestazione, che si è svolta alL’interno del Polifunzionale, è stata dedicata ai bambini con musica, animazione, giochi, gonfiabili, l'immancabile dono della Befana e un caldo piatto di pasta e fagioli.
    E‘, intanto, ripreso il fitto programma di donazione al Centro Diurno di via Monte Bianco con gli appuntamenti del 3 gennaio (15 donazioni), del 17 gennaio (19 donazioni) e del 31 gennaio.

Niscemi

Il decreto dell’Assessorato Regionale alla Salute di autorizzazione e accreditamento per la raccolta del sangue da effettuare presso il Centro di via Bellini n. 11 del gruppo donatori Fratres di Niscemi è stato firmato il 23 dicembre 2015.
…e la risposta dei donatori è stata pronta e significativa.
Nonostante le festività (con le ovvie conseguenze, sia di presenza fisica in città stante il periodo di vacanze sia, soprattutto, di …idoneità a causa delle tentazioni della tavola …) sono stati ben 18 i donatori che hanno donato nell’appuntamento approntato già il 27 dicembre.
Nel corso del mese di gennaio si è, poi, normalizzato il programma di conferimento del sangue che, comunque, non era cessato durante il forzato periodo di chiusura dell’U.R.F. dato che, diverse volte, il gruppo, con l’aiuto della locale Misericordia, aveva provveduto ad organizzare servizi di accompagnamento ai donatori per raggiungere il Centro Trasfusionale del Presidio Ospedaliero di Gela. 

Palermo

Poco prima dello scorso Natale il gruppo donatori di sangue Fratres di Palermo ha organizzato l’annuale festa sociale.
L’appuntamento è servito per tirare le somme dell’attività concretizzata nel corso dell’anno e per tracciare le linee guida per conseguire risultati ancora più significativi nel 2016; ed esser, quindi, ancora più rispondentei ai bisogni di sangue di cui necessita il Centro Trasfusionale del Presidio Ospedaliero “V. Cervello”.
Nel corso della manifestazione sono stati consegnati gli attestati di riconoscimento a 108 donatori di sangue e di emocomponenti per gli obiettivi raggiunti.
L’evento, che ha permesso il riincontrarsi di vecchi e nuovi amici, si è concluso con il fraterno scambio degli auguri per le festività ormai prossime.

S. Giovanni la Punta

Nonostante il tempo davvero inclemente, sono stati più di trenta i volontari che hanno effettuato la donazione o la predonazione il 6 gennaio, la prima giornata di raccolta del 2016 del gruppo puntese della Fratres.
Nell’occasione è stato loro consegnato il calendario associativo che, tra l’altro, riporta le 36 giornate in cui è prevista l’attività di raccolta nel Centro di via Lipari 11.
Viene riconfermato, quindi, un intenso impegno che lascia prefigurare la riconferma di un dato ormai consolidato nel tempo e che permette di conferire al Trasfusionale del Garibaldi all’incirca 1.100 unità di sangue ogni anno: un traguardo prestigiosissimo e che lo consacra a restare il gruppo Fratres più generoso ed efficiente dell’intera Sicilia.
Una segnalazione particolare merita la riconferma del programma estivo. Quando altre realtà fanno registrare una diminuzione nel numero delle giornate di raccolta   -mentre restano immutate le impellenti ed inderogabili necessità dei talassemici-  il gruppo di San Giovanni la Punta ha previsto appuntamenti di raccolta: sabato 25 giugno (antimeridiana), i venerdì dell’8, del 22 e del 29 luglio (pomeridiani), i venerdì del 5 e del 26 agosto (pomeridiani) e di martedì 16 agosto (antimeridiana) e di venerdì 9 settembre (pomeridiana).

Valverde

Aumentare di 135 sacche in un anno è un risultato a dir poco notevole.
Se, poi, si considera che tale incremento viene registrato su un dato già elevato (che sarebbe stato, quindi, già un successo riuscire a mantenere) si ha la cifra della capacità e della dedizione che il gruppo di Valverde ha saputo esprimere nel corso di tutto il 2015.
Che, peraltro, continua il crescendo davvero “rossiniano” degli ultimi anni, arrivando ora a superare il limite delle 900 sacche.
Intanto sono state effettuate le prime 4 donazioni previste nel mese di gennaio da un calendario fittissimo; che, addirittura, programma uno sforzo davvero eccezionale nei mesi estivi (con ben 5 appuntamenti in ognuno dei mesi di luglio, di agosto e di settembre) per cercare di essere veramente e sostanzialmente vicino a coloro che, per vivere, anche in questi mesi, non possono fare a meno di sangue.

L'invio di questa newsletter è un servizio gratuito fornito da Conferenza dei Comitati Consultivi e
Comitato Consultivo "AOU “Policlinico – Vittorio Emanuele” di Catania ". I contenuti riportati nella newsletter e nei siti http://conferenzacomitaticonsultivi.overblog.com/ e http://www.policlinicovittorioemanuele.it/comitaticonsultivi sono di proprietà degli stessi ma sono liberamente diffondibili ed utilizzabili con l'accortezza di citarne la fonte.

Trattamento dati personali: link

e cancellazione dalla newsletter: link

Informazioni legali: link