facebook twitter
ccc yt
costruire salute
header CCC

Il signorsi di Vullo, verso i Cittadini

Il 30 dicembre 2016 potrebbe passare nelle cronache della sanità siciliana come una data da  ricordare: un Direttore Generale di Azienda Sanitaria , invocando i principi costituzionali di tutela della salute, si è schierato con i cittadini e non con  la burocrazia  regionale e l’Assessore, che pure lo ha nominato.
La vicenda è nota: sono venuti a mancare all’A.O. Papardo di Messina due cardioanestesisti, in servizio a tempo determinato, dipendenti in aspettativa dell’ASP  di Messina; ciò perchè detta ASP non concede più  loro l’aspettativa (per carenze nei propri servizi) a decorrere dall’01.01.2017. L’U.O. di Cardiochirurgia del Papardo non può sopportare funzionalmente la loro mancanza, pena la riduzione grave dell’attività chirurgica e considerato che è l’unica struttura sanitaria nell’ambito del territorio-area metropolitana di Messina a garantire la cardiochirurgia sia di elezione che per l’emergenza anche con interventi salvavita, che interessa non solo la provincia ma anche  i pazienti provenienti da tutta la regione e trasportati dal 118 .
Davanti alla mancata autorizzazione regionale allo scorrimento delle graduatorie concorsuali in vigore, motivata dal fatto che era stato prescritto da una circolare assessoriale che i posti vacanti debbano essere ricoperti prioritariamente con le eventuali eccedenze di unità di personale che in tutta la regione si siano create a seguito della rimodulazione della rete ospedaliera, il direttore generale dr. Michele Vullo ha lo stesso deliberato l'assunzione di due anestesisti “….al fine di garantire i LEA, la tutela della salute del cittadino, la sicurezza del paziente….”, pure sottolineando, nel provvedimento adottato (delib. n.877) che la risposta negativa dell’assessorato regionale alla salute era chiaramente “…dettata da logica esclusivamente burocratica…”. Infatti, lo stesso assessorato aveva in precedenza inviato alle aziende sanitarie un report con l’indicazione degli esuberi nelle varie aziende ed in esso non risultava nessun esubero di anestesisti in tutta la regione (come avviene da sempre) che potesse giustificare il blocco dell’assunzione di due anestesisti in una branca ad alta specializzazione (da notare che anche dopo l’assunzione restano vacanti nell’UO di Anestesia e Rianimazione del Papardo altri 10 posti di dirigente medico!!).
Si tratti di semplice buon senso, di personalità soggettiva o di pura cultura manageriale di base, resta il fatto  che il dr. Vullo ce ne ha dato ampia dimostrazione e non possiamo, come cittadini, che essergli grati e segnalarlo come esempio concreto di ciò che i cittadini si aspettano dai “manager” della sanità.
Temiamo che in Sicilia la manifestazione di tali doti, tuttavia, non giovi alla benemerenza politica del nostro Manager (il cui contratto di diritto privato è a tempo e soggetto ad  eventuale  risoluzione anticipata), senza peraltro influire, nel passato ed in futuro presumibilmente, su quella delle carriere dei burocrati regionali.
Saremmo molto contenti di essere sonoramente smentiti dall’Assessore Gucciardi ed altrettanto che i politici locali, (se in servizio attivo per conto degli utenti loro elettori ) lo aiutassero in questo sforzo di buon senso.
Intervento del Presidente CCA del A.O. Papardo di Messina


L'invio di questa newsletter è un servizio gratuito fornito da Conferenza dei Comitati Consultivi e
Comitato Consultivo "AOU “Policlinico – Vittorio Emanuele” di Catania ". I contenuti riportati nella newsletter e nei siti http://conferenzacomitaticonsultivi.overblog.com/ e http://www.policlinicovittorioemanuele.it/comitaticonsultivi sono di proprietà degli stessi ma sono liberamente diffondibili ed utilizzabili con l'accortezza di citarne la fonte.

Trattamento dati personali: link

e cancellazione dalla newsletter: link

Informazioni legali: link