facebook twitter
ccc yt
costruire salute
header CCC

CC ARNAS Garibaldi di Catania    

PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE - Il mese di gennaio si è aperto con un input che è stato colto al volo dal nostro Presidente, avvocato Patrizia Cavallaro, al fine di  offrire un concreto contributo alle politiche sanitarie e di  avvalorare il ruolo istituzionale del Comitato Consultivo. Difatti, sul  sito istituzionale dell’AO Garibaldi figurava il seguente Avviso Pubblico, pubblicato il 7 gennaio u.s. “ Consultazione pubblica al fine di acquisire proposte e/o osservazioni sul Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e sull'allegato Programma Triennale per la Trasparenza e l'Integrità per il triennio 2016-2018”
Inoltre l'avviso, nel dare atto che “Il Piano Nazionale Anticorruzione, approvato con Delibera CIVIT n.72 dell'll settembre 2013, prevede inoltre che nella fase di elaborazione dei suddetti Piani vengano coinvolti tutti i soggetti interni all'amministrazione, i cittadini ed i portatori di interesse”   invitava, chiunque fosse interessato, ad avanzare proposte e/o osservazioni sul Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e sull'allegato Programma Triennale per la Trasparenza e l'Integrità per il triennio 2016-2018 entro il 20 gennaio 2016. Sul punto, deve, purtroppo, essere rilevato,  che l'avviso sul sito internet con un termine di soli tredici giorni per far pervenire le  proposte non appare sufficiente ed adeguato alle finalità che si propone, rischiando di non raggiungere lo scopo che la norma si prefigge. Si ritiene che dovrebbero essere adottate  forme  più ampie di comunicazione . Sarebbe, ad esempio, sarebbe stato sufficiente informare via mail o tramite l'URP, il CCA che essendo composto da circa quaranta organizzazioni /associazioni avrebbe potuto veicolare la comunicazione.   Tuttavia, prontamente e fortunosamente il Presidente del Comitato, premesso di aver  preso visione dell'avviso casualmente  sul sito web, proprio a ridosso della scadenza, ha riscontrato l'invito,  formulando,  sulla scorta di analogo documento elaborato  e comunicato per condivisione dal C.C. dell'AOU “Policlinico V. Emanuele” di Catania , su espresso invito dell'Azienda, una serie di osservazioni  riscontrate nei giorni scorsi dalla Referente del Piano  che, oltre a ringraziare il Comitato per il contributo, ha chiesto di partecipare alle prossime riunioni che si terranno.
Si ritiene tale riscontro molto positivo, agevolando la comunicazione e l'integrazione  in corso tra il Comitato e l'Azienda.
INCONTRO SUI PIANI DI MIGLIORAMENTO- STATO DELL'ARTE - Giorno 26 gennaio scorso, il Presidente del  Comitato Consultivo, insieme alla Referente  sono stati ricevuti dalla dott. Adriana Cuspilici, responsabile dell’ufficio qualità dell’Azienda la quale ha illustrato loro alcuni dei risultati raggiunti nell’ambito del Piano di miglioramento delle criticità riguardanti le prenotazioni e le prestazioni ambulatoriali. Il call-center, il cui numero di telefono è facilmente reperibile sul sito, è perfettamente funzionante. Per quel che riguarda le prestazioni è ormai consolidata la possibilità di prenotarle anche tramite farmacie della città convenzionate, il cui elenco è contenuto sul sito dell’Azienda. I tempi d’attesa delle prestazioni rimangono un punto dolente dell’amministrazione, specie per alcuni esami quali la mammografia e le visite dermatologiche, ma non solo; a tal uopo, è stato istituito un tavolo tecnico interaziendale presso l’ASP, per risolvere quanto prima tale problema che periodicamente si riunisce.
La pulizia dei locali dell’Azienda è migliorata sensibilmente in quanto gli stessi vengono sottoposti a periodiche ispezioni igienico-sanitarie. Da ultimo la dottoressa Cuspilici ha informato il Comitato che, sebbene la cartella medica informatizzata è ancora lontana dall’essere realizzata ( eccezion fatta per l’unità di neonatologia che né è dotata da tempo) si sta cominciando a realizzare il registro informatizzato delle sale operatorie.
RIUNIONE  GRUPPO  DI LAVORO  III - Da ultimo, il gruppo III, che si è nuovamente riunito lo scorso 26 gennaio, ha preliminarmente espresso la volontà di far partecipare un membro del gruppo stesso in veste di delegato al tavolo tecnico interaziendale riguardante la problematica dei tempi d’attesa, sopra specificato. Ha di poi ribadito la necessità di risolvere un grave problema, già evidenziato con precedente relazione dle 24 novembre u.s. L’U.O.C. di ematologia,  purtroppo condivide gli spazi con l'unità di oncologia, la crescente domanda di assistenza da parte dell'utenza ha reso inadeguato il sistema attuale di accoglienza, che non ha spazi sufficienti per gli utenti in attesa, ma soprattutto non rispetta le norme sulla privacy. Sarebbe opportuno l'utilizzo di un sistema informatico di prenotazione del turno visita, o altre prestazioni con un monitor capace di differenziare i pazienti in attesa per l'unità di oncologia da quelli di ematologia, con codici univoci per tipologia di prestazione che evitano al paziente di essere individuato per nome, violandone la privacy.( Valentina Bascetta – Patrizia Cavallaro)


L'invio di questa newsletter è un servizio gratuito fornito da Conferenza dei Comitati Consultivi e
Comitato Consultivo "AOU “Policlinico – Vittorio Emanuele” di Catania ". I contenuti riportati nella newsletter e nei siti http://conferenzacomitaticonsultivi.overblog.com/ e http://www.policlinicovittorioemanuele.it/comitaticonsultivi sono di proprietà degli stessi ma sono liberamente diffondibili ed utilizzabili con l'accortezza di citarne la fonte.

Trattamento dati personali: link

e cancellazione dalla newsletter: link

Informazioni legali: link