facebook twitter
ccc yt
costruire salute
header CCC


Nuova Coordinatrice al Centro Regionale Trapianti

“Si conclude con un segno positivo l’anno 2015 per i trapianti di organo nel nostro Paese (...) Altrettanto positiva l’attività trapiantologica per i tessuti e le cellule staminali emopoietiche (...) Nel 2015 si confermano i trend di donazione registrati nell’anno precedente, con alcuni importanti segnali positivi”. Queste le dichiarazioni estrapolate dal Comunicato Stampa del 17 Febbraio 2016, pubblicate sul sito del Centro Nazionale Trapianti - Ministero della Salute. Al trend nazionale positivo, si affianca quello regionale in negativo, con un calo di circa il 50% dei trapianti rispetto allo scorso anno, e di circa il 70% rispetto al 2012, considerando che il triennio 2012-2015, a livello nazionale, ha registrato un continuo, seppur timido, incremento del numero dei trapianti di organi e tessuti. Ad essere carenti sono le osservazioni in rianimazione, il personale sanitario e parasanitario specializzato, ma anche le condizioni di lavoro e turnazione in cui tali osservazioni dovrebbero avvenire. Un leggero calo si registra anche nelle donazioni, tutti elementi che si ripercuotono sull’attività di prelievo nei reparti di anestesia e rianimazione delle varie Aziende Ospedaliere. Queste sono le principali problematiche da affrontare nell’ambito dei trapianti: non si può più parlare di assenza della cultura della donazione; le dichiarazioni di volontà registrate sono state in aumento sia sul piano nazionale che regionale, quindi le cause andrebbero quindi ricercate altrove, magari nell’assenza della proposta alla famiglia di donare o nella mancata accertazione dell’idoneità del paziente.

Tutti questi disagi sono stati fonte di polemiche tra le file di quelle associazioni di settore e pazienti siciliani, molte delle quali afferenti ai CCA siciliani, che continuamente si impegnano nelle attività di sensibilizzazione e programmazione di iniziative che possano sempre più coinvolgere la cittadinanza rispetto al tema della donazione. Diverse sono state le segnalazioni che il COTTAV – Tavolo Tecnico Regionale delle Associazioni di Volontariato del settore trapianti, istituito con D.A. 2719 art.3 comma f, ha fatto in merito, battendosi con appelli diretti all’Assessore Regionale alla Salute, On. Baldo Gucciardi, al Presidente VI Commissione dei Servizi Sociali e Sanitari ARS,  alla II Commissione  Affari Generali e Assistenza Sanitaria e al Ministero della Salute – CNT, nel tentativo di rimarcare le criticità regionali in merito anche alla sospensione di alcuni diritti dei malati, loro precedentemente riconosciuti, di alcune particolari assistenze specialistiche loro necessarie, e al periodo di mancanza di guida dello stesso Tavolo Tecnico in seguito alla controversa questione della dirigenza del CRT. L’assenza di immediate risposte ha condotto il sopracitato COTTAV alle dimissioni di un’elevata numero delle associazioni costituenti, altro input da non sottovalutare, che ha concorso alla successiva emissione, da parte dell’Ass. Regionale alla Salute nella Gazzetta Ufficiale della Regione Sicilia, di un Avviso Pubblico per la manifestazione di interesse al conferimento di incarico di direttore del CRT Sicilia. Il compito della scelta è stato affidato ad una commissione di esperti costituita dal Direttore del Centro Nazionale Trapianti, Alessandro Nanni Costa, e dai coordinatori dei Centri Regionali Trapianto di Puglia ed Emilia Romagna, che si sono indirizzati verso una figura particolarmente riconosciuta e da anni impegnata nell’area della chirurgia dei trapianti. Ad oggi, il nuovo coordinamento, conferito alla D.ssa Bruna Piazza, dirigente medico presso la Seconda Rianimazione dell’Arnas Civico, non può che essere un auspicio, anche in nome della sua riconosciuta ed elevata disponibilità, rispetto al superamento dell’attuale stato precario del sistema trapianti regionale, ad un generale riassetto organizzativo che abbia come principale movente il mantenimento e il miglioramento di un sistema efficiente e funzionante, pronto a rispondere alle necessità dei pazienti, sperando altresì in un susseguirsi di nuove scelte politiche istituzionionali ponderate ed appropriate rispetto al complesso e delicato mondo dei trapianti.
Rosy Gugliotta



L'invio di questa newsletter è un servizio gratuito fornito da Conferenza dei Comitati Consultivi e
Comitato Consultivo "AOU “Policlinico – Vittorio Emanuele” di Catania ". I contenuti riportati nella newsletter e nei siti http://conferenzacomitaticonsultivi.overblog.com/ e http://www.policlinicovittorioemanuele.it/comitaticonsultivi sono di proprietà degli stessi ma sono liberamente diffondibili ed utilizzabili con l'accortezza di citarne la fonte.

Trattamento dati personali: link

e cancellazione dalla newsletter: link

Informazioni legali: link