facebook twitter
ccc yt
costruire salute
header CCC

Paideia di Ragusa
“La prevenzione è ‘Cosa Nostra’! La salute: una responsabilità da condividere” è stato il titolo della conferenza tenuta lo scorso primo aprile alla Sala Avis di Ragusa dai professori Mario Becciu e Anna Rita Colasanti. L’evento è stato propiziato dalla consegna dei diplomi di Master in Counseling socio-educativo promosso dalla Fondazione San Giovanni Battista in collaborazione con Paideia, l’Associazione italiana di psicologia preventiva, il Consorzio universitario e il Consultorio familiare.
Nel corso della relazione del prof. Becciu sono emersi dati preoccupanti dell’attuale condizione, ha, tra l’altro, riferito che “Il concetto di salute oggi ha a che vedere con la complessità dell’esistenza umana e i costi della sicurezza e della sanità pubblica non sono più sostenibili: il 15% della popolazione mondiale presenta sofferenza psichica con un incremento del 10% annuo. La struttura dipartimentale si fa carico di poco più dell’1% della popolazione! Ciò vuol dire che il 14% resta privo di supporto professionale. La depressione, ad esempio, colpisce 340 milioni di persone nel mondo ed è la principale causa di disabilità nell’Unione Europea. Si stima che nel 2020 costituirà la seconda causa di malattia dopo la cardiopatia ischemica. Il disturbo mentale che si presenta al servizio pubblico non è quasi mai quello originario. La persona ha già percorso strade più o meno tortuose che hanno portato ad un aggravamento del disturbo. Ecco perché prima si interviene meglio sarebbe”. Tuttavia, ed è questo il senso profondo dell’intervento del relatore, esiste una forma di contagio “salutogeno”. “Occorre lavorare insieme affinché ognuno di noi possa avere una buona immagine di sé e una buona autostima; essere capace di stabilire e mantenere relazioni non superficiali con un ampio spettro di persone rispettando gli altri, non importa quanto differenti da noi. Dobbiamo ridare centralità alla prevenzione, fondare gli interventi preventivi il più precocemente possibile, coinvolgere gli agenti educativi come attori principali della salute individuale e collettiva. Bisogna attuare azioni politiche, sociale, culturale, educativo e sanitario volte a depotenziare la carica patogena dei fattori di rischio di natura ambientale e personale e a potenziare la carica salutogena dei fattori di protezione a livello della salute individuale”.
Nel corso dell’incontro la professoressa Anna Rita Colasanti ha presentato il testo scritto con Mario Becciu “Prevenzione e salute mentale”, manuale di psicologia preventiva, edito da Franco Angeli, che colma un vuoto nell’ambito della psicologia preventiva e fornisce strumenti e buone prassi per chi opera.


L'invio di questa newsletter è un servizio gratuito fornito da Conferenza dei Comitati Consultivi e
Comitato Consultivo "AOU “Policlinico – Vittorio Emanuele” di Catania ". I contenuti riportati nella newsletter e nei siti http://conferenzacomitaticonsultivi.overblog.com/ e http://www.policlinicovittorioemanuele.it/comitaticonsultivi sono di proprietà degli stessi ma sono liberamente diffondibili ed utilizzabili con l'accortezza di citarne la fonte.

Trattamento dati personali: link

e cancellazione dalla newsletter: link

Informazioni legali: link